Fondazione e innovazione

Attività indipendente e sicurezza economica: previdenza ottimale con il pilastro 3a

Condividere su Facebook Condividere su Twitter Condividere su LinkedIn Condividere su Xing Convididere per e-mail

A preoccupare chi avvia un'attività in proprio è la sicurezza economica a lungo termine. Per i lavoratori indipendenti la previdenza vincolata del pilastro 3a rappresenta una buona opportunità per proteggere il proprio futuro finanziario. Un effetto secondario positivo della previdenza privata sono le interessanti agevolazioni fiscali per gli autonomi. Avete una copertura ottimale? Verificatelo nel nostro blog.

Che cos’è il 3° pilastro?

Il sistema sociale svizzero si basa sul principio dei tre pilastri, ossia la previdenza statale, la previdenza professionale e quella privata. Lo scopo del sistema previdenziale è garantire una protezione finanziaria durante la vecchiaia e in caso d’invalidità o di decesso.

Il primo pilastro obbligatorio (previdenza statale) comprende i contributi per l’assicurazione per la vecchiaia e i superstiti (AVS), l’assicurazione per l’invalidità (AI) e le prestazioni complementari (PC). Il primo pilastro serve a garantire il minimo esistenziale. Il secondo pilastro è costituito dalla previdenza professionale (LPP) e dall’assicurazione contro gli infortuni (LAINF). È obbligatorio e compete al datore di lavoro.

Chi vuole risparmiare per la vecchiaia anche privatamente versa contributi nel terzo pilastro: questo si suddivide nella previdenza vincolata (pilastro 3a) e in quella libera (pilastro 3b). Trattandosi di previdenza privata, il terzo pilastro rappresenta un complemento volontario e flessibile a discrezione del singolo. Questa pianificazione della previdenza è molto diffusa in Svizzera, poiché permette di colmare le lacune previdenziali che non sono coperte e assicurate dall’AVS/AI e dalla rendita LPP. Gli obiettivi di risparmio definiti personalmente consentono di mantenere lo standard di vita abituale anche dopo il pensionamento.

Come provvedono alla vecchiaia i lavoratori autonomi?

Quando si svolge un'attività lucrativa indipendente la previdenza non è gestita dall'esterno come per i dipendenti. I contributi alle assicurazioni sociali vengono calcolati in base ai dati che fornite sul futuro reddito da attività lucrativa soggetto all'AVS. Questo calcolo comprende i contributi AVS/AI/IPG nonché le tasse per la cassa di compensazione per assegni familiari (CAF) e le spese amministrative dell’Istituto delle assicurazioni sociali (IAS). A tale riguardo occorre registrarsi alla cassa di compensazione dove ha sede l'azienda. Inoltre dovete provvedere da soli a stipulare l’assicurazione d’indennità giornaliera in caso di malattia e quella contro gli infortuni.  Una panoramica generale e maggiori informazioni sulle opzioni assicurative sono disponibili alla nostra pagina dedicata all’ attività indipendente.

Poiché viene meno la previdenza professionale garantita dal datore di lavoro si forma una lacuna previdenziale. La forma giuridica dell’impresa influisce ampiamente sulla previdenza e sull’impiego del capitale di libero passaggio.

Chi fonda una società anonima (SA) o una a garanzia limitata (Sagl) è considerato, sotto il profilo attuariale, dipendente o dipendente della proprio impresa. L'avere della propria cassa pensione deve essere dunque trasferito nella nuova cassa pensione.

I lavoratori indipendenti, ossia i titolari di una ditta individuale, di una società in nome collettivo o in accomandita, non sono soggetti all’obbligo di previdenza professionale. La Legge federale sulla previdenza professionale per la vecchiaia, i superstiti e l'invalidità (LPP) disciplina le condizioni nel dettaglio. È tuttavia possibile affiliarsi a titolo volontario a una cassa pensione.

  • Avete collaboratori alle vostre dipendenze? Se il regolamento lo prevede, si può aderire alla cassa pensione presso la quale sono assicurati i vostri collaboratori.
  • Il vostro settore o l’associazione di categoria gestisce una cassa pensione propria? In questo caso potete registrarvi presso la sua fondazione generale.
  • Inoltre c’è sempre la possibilità di aderire alla Fondazione istituto collettore LPP. Nella protezione assicurativa sono incluse le prestazioni minime obbligatorie. La Fondazione istituto collettore LPP è un’organizzazione senza scopo di lucro. Si tratta dell’unico istituto di previdenza della Svizzera che assicura, su incarico della Confederazione, tutti i datori di lavoro e gli individui che intendono affiliarsi alla previdenza professionale obbligatoria.

Pensate sia importante predisporre una solida previdenza supplementare per la vecchiaia? Volete raggiungere i vostri obiettivi di risparmio al termine dell'attività lucrativa indipendente o ridurre al minimo il rischio economico della fase successiva all’età ordinaria di pensionamento? Nel pilastro 3a trovate sicuramente la soluzione che fa per voi.

  • Teaser Image
    Di quali assicurazioni ha bisogno la vostra PMI?

    La nostra analisi del fabbisogno per PMI vi offre suggerimenti su misura in base alla vostra situazione personale.

    Iniziare l’analisi del fabbisogno

Previdenza a lungo termine con il pilastro 3a

Tutte le persone soggette all'AVS in Svizzera possono optare per la previdenza privata del pilastro 3a. Le basi legali generalmente distinguono tra i conti previdenziali di fondazioni bancarie e le polizze previdenziali delle assicurazioni. Spesso queste forme di previdenza vengono integrate in prodotti finanziari, come conti o depositi previdenziali, assicurazioni sulla vita o polizze previdenziali presso istituti di previdenza. Grazie a una vasta scelta di opzioni potete adeguare la previdenza privata in base alle vostre esigenze e tutelarvi in modo ottimale per la terza età.

Risparmiare per la vecchiaia con le azioni

È possibile risparmiare per il post-pensionamento anche con le azioni. Molte soluzioni per la previdenza privata comprendono moduli con investimenti orientati al rendimento nel mercato finanziario e azionario. Ne sono un esempio le assicurazioni vita e le soluzioni del pilastro 3a. Le azioni fanno ormai parte di una pianificazione previdenziale privata sostenibile.

Quando il vantaggio è doppio: risparmiare sulle tasse con il pilastro 3a

Per chi lavora in proprio una soluzione del pilastro 3a offre diverse possibilità di risparmio fiscale. I contributi previdenziali possono ad esempio essere detratti dal reddito imponibile della dichiarazione d’imposta. Il versamento di questi contributi nel terzo pilastro è limitato a un importo massimo:

  • per i lavoratori indipendenti affiliati a una cassa pensione la contribuzione nella previdenza vincolata del terzo pilastro è limitata a max CHF 6883.–. Questo importo può però cambiare.
  • I lavoratori autonomi soggetti all’AVS che non sono affiliati a una cassa pensione possono versare il 20% del reddito netto da attività lucrativa nel pilastro 3a. L’importo massimo attuale è di CHF 34 416.–. Anche questo importo può cambiare.

Poiché possono essere dedotti dal reddito imponibile, gli importi versati entro il 31 dicembre godono di un notevole vantaggio fiscale.

Altri benefici fiscali riguardano i redditi da interessi e le eccedenze, esenti dall’imposta sul reddito per tutta la durata dell’investimento. I pagamenti anticipati di capitale vengono tassati a un’aliquota speciale ridotta; inoltre sul capitale di previdenza accumulato non va pagata nessuna imposta sulla sostanza. Tanto per fare un confronto, le rendite di vecchiaia sono tassate come reddito al 100% dalla Confederazione e dai Cantoni.

Chi vuole mettersi in proprio, oltre al capitale di libero passaggio, per fondare la propria impresa può prelevare anticipatamente anche il capitale di previdenza versato nel pilastro 3a.

Grazie a questo aumento reale del capitale proprio le imprese svizzere possono consolidare la loro forza finanziaria senza ricorrere a finanziamenti esterni.

Lanciare un’attività indipendente con il capitale iniziale della cassa pensione e del pilastro 3a

I lavoratori autonomi possono decidere come usare l’avere della cassa pensione. Possono depositare l'avere di libero passaggio su un conto di libero passaggio, stipulare una polizza di libero passaggio, collocarlo in un deposito di libero passaggio oppure prelevarlo anticipatamente e investirlo nella propria azienda. Il capitale può essere prelevato solo per i primi dodici mesi successivi alla conferma di attività lucrativa indipendente da parte della cassa di compensazione AVS. Per i lavoratori parzialmente autonomi la possibilità di prelievo scatta dal momento in cui, come dipendenti, non si è più soggetti alla previdenza aziendale.

Chi vuole mettersi in proprio, oltre al capitale di libero passaggio, per fondare la propria impresa può prelevare anticipatamente anche il capitale di previdenza versato nel pilastro 3a. Grazie a questo aumento reale del capitale proprio le imprese svizzere possono consolidare la loro forza finanziaria senza ricorrere a finanziamenti esterni.

State considerando di prelevare anticipatamente il capitale accantonato nel terzo pilastro? Nel nostro articolo del blog di AXA  «Con il pilastro 3a verso l’indipendenza» potete scoprire come usare la previdenza vincolata per creare il capitale iniziale necessario per la vostra attività indipendente.

In breve: opzioni previdenziali per lavoratori autonomi

  • Se siete titolari di una ditta individuale, di una società in nome collettivo o in accomandita siete considerati lavoratori indipendenti.
  • Questo significa che dovete occuparvi personalmente della vostra previdenza per la vecchiaia. In compenso avete un maggiore margine di azione nella previdenza.
  • L'adesione alla cassa di compensazione è obbligatoria, mentre l’assicurazione di indennità giornaliera in caso di malattia e l’assicurazione contro gli infortuni sono consigliati.
  • Con l’ analisi del fabbisogno per PMI  di AXA potete individuare le vostre esigenze assicurative personali nel giro di pochi minuti.
  • I lavoratori indipendenti possono scegliere se risparmiare per la vecchiaia con o senza la cassa pensione.
  • Se desiderate restare assicurati presso una cassa pensione potete affiliarvi a quella dei vostri dipendenti, alla cassa pensione dell’associazione di categoria o alla Fondazione istituto collettore LPP.
  • Potete trasferire l'avere di libero passaggio nella nuova cassa pensione o usarlo come capitale iniziale per la fondazione dell’impresa.
  • La previdenza vincolata (pilastro 3a) vi consente di provvedere privatamente alla terza età. Il contributo è volontario e può essere dedotto dalla dichiarazione di imposta.
  • Anche la previdenza libera (pilastro 3b) serve alla garanzia e alla pianificazione a lungo termine della previdenza privata. È vantaggiosa a livello fiscale solo a determinate condizioni, ma in cambio offre maggiore flessibilità.
  • Teaser Image
    È il momento di fare l’analisi previdenziale

    L’analisi previdenziale calcola il reddito mensile al termine dell’attività lucrativa indipendente. Potete mantenere lo standard di vita consueto anche una volta smesso di lavorare? In base ai vostri dati sull’avere di previdenza, età e reddito annuo in franchi svizzeri, l’analisi previdenziale di AXA calcola il reddito mensile alla vecchiaia.

    Avviare l’analisi previdenziale

Pronti ad affrontare serenamente la vecchiaia?

La previdenza corrisponde alle vostre esigenze? Discutete il vostro obiettivo di risparmio individuale con il vostro consulente previdenziale. Un fattore centrale è la scelta della soluzione previdenziale adatta a voi. Quali sono le vostre possibilità lavorando in proprio? Quale spesa vi preoccupa maggiormente? Sono a vostra disposizione anche gli esperti previdenziali di AXA, che saranno lieti di fornirvi informazioni utili e proporvi prestazioni personalizzate. 

Articolo correlato

AXA e lei

Contatto Avviso sinistro Offerte di lavoro Media Broker myAXA Valutazioni dei clienti Portale officine Abbonare la newsletter myAXA Contatto & FAQ

AXA nel mondo

AXA nel mondo

Restare in contatto

DE FR IT EN Avvertenze per l'utilizzazione Protezione dei dati / Cookie Policy © {YEAR} AXA Assicurazioni SA

I cookie e tool di analisi che utilizziamo ci permettono di migliorare la vostra fruizione del sito, personalizzare la pubblicità di AXA e dei suoi partner pubblicitari e mettere a disposizione funzioni social media. Purtroppo con Internet Explorer 11 non è possibile modificare le impostazioni cookie dal nostro Centro preferenze cookie. Se desiderate modificare tali impostazioni vi preghiamo di usare un browser aggiornato. Utilizzando il nostro sito Internet con questo browser acconsentite all’utilizzo di cookie. Protezione dei dati / Cookie Policy