A casa

Condividere su Facebook Condividere su Twitter Condividere su LinkedIn Condividere su Xing Convididere per e-mail

Quest’anno ad AXA Svizzera sono già stati notificati oltre 760 000 sinistri. Abbiamo fatto spontaneamente visita a sei clienti interessati, portando loro una piccola sorpresa. La famiglia Ebner ha vissuto un anno particolarmente tumultuoso.

Il piacevole fine settimana all’Europapark ebbe la domenica mattina un brusco epilogo: «Mia madre ha inviato una foto scattata con il cellulare della nostra palazzina dalle quale fuoriusciva un fumo bianco», ricorda Lora Ebner. Inizialmente credette che fosse nebbia, finché suo marito Claudio non ricevette poco dopo un SMS della vicina: «Nella nostra palazzina è scoppiato un incendio, per favore contattatemi!». Lora Ebner scoppiò in lacrime, pensando ai due gatti rimasti a casa – e al fatto che forse aveva dimenticato di spegnere il fornello della cucina. «Eravamo in preda al panico totale e siamo partiti immediatamente. Sono state tre lunghe ore tormentate in autostrada – nell’incertezza di cosa avremmo trovato al nostro arrivo a casa». Per di più: la figlioletta Lia all’epoca dell’incendio aveva appena cinque settimane.

Un puzzo pestilenziale

Verso mezzogiorno la famiglia giunse finalmente a casa e venne dapprima assistita dal team d’intervento in situazioni di crisi. L’incendio non era divampato nel loro appartamento, bensì in quello di fronte in diagonale – ciò malgrado, i danni da fumo e acqua furono ingenti. Tutti gli appartamenti della palazzina erano inagibili.  «È stata una sensazione orribile entrare nell’appartamento e vedere i danni», prosegue Lora Ebner. «C’era un puzzo terribile, era tutto bagnato dall'acqua di spegnimento, tutto devastato. Ma la nostra prima preoccupazione è stata per i gatti». Uno si era nascosto, completamente terrorizzato, sotto il letto, l’altro aveva inalato un po’ di fumo nei polmoni.   

Brennender Wohnblock, schwarzer Rauch quillt aus einem Balkon.

«È stata una sensazione orribile entrare nell’appartamento e vedere i danni».

Lora Ebner, cliente AXA, dopo l’incendio

Salvare il salvabile

Gli esperti sinistri di AXA salvarono dall’appartamento quanto si poteva ancora salvare, ripulirono e rimasero in stretto contatto con la famiglia Ebner. «Eravamo ben assicurati e ne siamo davvero lieti – non saremmo mai riusciti a organizzare tutto da soli», interviene Claudio Ebner. «C’erano anche persone nella palazzina che non erano assicurate».

Alla fine di ottobre Claudio e Lora Ebner con la loro figlioletta si sono trasferiti in un nuovo appartamento. Il mobilio è integralmente nuovo. L’arredamento del vecchio appartamento ha dovuto essere smaltito. «Siamo riusciti a salvare un paio di fotografie e qualche ricordo – erano integri, puzzavano semplicemente in modo terribile». Amici, parenti e conoscenti arrivarono subito e aiutarono con vestiti e oggetti per la bambina. «Sapere che non eravamo soli è stato il lato positivo di tutta questa triste vicenda», puntualizza Lora Ebner. La forza più grande è stata data loro dal bebè, aggiunge Claudio: «Eravamo sfiniti psichicamente. Ma volevamo essere forti per Lia, sapevamo che ce l’avremmo fatta». Il primo Natale è ormai alle porte – per la prima volta in tre, in un nuovo appartamento. «Abbiamo già infornato a dovere i biscotti e non vediamo l’ora che arrivino le festività», conclude Claudio Ebner. «Con il Natale ci lasciamo alle spalle un anno burrascoso». 

Sinistri 2019: una retrospettiva

Il caso della famiglia Ebner è uno dei circa 760 000 sinistri che sono stati notificati quest’anno ad AXA Svizzera. AXA ha versato grossomodo CHF 2 miliardi in pagamenti per sinistri a clienti, persone danneggiate, partner ecc. interessati. I sinistri più gravi sono stati sinistri di massa come inondazioni, incendi a impianti di produzione o singoli grandi sinistri nel segmento della responsabilità civile.

Sinistri più frequenti: collisioni con l'auto

Per i privati, i sinistri più frequenti sono rinvenibili nel ramo veicoli a motore – ad esempio collisioni, danni da parcheggio o guasti. Ecco in proposito alcuni dati di AXA in Svizzera:  

  • finora i clienti di AXA hanno notificato nel 2019 oltre 350 000 sinistri con automobili, motociclette e altri veicoli a motore.
  • AXA ha versato complessivamente circa CHF 620 milioni di indennizzi.
  • I sinistri notificati con maggiore frequenza sono le collisioni (145 000), seguite da rottura vetri (65 000), guasti (61 000), danni da parcheggio (40 000), danni causati dalle martore (18 000) e danni da eventi naturali (10 000). 

Mobilia domestica e responsabilità civile privata: numerosi furti 

Gli svizzeri sono adeguatamente assicurati anche a casa – a ragion veduta: quest’anno nel ramo mobilia domestica AXA ha già ricevuto oltre 75 000 notifiche di sinistri, un terzo dei quali (25 000 casi) sono furti. Anche la rottura vetri, con oltre 10 000 casi segnalati, è relativamente frequente. Il sinistro mobilia domestica più caro è costato ad AXA CHF 390 000.–.

Una delle assicurazioni più diffuse in Svizzera è l’assicurazione responsabilità civile privata. Al riguardo, rispetto ai veicoli a motore i sinistri sono relativamente rari, ma se succede qualcosa, il danno può essere dell’ordine di milioni. Chi arreca un danno a un’altra persona o danneggia la proprietà altrui è infatti chiamato a rispondere con l’intero suo reddito e patrimonio. Nel 2019 AXA ha finora risarcito i danneggiati con circa CHF 40 milioni. La metà dei circa 40 000 casi notificati riguardava danni causati da locatari. 

 

 

 

Articolo correlato

AXA e lei

Contatto Avviso sinistro Offerte di lavoro Media Broker myAXA Valutazioni dei clienti Portale officine Abbonare la newsletter

AXA nel mondo

AXA nel mondo

Restare in contatto

DE FR IT EN Avvertenze per l'utilizzazione Protezione dei dati © {YEAR} AXA Assicurazioni SA

Utilizziamo cookie e tool di analisi per migliorare la navigazione sulla pagina internet e personalizzare la pubblicità di AXA e dei partner pubblicitari. Maggiori informazioni: Protezione dei dati