myAXA Login
A casa

Traslocare senza spiacevoli sorprese

Condividere su Facebook Condividere su Twitter ch.axa.i18.share.google Condividere su LinkedIn Condividere su Xing Condividere su Pinterest Convididere per e-mail

Al termine di un rapporto locativo, i locatari di immobili residenziali o commerciali sono talvolta confrontati con richieste eccessive avanzate dal locatore. Chi conosce le disposizioni di legge può prepararsi meglio e difendersi di conseguenza.

In linea generale, il trasloco in un nuovo immobile è pianificato con minuzia di particolari. Ma anche alla restituzione dell'appartamento o dei locali commerciali precedentemente occupati occorre prestare attenzione ad alcuni punti importanti, in modo da evitare situazioni conflittuali con il locatore e brutte sorprese.

Piccola manutenzione e sostituzione di piccoli oggetti: a carico del locatario

In via di principio, appartamenti e locali commerciali devono essere riconsegnati puliti a fondo. Una restituzione con pulizia superficiale degli spazi è consentita solo in accordo contrattuale o previa intesa con il locatore, ad esempio se con il cambio di inquilino l'appartamento o il locale commerciale sarà rinnovato o ristrutturato. I piccoli lavori di riparazione, che possono essere eseguiti di persona senza possedere particolari competenze, sono a carico del locatario. Nel contesto di questa «piccola manutenzione» rientra ad esempio il serraggio di viti o l'intonacatura dei fori di chiodi o viti. Anche i piccoli oggetti difettosi, come un bicchiere portaspazzolini rotto, un tubo doccia non più a tenuta, o una teglia da forno graffiata, devono essere sostituiti dal locatario – anche se il loro valore attuale è sceso a zero. Chi si procura questi oggetti per tempo e di propria iniziativa, si risparmia penose discussioni alla restituzione dell'appartamento o del locale commerciale.

Usura normale: compensata dalla pigione

Tanto per gli appartamenti quanto per gli spazi commerciali vige il seguente principio: un'usura normale è compensata dal canone locativo mensile. Il locatario uscente è tenuto unicamente a sostenere i costi per la riparazione dei danni causati da un eccessivo deterioramento o negligenza durante il periodo di locazione. Da assumere invece sono solo i danni che il locatore ha contestato in tempo utile alla presa in consegna. Per i difetti non rilevati il locatore non vanta alcuna pretesa nei confronti del locatario. In ogni caso, i costi da sostenere per il risarcimento si basano sul valore attuale dell'oggetto interessato. Dati dettagliati al riguardo sono riportati nella tabella della durata di vita, pubblicata congiuntamente dall'Associazione Svizzera Inquilini (MV) e dall'Associazione Svizzera dei Proprietari Immobiliari (HEV). Se il valore attuale dell'oggetto danneggiato è già azzerato, i costi di sostituzione sono a carico del locatore – anche se ha rilevato e contestato per tempo il danno.

Verbale di riconsegna: sicurezza per entrambe le parti

Nel verbale di riconsegna vengono annotati i danni a carico del locatario come pure eventuali altre incombenze o costi – ad esempio pulizie supplementari o piccole riparazioni. Questo verbale serve al locatore da base per il conteggio finale e andrebbe pertanto verificato con attenzione. Nel dubbio il locatario può formulare una riserva o rifiutarsi di firmare il verbale. I danni riportati in un verbale firmato da entrambe le parti si ritengono riconosciuti.

Ecco che cosa dovete sapere:

  • I piccoli lavori di manutenzione e la sostituzione di piccoli oggetti sono a carico del locatario. 
  • L'usura normale è compensata dalla pigione. 
  • I costi per l'eccessiva usura ed eventuali danni vanno assunti solo se il difetto è stato contestato in tempo utile alla restituzione. 
  • I costi per la sostituzione e la riparazione dei danni si basano sulla durata di vita dell'oggetto in questione. 
  • Verificate con cura il verbale di riconsegna e indicate se occorre una riserva o rifiutate di firmarlo. 

Articolo correlato

Utilizziamo cookie e tool di analisi per migliorare la navigazione sulla pagina internet e personalizzare la pubblicità di AXA e dei partner pubblicitari. Maggiori informazioni: Protezione dei dati