Fondazione e innovazione

Divario di genere nel mondo delle start up: Perché le donne si dedicano più raramente all’imprenditoria

Condividere su Facebook Condividere su Twitter ch.axa.i18.share.google Condividere su LinkedIn Condividere su Xing Condividere su Pinterest Convididere per e-mail

Le donne imprenditrici non costituiscono più l’eccezione. Eppure in Svizzera la percentuale di start up fondate da donne è piuttosto ridotta. Scoprite, nel seguente articolo, perché sono ancora poche le donne che osano compiere il passo verso l’autonomia.

La percentuale delle donne che ricopre funzioni dirigenziali all’interno delle grandi aziende svizzere è piuttosto bassa. I piani alti delle imprese sono appannaggio quasi esclusivo degli uomini e solo poche donne riescono a infrangere il cosiddetto «soffitto di cristallo». 

Un quadro analogo si presenta analizzando la situazione riguardante la costituzione delle imprese. Stando alle statistiche appena il 10,7% delle start up nazionali è stato fondato da una donna. Alla luce di questi dati, nel confronto internazionale, la Svizzera occupa gli ultimi posti.

Ma per quale motivo in Svizzera le donne imprenditrici scarseggiano? E come si spiega questo divario di genere nell’ambito della costituzione di start up?

Definizione dei ruoli tradizionale

Michele Blasucci, CEO e fondatore di Startup.ch, ritiene che questa situazione sia riconducibile ad alcuni fattori culturali e sociali: «in Svizzera l’uomo è tuttora spesso quello che provvede al sostentamento della famiglia dedicandosi completamente al lavoro». Le donne per contro si occupano prevalentemente della casa e dei figli.  Sebbene questa suddivisione dei ruoli sia ormai obsoleta, inconsciamente questi stereotipi resistono e sono profondamente radicati nella mentalità della popolazione svizzera. «Pertanto è ovvio che, rispetto agli uomini, le donne prendano più raramente l’iniziativa di fondare una propria azienda», sostiene Blasucci.

Diversi percorsi formativi

Un ulteriore motivo alla base della scarsa presenza delle donne sulla scena imprenditoriale nazionale risiede nei diversi percorsi formativi. Il divario di genere si riscontra già a partire dalle scuole dell’obbligo e caratterizza i percorsi formativi fino agli studi universitari: 

se le donne scelgono di norma le scienze umane e sociali, molti uomini preferiscono piuttosto le materie scientifiche e tecniche ed è chiaro che questa differenza ha determinate conseguenze. Le donne fanno carriera nei settori dei servizi, della life science, e dell’industria creativa. Nei classici settori tecnologici, nell’ambito dei quali nasce la maggior parte delle start up, la quota rosa è praticamente inesistente.

L’imprenditoria femminile parte da presupposti diversi

La differenza non sta solo nel numero delle donne che intraprendono la carriera imprenditoriale, nettamente inferiore rispetto a quello degli uomini, ma anche nel processo di costituzione di un’impresa. Gran parte delle donne creano la propria azienda dopo la nascita del primo figlio, in un settore che non richiede un impegno ad orari fissi e luoghi prestabiliti e sono in genere più anziane dei loro concorrenti maschi. «Le donne lasciano trascorrere di norma più tempo fra il concepimento dell’idea all’origine del progetto e la costituzione vera e propria dell’azienda e pertanto sono più organizzate e meglio preparate rispetto agli uomini», continua Michele Blasucci. La maggior parte delle aziende fondate da imprenditrici rientra in ambiti ben definiti e di norma si tratta di attività accessorie che tuttavia risultano molto stabili e solide. C’è allora da sperare che in futuro molte altre donne abbiano il coraggio di   intraprendere   questo importante passo.

Flexwork presso AXA

AXA consente ai suoi collaboratori di usufruire di svariati modelli lavorativi flessibili in termini di orario e luogo di lavoro. L’insieme di questi nuovi modelli costituisce quello che noi definiamo «Flexwork». Siamo convinti che l’ampio margine di manovra garantito ai nostri collaboratori ne accresca il grado di soddisfazione e di efficienza. Di seguito vi offriamo un riepilogo di cifre ragguardevoli:

Troverete ulteriori informazioni e storie che si celano dietro questi dati su axa.ch/flexwork

Articolo correlato

AXA e lei

Contatto Avviso sinistro Offerte di lavoro Media Broker myAXA Valutazioni dei clienti Portale officine Abbonare la newsletter

AXA nel mondo

AXA nel mondo

Restare in contatto

DE FR IT EN Avvertenze per l'utilizzazione Protezione dei dati © {YEAR} AXA Assicurazioni SA

Utilizziamo cookie e tool di analisi per migliorare la navigazione sulla pagina internet e personalizzare la pubblicità di AXA e dei partner pubblicitari. Maggiori informazioni: Protezione dei dati