Collaboratori e previdenza

Digital Health: queste tre tendenze cambieranno anche la vostra salute?

Condividere su Facebook Condividere su Twitter Condividere su LinkedIn Condividere su Xing Convididere per e-mail

In linea con la prima giornata digitale ufficiale della Svizzera vi illustriamo quali sono le tre tendenze che rivoluzioneranno la vostra personale gestione della salute.

Tendenza 1: promozione digitale della salute e prevenzione

Si comincia con il tracking: la misurazione digitale del battito cardiaco, dei passi e delle attività sportive rientra ormai da tempo nello standard. Nuove applicazioni vanno ancora oltre. Dacadoo, ad esempio, registra ulteriori dati quali valori ematici, peso, stress o alimentazione. Partendo da questi dati il tool calcola continuamente il personale «Health Score» – un valore relativo allo stato generale di forma fisica e di salute. Kenzen è ancora più preciso. Il suo biosensore «Smart Patch» monitora costantemente mediante l'analisi del sudore l'idratazione del corpo o le funzioni vitali. Una soluzione interessante per chi pratica attivamente sport ma anche per chi è affetto da patologie croniche. Ma molti offerenti non solo sono in grado di misurare dati specifici, bensì aiutano anche a conseguire obiettivi personali. Con la app britannica Ourpath è possibile ad esempio modificare le abitudini alimentari. Con l'aiuto di un tracker e di una bilancia Bluetooth, un coach personale aiuta per sei settimane ad eliminare i nostri vizi alimentari e a mantenere così il peso ideale nel lungo termine.

Tendenza 2: autodiagnosi e diagnosi remota

L'autodiagnosi diventa sempre più spesso la tappa preliminare di un'eventuale visita medica. Il symptom checker Citizen Doc ad esempio guida i pazienti attraverso un questionario. In caso di disturbi quotidiani offre consigli per il trattamento e valuta la necessità di una visita medica. Altri offerenti vanno oltre i meri disturbi fisici. Moodpath verifica ogni giorno con apposite domande se esiste il rischio di un burn-out o di una depressione. Dopo due settimane Moodpath valuta i dati e offre consigli in tema di autoaiuto. Simili app non si propongono di sostituire il colloquio con un medico. Per questo esistono anche offerenti che combinano tra loro autodiagnosi e diagnosi remota. La app britannica Babylon, ad esempio, dopo un symptom checker offre mediante chatbot un videocolloquio con un medico. Il medico di famiglia è accessibile tramite video anche per gli svizzeri – ad esempio con l'aiuto della nuova offerta eedoctors.

Tendenza 3: comfort e raffronto trasparente

Il medico ha prescritto un medicinale? Anche qui la digitalizzazione offre nuove vie. Mentre prima ci si trascinava malati in farmacia, oggi si possono ordinare medicinali comodamente online e vederseli consegnare a casa. Ad esempio dalla Versandapotheke zur Rose, farmacia di vendita per corrispondenza. Chi cerca alternative convenienti a un medicinale – i cosiddetti generici – le trova su Mymedi. La digitalizzazione aiuta anche in tema di discrezione. Con MyLAB Box è possibile effettuare tra le proprie quattro mura un test per le più frequenti malattie sessualmente trasmesse. E se la degenza ospedaliera fosse inevitabile, il comparatore di ospedali Spitalfinder aiuta a fare la scelta giusta.

Il viaggio prosegue

Negli ultimi due anni il numero delle app per la salute è raddoppiato. Già oltre 318'000 offerte sono oggi disponibili nell'App Store a livello mondiale. Ci teniamo aggiornati e continueremo a informarvi su interessanti novità sul mercato della salute.

Articolo correlato

AXA e lei

Contatto Avviso sinistro Offerte di lavoro Media Broker myAXA Valutazioni dei clienti Portale officine Abbonare la newsletter

AXA nel mondo

AXA nel mondo

Restare in contatto

DE FR IT EN Avvertenze per l'utilizzazione Protezione dei dati © {YEAR} AXA Assicurazioni SA

Utilizziamo cookie e tool di analisi per migliorare la navigazione sulla pagina internet e personalizzare la pubblicità di AXA e dei partner pubblicitari. Maggiori informazioni: Protezione dei dati