Previdenza

Medicina complementare: quanto costa e quali sono i tipi più diffusi?

Condividere su Facebook Condividere su Twitter Condividere su LinkedIn Condividere su Xing Convididere per e-mail

Che si tratti di emicrania, spossatezza o allergie, quando la medicina classica non offre ulteriori opzioni, spesso la medicina complementare o alternativa può essere di aiuto. Qui vi presentiamo i cinque metodi più diffusi, vi spieghiamo in quali casi possono venire in soccorso e quali sono rimborsati dalla cassa malati.

La medicina complementare / alternativa viene vista sempre più spesso come un’integrazione alla medicina classica in quanto, a differenza della medicina convenzionale,  considera l’individuo nella sua interezza,. puntando a stimolare la capacità di auto-guarigione per ristabilire l’equilibrio tra mente, corpo e spirito. A praticare queste discipline sono diversi tipi di specialisti, dai medici ai naturopati, che si avvalgono di varie tecniche per la diagnosi, i trattamenti e le terapie.

La medicina complementare può essere utilizzata con successo in molti ambiti, tuttavia in caso di problemi di salute acuti come fratture ossee o appendiciti non è una scelta adeguata.

Stando al numero di terapeuti, i cinque metodi più diffusi in Svizzera sono i seguenti:

Medicina tradizionale cinese (MTC)

L’obiettivo della medicina tradizionale cinese (tedesco o francese) consiste nel migliorare e favorire lo scorrimento del flusso dell'energia vitale, il Qi. Per farlo si individuano i blocchi presenti nei canali che percorrono l’organismo (chiamati meridiani) e li si trattano mediante la terapia manuale Tuina o l’agopuntura.

Oltre alla nota tecnica dell’agopuntura, svolgono un ruolo importante anche la fitoterapia e le pratiche disintossicanti. Queste ultime sono metodi della medicina alternativa che aiutano a liberare il corpo dalle tossine: con la coppettazione, ad esempio, mediante speciali vasetti si crea una suzione di alcuni punti anatomici in grado, tra l’altro, di determinare un maggior afflusso di sangue. Nel Qi Gong e nel Tai Chi i pazienti assumono un ruolo attivo e, grazie alla meditazione e al movimento, ritrovano l’equilibrio del proprio Qi.

Naturopatia

I medici che impiegano le pratiche naturopatiche si avvalgono del potere terapeutico della natura e utilizzano piante medicinali per curare diversi disturbi (fitoterapia). Questa disciplina rappresenta uno dei principali metodi della medicina complementare / alternativa. Il suo scopo è di contrastare lo squilibrio causato, ad esempio, da uno stile di vita non sano che genera lo stato patologico, e utilizza pratiche disintossicanti per depurare l’organismo. Molto diffusa è anche l’idroterapia: i bagni (di vapore) o gli impacchi stimolano il metabolismo e il sistema cardio-circolatorio.

Terapia cranio-sacrale

Anche la  terapia cranio-sacrale rientra tra le tecniche di medicina complementare. Si tratta di una terapia corporea dolce svolta manualmente da un operatore che tramite un tocco leggero sulle ossa craniche e lungo la colonna vertebrale armonizza la fluttuazione del liquido cerebrospinale. Così si sciolgono le tensioni muscolari, si stabilizza il sistema cardio-circolatorio e si rafforza il sistema immunitario. Questa terapia si è rivelata efficace sia per i neonati (ad es. per le coliche gassose tipiche dei primi tre mesi) sia per gli adulti in caso di dolori, stress e spossatezza.

Lo sapevate?

Circa la metà della popolazione in Svizzera ha già provato una volta una tecnica di medicina alternativa o ne fa ricorso regolarmente.

Nel novero della medicina complementare rientrano numerose terapie, come i metodi illustrati in questo blog. Vi sono poi anche alcune forme meno conosciute, come ad es. la terapia di Dorn e il Rolfing.

Osteopatia

L’ osteopatia (tedesco) è una terapia manuale che si serve di tecniche e di esercizi sia passivi sia attivi: ciò significa che da un lato le articolazioni bloccate o con una limitazione della mobilità vengono mobilizzate e dall’altro che vengono stabilizzate mediante esercizi personalizzati. L’obiettivo della terapia consiste nell’individuare le tensioni e mobilizzare le articolazioni, stimolando le capacità di auto-guarigione del corpo.

Il trattamento non viene eseguito solo sulle articolazioni, bensì anche su organi come cuore, fegato o reni e sul tessuto connettivo. L’osteopatia può essere di aiuto in caso di numerosi disturbi, dall’emicrania agli acufeni fino alle allergie.

Kinesiologia

La kinesiologia (tedesco o francese) è una pratica terapeutica che utilizza elementi provenienti sia da metodi terapeutici occidentali sia asiatici. Attraverso dei test muscolari, i terapisti aiutano i pazienti a individuare i blocchi energetici che possono poi essere trattati mediante esercizi che permettono di migliorare il rilassamento e la concentrazione. Questo metodo consente di trattare anche problemi posturali, burn-out e difficoltà di apprendimento.

Copertura dei costi da parte dell’assicurazione di base e complementare

L’assicurazione di base obbligatoria copre solo un numero limitato di metodi di trattamento nell’ambito della medicina complementare. Dal 2012 vengono rimborsati i costi relativi a cinque metodi di medicina alternativa. Le seguenti due terapie rientrano anche tra i metodi citati più diffusi:

  • Medicina tradizionale cinese (MTC) 
  • Fitoterapia 

Gli altri tre metodi coperti dall’assicurazione di base sono i seguenti:

  • Medicina antroposofica: scienza medica che si concentra sui bisogni psico-spirituali del singolo individuo 
  • Omeopatia: terapie con speciali rimedi omeopatici 
  • Terapia neurale: metodo di terapia del dolore tramite iniezione di anestetici

I costi sono coperti solo se ci si rivolge a medici riconosciuti che dispongono di una formazione adeguata. Inoltre le prestazioni vengono pagate al netto della franchigia scelta.

Chi desidera provare altri metodi, come l’osteopatia, può farlo pagando di tasca propria i costi oppure può stipulare un’assicurazione complementare. L'assicurazione complementare di AXA si assume il 75 per cento delle spese delle terapie di medicina complementare non rimborsate dall’assicurazione di base. A seconda della variante (Salute ACTIF/COMPLET), l’assicurazione complementare rimborsa fino a CHF 1000 o CHF 3000 all’anno.

Articolo correlato

AXA e lei

Contatto Avviso sinistro Offerte di lavoro Media Broker myAXA Login Valutazioni dei clienti Portale officine Abbonarsi alla newsletter myAXA FAQ

AXA nel mondo

AXA nel mondo

Restare in contatto

DE FR IT EN Avvertenze per l'utilizzazione Protezione dei dati / Cookie Policy © {YEAR} AXA Assicurazioni SA

I cookie e tool di analisi che utilizziamo ci permettono di migliorare la vostra fruizione del sito, personalizzare la pubblicità di AXA e dei suoi partner pubblicitari e mettere a disposizione funzioni social media. Purtroppo con Internet Explorer 11 non è possibile modificare le impostazioni cookie dal nostro Centro preferenze cookie. Se desiderate modificare tali impostazioni vi preghiamo di usare un browser aggiornato. Utilizzando il nostro sito Internet con questo browser acconsentite all’utilizzo di cookie. Protezione dei dati / Cookie Policy