Previdenza

Tutelate al meglio come «mompreneur»

Condividere su Facebook Condividere su Twitter Condividere su LinkedIn Condividere su Xing Convididere per e-mail

Riuscire a bilanciare il ruolo di madre e quello di imprenditrice comporta molti vantaggi. Soprattutto per chi lavora come indipendente, dato che gestire un business proprio garantisce una certa flessibilità. Una «mompreneur», ossia una mamma imprenditrice, può infatti organizzare autonomamente il proprio lavoro. È il caso di Vanessa Bachmann, madre di tre figli, di professione fotografa specializzata in ritratti di bambini e famiglie. Un tipico esempio di mompreneur di successo. In una situazione di questo tipo è importante però non dimenticarsi della previdenza per la vecchiaia.

Vanessa Bachmann ama il suo lavoro di fotografa, che svolge come indipendente: «Per quanto mi riguarda ho bisogno della fotografia per essere davvero felice». E così ha dato vita alla sua attività e al suo studio fotografico personale, specializzandosi in ritratti di bebè, bambini e famiglie dal tocco creativo e occupandosi di reportage per riviste.

Dalla separazione dal suo partner la situazione economica però si è fatta difficile. Può infatti lavorare nel suo studio fotografico solo nel fine settimana, quando i bambini sono con il padre, e il venerdì pomeriggio mentre si trovano al doposcuola. Oltre a dedicarsi al suo business, per garantirsi un’entrata mensile fissa un giorno alla settimana Vanessa Bachmann lavora anche in un negozio di articoli per bambini di Zurigo.

In quanto madre, per lei quest’occupazione è molto importante. Quattro giorni alla settimana si occupa di Matilda, Emely e Marlon: affidare i suoi figli a terzi avrebbe infatti costi troppo elevati e non le converrebbe. Marlon, il più piccolo, trascorre tutto il tempo con lei mentre Matilda ed Emely, che vanno rispettivamente a scuola e all’asilo, raggiungono la madre il pomeriggio. Il venerdì sono tutti e tre all’asilo nido e al doposcuola e dal venerdì sera fino alla domenica sera restano con il padre. In caso di emergenza subentra poi la nonna, la madre di Vanessa, una figura di sostegno importante per una donna che lavora autonomamente.

Un ottimo equilibro tra lavoro e famiglia come imprenditrice

Con questa soluzione, la mompreneur Vanessa Bachmann riesce a occuparsi al meglio dei bambini e a dedicarsi alla sua attività. In quanto donna e madre, al momento la situazione è dunque ottimale: può godersi il tempo con i suoi bambini ed è felice di utilizzare le sue doti creative anche sul lavoro, e non solo a casa tra lavoretti fai da te e fornelli.

E quando i bambini cresceranno e andranno tutti a scuola ha intenzione di lavorare di più, preferibilmente al suo business come mamma imprenditrice. Attualmente infatti non riesce a costruirsi davvero un futuro previdenziale, dato che il suo spazio di manovra finanziario è limitato.

Al momento per i suoi servizi come indipendente versa i contributi AVS obbligatori. Riceve inoltre degli accrediti per compiti educativi, che le permettono di costituire una rendita di vecchiaia più elevata.Per ora la fotografa professionista non versa però contributi per il 2° pilastro, dato che con il suo impiego al 20 per cento non percepisce il salario minimo LPP. Anche per i versamenti nel 3° pilastro deve attendere finché non potrà aumentare il suo grado di occupazione.

E questo ha chiaramente ripercussioni anche sulla previdenza. Vanessa dunque sa bene che, per il suo futuro previdenziale, non appena possibile aumenterà il suo grado di occupazione e si dedicherà attivamente alla previdenza per la vecchiaia.

Previdenza: prevenire è meglio che curare

Per una donna la previdenza è particolarmente importante dato che spesso, occupandosi dei bambini, nel corso della sua vita professionale si ritrova a interrompere l’attività lavorativa più volte rispetto a un uomo. Inoltre in Svizzera il 50 per cento dei matrimoni finisce in divorzio, ed ecco che la donna si ritrova sola, come è accaduto a Vanessa Bachmann. In quanto mompreneur e lavoratrice indipendente, donna e mamma single per lei è dunque ancora più importante occuparsi attivamente della sua previdenza.

Al momento versa i contributi AVS sul suo stipendio. Come titolare di una ditta individuale con un business proprio potrebbe affiliarsi anche a un istituto collettore, ma per ora Vanessa Bachmann non ha ancora provveduto in tal senso. Per questo i suoi versamenti nel 3° pilastro sono ancora più importanti. In quanto lavoratrice indipendente con un business proprio può versare nel pilastro 3a fino al 20 per cento del suo reddito da attività lucrativa, per un massimo di CHF 34 416 all’anno. Non deve però depositare sempre l’importo massimo: anche effettuare versamenti di entità più piccola conviene. Inoltre le mompreneur che lavorano autonomamente possono detrarre i versamenti nel pilastro 3a dalle imposte. Una volta messi da parte CHF 50 000 è consigliabile aprire poi un nuovo conto, così da poter poi risparmiare ulteriormente sulle imposte prelevando il denaro in modo scaglionato.

E se l’impresa della mompreneur autonoma fallisce?

A nessuno piace pensare al peggio ma tutti possono incorrere in malattie e incidenti o venire a mancare, anche le mamme che gestiscono un business. Chi vuole andare sul sicuro può dunque stipulare un’assicurazione in caso di decesso e incapacità di guadagno. Quest’ultima tutela la vostra famiglia qualora non possiate più garantire il reddito abituale a causa di inabilità al guadagno. Se in quanto madre e imprenditrice non potete più svolgere la vostra attività lavorativa per lungo tempo o in via definitiva, riceverete versamenti regolari a integrazione delle altre prestazioni di rendita. Un’assicurazione dunque preziosa per chi è donna, madre e lavoratrice indipendente, a tutela da gravi perdite di guadagno. In più tenete presente che l’assicurazione può essere modificata in base alle vostre esigenze ed è combinabile con la vostra previdenza per la vecchiaia.

Come mamme e professioniste autonome potete inoltre tutelare i vostri bambini con un’assicurazione in caso di decesso. Questa soluzione è adatta anche in caso di budget familiare ridotto poiché è flessibile e combinabile con la previdenza personale restante. Qualora dovesse capitarvi qualcosa e veniste a mancare, in quanto mompreneur il capitale di decesso verrà versato ai beneficiari nell’immediato, indipendentemente dalle procedure di successione ereditaria. Così i vostri figli saranno tutelati dal punto di vista finanziario, offrendo una grande serenità a chi è donna e mamma.

5 consigli per le mompreneur

  • Consiglio n. 1:  come titolari di una ditta individuale potete affiliarvi all’istituto collettore su base volontaria. Fondazione istituto collettore LPP.
  • Consiglio n. 2: i titolari di un’impresa propria senza cassa pensioni possono versare ogni anno nel 3° pilastro fino al 20 per cento del reddito da lavoro, per un massimo di CHF 34 416.
  • Consiglio n. 3: non appena messi da parte CHF 50 000 dovreste aprire un nuovo conto del 3° pilastro. In questo modo prelevando i vostri risparmi in modo scaglionato potrete risparmiare ulteriormente sulle imposte.
  • Consiglio n. 4: un’assicurazione in caso d’incapacità di guadagno vi garantisce il vostro reddito abituale qualora diveniate inabili al guadagno.
  • Consiglio n. 5: con un’assicurazione in caso di decesso il capitale viene versato ai beneficiari nell’immediato, indipendentemente dalle procedure di successione ereditaria.

Mamma, imprenditrice e con una previdenza per la vecchiaia assicurata: ecco come è possibile

Avere successo nel lavoro e come mamma è senz’altro una sfida, tra i mille appuntamenti tra cui districarsi e le questioni economiche da affrontare, senza chiaramente dimenticarsi di sé. Soprattutto quando si è mompreneur.

Per questo è importante prendersi regolarmente il tempo per dedicarsi a sé stessi, alle esigenze personali e al proprio futuro. Se possibile, iniziate dunque quanto prima a risparmiare per la previdenza per la vecchiaia: gli effetti degli interessi composti possono aiutarvi a costituire un buon capitale per la terza età, anche versando importi ridotti.

Articolo correlato

AXA e lei

Contatto Avviso sinistro Offerte di lavoro Media Broker myAXA Login Valutazioni dei clienti Portale officine Abbonare la newsletter myAXA FAQ

AXA nel mondo

AXA nel mondo

Restare in contatto

DE FR IT EN Avvertenze per l'utilizzazione Protezione dei dati / Cookie Policy © {YEAR} AXA Assicurazioni SA

I cookie e tool di analisi che utilizziamo ci permettono di migliorare la vostra fruizione del sito, personalizzare la pubblicità di AXA e dei suoi partner pubblicitari e mettere a disposizione funzioni social media. Purtroppo con Internet Explorer 11 non è possibile modificare le impostazioni cookie dal nostro Centro preferenze cookie. Se desiderate modificare tali impostazioni vi preghiamo di usare un browser aggiornato. Utilizzando il nostro sito Internet con questo browser acconsentite all’utilizzo di cookie. Protezione dei dati / Cookie Policy