Management e finanze

Pianificare in modo ottimale la successione imprenditoriale: ecco come funziona

Condividere su Facebook Condividere su Twitter Condividere su LinkedIn Condividere su Xing Convididere per e-mail

La successione imprenditoriale di una PMI è un compito molto impegnativo poiché entrano in campo gli interessi di diverse controparti. Oltre a raggiungere un’intesa con il futuro successore, nel processo di avvicendamento occorre considerare anche le istanze dei collaboratori, delle banche e della propria famiglia.  

I nostri esperti hanno sintetizzato per voi i punti principali da tenere presente per la riuscita della successione nella vostra azienda.

Successione imprenditoriale: che cos’è esattamente?

Per successione imprenditoriale s’intende il procedimento per regolare il passaggio del testimone al vertice di un’azienda. Il titolare può vendere l’azienda a un membro della famiglia, a collaboratori oppure a terzi esterni rimettendo la guida in nuove mani. Un motivo della cessione potrebbe essere l’imminente pensionamento.

La successione imprenditoriale è strettamente collegata alla pianificazione della successione che aiuta l’imprenditore a organizzare secondo i propri desideri l’iter per il ricambio al posto di comando, tracciando fin dall’inizio le linee direttrici dello sviluppo aziendale sotto la nuova conduzione.

Successione in imprese familiari

Spesso nella successione imprenditoriale è presente una forte componente emozionale; in fondo si tratta di consegnare ad altri l’opera di tutta una vita nella cui creazione ed espansione si è investito tempo, energia e denaro. Inoltre nelle imprese familiari assumono grande importanza due aspetti particolari: la salvaguardia della tradizione e il rapporto personale tra titolare e successore. Anche se una PMI resta «in famiglia», è consigliabile dedicare tempo sufficiente alla pianificazione e alla preparazione del cosiddetto «family buy-out». Ciò consente di predisporre le condizioni ideali per l’avvio della nuova direzione aziendale prevenendo al contempo possibili dissidi interni alla famiglia, legati ad esempio a questioni di eredità.

Vendita dell’azienda a collaboratori o a terzi esterni

L’imprenditore può cercare un successore idoneo anche al di fuori della cerchia familiare. In circa il 30% dei casi in Svizzera, l’azienda viene venduta a collaboratori dell’azienda, ad esempio al management («management buy-out») o a dipendenti («employee buy-out»). Il vantaggio: analogamente a quanto avviene con il «family buy-out», il successore conosce a fondo le specificità intrinseche dell’azienda, per cui il transfer del know-how risulta semplificato.

Vendendo a terzi esterni («management buy-in» o «mergers & acquisitions») il titolare ottiene in genere il prezzo migliore. Per trovare un acquirente vi sono diverse possibilità: oltre alla ricerca all’interno del proprio network o attraverso inserzioni anonimizzate in Internet, si può ricorrere anche alle apposite borse che mettono in contatto soggetti interessati all’acquisto di aziende con imprenditori intenzionati a vendere. Chi si rivolge a una società specializzata per la pianificazione della successione, può avvalersi anche della rete di quest’ultima.

Quattro fasi per la riuscita: come pianificare la vostra successione imprenditoriale

Fase 1: la decisione

Posto che fin dall’inizio in primo piano vi sono i vostri obiettivi personali, le seguenti domande possono aiutarvi a prendere una decisione favorevole o contraria a una regolamentazione della successione:

  • volete che la vostra azienda continui a esistere anche dopo il vostro ritiro?

Se sì:

  • l’azienda è sufficientemente solida per essere affidata ad altri e voi siete pronti a trasferire la responsabilità a una nuova generazione?
  • entro quale arco temporale dovrà avvenire il passaggio e come dovrà svolgersi − taglio netto o tappe graduali?
  • devono essere garantiti tutti i posti di lavoro dei collaboratori in servizio?
  • in che modo il successo dell’azienda potrà essere mantenuto nel lungo termine?
  • è auspicabile che le idee e i prodotti vengano portati avanti e servano da base dei futuri sviluppi?
  • le relazioni con clienti e fornitori dovranno proseguire anche in futuro?
  • conoscete il valore approssimativo della vostra azienda? ci sono dei potenziali candidati alla successione (interni o esterni alla famiglia)?
  • quale dovrebbe essere l’evoluzione ideale dell’azienda dopo il vostro ritiro?
  • siete consapevoli del fatto che i vostri collaboratori e i dirigenti a voi più vicini si pongono delle domande sulla vostra regolamentazione della successione?
  • Teaser Image
    Partecipare a un seminario sulla successione

    Avete domande sulla vostra successione e vorreste ricevere dei consigli utili da esperti in materia? Il nostro partner Consulta organizza periodicamente dei seminari sulla successione per imprenditori di PMI.

    Seminari sulla successione proposti da Consulta
  • Teaser Image
    Non avete tempo per un appuntamento di persona?

    Come cliente AXA, ora potete iscrivervi gratuitamente per il Navigatore-Successione® e seguire la videoregistrazione di un seminario sulla successione. Vi basta indicare il nome del vostro consulente AXA nel campo «Codice promozionale».

    Navigatore-Successione di Consulta

Fase 2: analisi della situazione e valutazione

Dopo aver preso una decisione e fissato gli obiettivi prioritari potete programmare e implementare le fasi successive della vostra successione in azienda. Tra le operazioni da compiere vi sono un’analisi strategica della situazione esistente e una valutazione approfondita della vostra azienda. A tal fine sono importanti i seguenti parametri:

  • risorse
  • attività e gamma di prodotti
  • flussi di valore
  • portafoglio clienti
  • organizzazione
  • valori immobiliari
  • verifica della situazione previdenziale e pianificazione completa del pensionamento per tutte le persone coinvolte: dato che in molti casi la previdenza per la vecchiaia dell’imprenditore è collocata nella PMI come capitale finanziario, è opportuno adottare un approccio combinato che tenga conto dell’insieme degli aspetti tecnico-fiscali.

Fase 3: scelta del successore

La definizione dei criteri che il potenziale successore dovrà soddisfare è un fattore fondamentale per un’efficace pianificazione della successione. In questa fase la rete dei vostri partner coinvolti nella regolamentazione della successione si rivela estremamente utile. I criteri per la scelta del candidato giusto a succedervi possono essere:

  • visione per l’azienda
  • potenziale imprenditoriale
  • esperienza
  • caratteristiche di conduzione
  • mezzi finanziari
  • competenza sociale
  • conoscenza del settore
  • network
  • legame con il contesto aziendale

Fase 4: cessione dell’azienda

Durante la fase di passaggio è essenziale procedere in modo mirato; solo così il nuovo titolare potrà assumere fin dall’inizio la funzione di conduzione a tutti gli effetti. Ciò richiede un’accurata pianificazione di tutti i cambiamenti che interverranno in seguito alla cessione dell’azienda. Occorre:

  • determinare il modo di procedere e la tempistica
  • stabilire i ruoli e ripartire le mansioni
  • allestire il contratto
  • programmare la comunicazione interna ed esterna

È arrivato il momento di passare il testimone

Chi si occupa del tema della successione imprenditoriale sa bene che i fattori da considerare nella cessione di un’azienda a una nuova generazione sono innumerevoli. Per questo si consiglia agli imprenditori di preventivare un largo margine di tempo per la pianificazione della loro successione in azienda. In genere occorrono da uno a tre anni per individuare la soluzione più adatta.

L’impegno porta i suoi frutti. Chi affronta in anticipo gli aspetti sostanziali, agevola il processo di avvicendamento a tutti coloro che vi sono coinvolti e pone le basi ottimali per garantire il successo duraturo della propria azienda.

Opuscolo sulla regolamentazione della successione

Vorreste avere maggiori informazioni sul tema della pianificazione della successione? Nel nostro opuscolo trovate indicazioni e consigli utili per il futuro della vostra azienda. Scaricatelo ora, è gratis!

Articolo correlato

AXA e lei

Contatto Avviso sinistro Offerte di lavoro Media Broker myAXA Login Valutazioni dei clienti Portale officine Abbonare la newsletter myAXA FAQ

AXA nel mondo

AXA nel mondo

Restare in contatto

DE FR IT EN Avvertenze per l'utilizzazione Protezione dei dati / Cookie Policy © {YEAR} AXA Assicurazioni SA

I cookie e tool di analisi che utilizziamo ci permettono di migliorare la vostra fruizione del sito, personalizzare la pubblicità di AXA e dei suoi partner pubblicitari e mettere a disposizione funzioni social media. Purtroppo con Internet Explorer 11 non è possibile modificare le impostazioni cookie dal nostro Centro preferenze cookie. Se desiderate modificare tali impostazioni vi preghiamo di usare un browser aggiornato. Utilizzando il nostro sito Internet con questo browser acconsentite all’utilizzo di cookie. Protezione dei dati / Cookie Policy