myAXA Login
In viaggio

Un inverno in piena sicurezza – Consigli per gli automobilisti

Condividere su Facebook Condividere su Twitter ch.axa.i18.share.google Condividere su LinkedIn Condividere su Xing Condividere su Pinterest Convididere per e-mail

Manti di fogliame, nebbia, bagnato e neve: ecco come si presentano le strade nei mesi autunnali e invernali, celando pericoli a cui bisogna essere preparati. Grazie ai consigli del servizio Infortunistica e prevenzione di AXA affrontate l’autunno e l’inverno senza correre rischi.

Una guida cauta aiuta a evitare incidenti

L'esperienza evidenzia che nel traffico stradale esistono periodi particolarmente critici. Ad esempio, il venerdì sera si verificano fino al 15% in più di incidenti rispetto ad altri giorni della settimana: traffico più intenso e pensieri già rivolti al fine settimana – una situazione che richiede una maggiore concentrazione.

Con il ritorno all’ora solare il 28 ottobre 2018, le giornate si accorciano; inoltre, in questo periodo dell’anno, la visibilità è più spesso disturbata da nebbia o neve. Un terzo circa di tutti gli infortuni con danni alle persone si verifica all’imbrunire o al buio (Fonte: USTRA). Soprattutto una volta calata l'oscurità, gli automobilisti dovrebbero procedere con particolare cautela in prossimità di scuole o centri commerciali. 

Scarsa visuale: togliere il piede dall’acceleratore e mantenere la distanza

I più gravi tamponamenti di massa in Svizzera sono stati causati da un'improvvisa formazione di nebbia. Pioggia, neve e nebbia peggiorano non solo la visuale, ma anche la tenuta di strada. In particolare, la nebbia può localmente addensarsi da un minuto all'altro. Mantenete dunque una distanza sufficiente e riducete la velocità.

Fogliame: evitare sterzate brusche

Nelle giornate di sole le foglie sono belle da guardare, ma quando la strada è bagnata diventano scivolose. Considerato che le gomme hanno troppa poca aderenza sul fondo stradale ricoperto di foglie, anche sistemi di assistenza abitualmente in uso quali ABS ed ESP non riescono a sfruttare tutto il loro potenziale. In simili situazioni bisogna mantenere la calma ed evitare brusche sterzate.

Animali selvatici sulla carreggiata: reagire correttamente

La maggior parte degli incidenti con animali si verifica nelle ore serali e nelle prime ore del mattino. Tenete d'occhio i margini di boschi e campi. Se avvistate della selvaggina, tenete presente che non si tratta quasi mai di un solo animale. Se possibile, frenate a fondo e cercate di schivare l’animale. L'ABS assicura la governabilità del mezzo. Prima di fare una manovra brusca, tuttavia, prestate attenzione alle auto che vi vengono incontro e a quelle che vi seguono.

Gelate: guidare con particolare cautela

Quando le temperature scendono sotto i 3 °C aumenta il pericolo di scivolosità su ponti e strade che attraversano i boschi, perché l'elevata umidità dell'aria o la nebbia bagnano l’asfalto, che con temperature intorno allo zero diventa pericoloso. Con queste condizioni meteorologiche si deve adottare uno stile di guida prudente.

Aquaplaning: ridurre la velocità

Se la carreggiata è bagnata, davanti alle ruote si forma una sorta di onda di prua di acqua che non riesce a defluire abbastanza velocemente. Nella peggiore delle ipotesi, in questa situazione le ruote perdono completamente il contatto con la strada e il veicolo non è più governabile. Per evitare l’aquaplaning si consiglia di ridurre sistematicamente la velocità in caso di forte pioggia e di disporre di gomme con un buon profilo (al meno 4 mm).

Pneumatici invernali: le regole «Da ottobre a Pasqua» e «4x4x4»

Da ottobre a Pasqua il veicolo deve essere equipaggiato con pneumatici invernali. La regola 4x4x4 consiglia inoltre di utilizzare quattro pneumatici invernali uguali, al massimo per quattro anni e con una profondità del profilo di almeno quattro millimetri. Pneumatici invernali impeccabili sono essenziali per la sicurezza.

Con un corso di guida sicura superare con destrezza situazioni pericolose!

In un Driving Center vi esercitate tra l’altro a reagire correttamente sui fondi stradali sdrucciolevoli. Se volete saperne di più, scriveteci un’e-mail a: accidentresearch@axa.ch

Articolo correlato

Utilizziamo cookie e tool di analisi per migliorare la navigazione sulla pagina internet e personalizzare la pubblicità di AXA e dei partner pubblicitari. Maggiori informazioni: Protezione dei dati