In viaggio

Sfatiamo alcune mezze verità sulla mobilità elettrica

Condividere su Facebook Condividere su Twitter Condividere su LinkedIn Condividere su Xing Convididere per e-mail

Circa un terzo delle emissioni di CO2 in Svizzera è generato dal traffico stradale. La trazione elettrica è quindi una tecnologia fondamentale per una mobilità più sostenibile.

Secondo un sondaggio rappresentativo condotto quest’anno da Ernst Basler & Partner sulla mobilità in Svizzera, i veicoli elettrici sono sempre più apprezzati. Nel 2020 la quota di mercato delle vetture nuove a trazione puramente elettrica è raddoppiata rispetto al 2019, come già l’anno precedente, attestandosi all’8 per cento. Poiché ancora molti automobilisti sono scettici su vantaggi e svantaggi della mobilità elettrica, proviamo qui a sfatare quattro miti.

Primo: i veicoli elettrici non sono più ecologici

Se guardiamo al ciclo di vita di un veicolo, in quelli a motore elettrico pesa soprattutto la produzione della batteria. Quanto più a lungo un veicolo viene usato, tanto migliore è l’ecobilancio rispetto a uno con motore a combustione interna. Determinante è il mix energetico. Generalmente un veicolo elettrico ha un impatto ambientale minore di uno a trazione convenzionale , purché l’energia provenga al 100 per cento da fonti rinnovabili.

Secondo: l’autonomia è limitata e i tempi di ricarica sono lunghi

Un’auto elettrica al 100 per cento può percorrere tra i 100 e i 500 km prima di doversi fermare a una stazione di ricarica e questa autonomia è sufficiente per l’utilizzo quotidiano che circa l’80 per cento degli svizzeri fa del mezzo di locomozione. Inoltre, per l’ordinario consumo giornaliero, esistono diverse possibilità di effettuare una ricarica, anche solo parziale. Grazie alle nuove tecnologie i tempi di ricarica delle vetture elettriche sono diminuiti. Per la ricerca di un distributore per fare rifornimento si può utilizzare ad esempio la app di swisscharge.ch ,che consente di accedere facilmente a oltre 6200 stazioni di ricarica in Svizzera e a più di 130 000 in Europa. Grazie alla convenzione con swisscharge.ch, per i clienti AXA il prezzo è lo stesso presso tutti i distributori e conveniente.

Terzo: le e-car sono troppo care

Il prezzo per acquistare un’auto elettrica di solito è superiore a quello per un veicolo dotato di trazione convenzionale. Ma ricordiamo che nel migliore dei casi, a seconda del prezzo praticato «alla pompa», la trazione elettrica consente di percorrere 100 chilometri per poco più di 3 franchi. Inoltre le vetture elettriche sono dispensate dall’imposta sugli autoveicoli, pari al 4% del prezzo di acquisto, e non pagano imposta e supplemento fiscale sugli oli minerali, poiché non utilizzano i carburanti convenzionali.

Quarto: i veicoli elettrici sono troppo poco sicuri

Un’auto elettrica è dotata di tutti gli usuali sistemi di sicurezza, quindi in caso di incidente è sicura quanto un veicolo equiparabile dotato di motore a combustione interna. Dagli studi sulla sicurezza stradale emerge che gli incidenti sono causati da mancanza di esperienza al volante, velocità non adeguata o scarsa concentrazione, non dal tipo di trazione. AXA ha verificato la veridicità di tale affermazione in uno dei suoi crash test.

 

Prima di acquistare una vettura elettrica riflettete sui seguenti punti

  • Dove potete ricaricare il veicolo? Verificate se a casa o in ufficio avete postazioni di ricarica.
  • Prestate attenzione al mix energetico: i veicoli elettrici sono più ecologici di quelli convenzionali soltanto se per il loro utilizzo ci si serve esclusivamente di energia da fonti rinnovabili (solare, eolico, idroelettrico).
  • Quanti chilometri percorrete? I veicoli elettrici non hanno la stessa autonomia di quelli spinti da altri combustibili.
  • Non avete alcun bisogno di una vettura perché durante la giornata non percorrete lunghe distanze? Con una e-bike o uno scooter elettrico potete tranquillamente percorrere 10 km senza essere campioni olimpici. 

Insieme agevoliamo l’accesso alla mobilità del futuro.

Circa un terzo delle emissioni di CO2 in Svizzera è generato dal traffico stradale. AXA e  swisscharge.ch  uniscono le forze per promuovere lo sviluppo continuo dell’elettromobilità.

Ricarica a prezzo unitario

Il cliente AXA ha la possibilità di ricaricare il proprio veicolo elettrico al medesimo prezzo in tutte le stazioni di rifornimento swisscharge.ch. I costi variano solamente fra colonnine a corrente alternata e a corrente continua.

Fitta rete di stazioni di ricarica

Prenotare, attivare, caricare, pagare:  swisscharge.ch consente di accedere facilmente a 6200 stazioni di ricarica elettrica in Svizzera e a oltre 130 000 in Europa. 

Stazioni di ricarica elettrica per i locatari

Dal 2017, in tutti gli edifici di nuova costruzione di AXA Svizzera, il 10% dei parcheggi è dotato di stazioni di ricarica per veicoli elettrici.

 

Articolo correlato

AXA e lei

Contatto Avviso sinistro Offerte di lavoro Media Broker myAXA Valutazioni dei clienti Portale officine Abbonare la newsletter myAXA Contatto & FAQ

AXA nel mondo

AXA nel mondo

Restare in contatto

DE FR IT EN Avvertenze per l'utilizzazione Protezione dei dati / Cookie Policy © {YEAR} AXA Assicurazioni SA

I cookie e tool di analisi che utilizziamo ci permettono di migliorare la vostra fruizione del sito, personalizzare la pubblicità di AXA e dei suoi partner pubblicitari e mettere a disposizione funzioni social media. Purtroppo con Internet Explorer 11 non è possibile modificare le impostazioni cookie dal nostro Centro preferenze cookie. Se desiderate modificare tali impostazioni vi preghiamo di usare un browser aggiornato. Utilizzando il nostro sito Internet con questo browser acconsentite all’utilizzo di cookie. Protezione dei dati / Cookie Policy