BUONO A SAPERSI

Coronavirus: informazioni aggiornate e coperture di AXA

La pandemia da coronavirus ha ripercussioni anche sulle vostre assicurazioni? Cosa viene di fatto assicurato e di quali prestazioni si fa carico AXA? Di seguito le informazioni sulle coperture delle singole assicurazioni, le indicazioni per contattarci o per notificare un sinistro. Per domande sull’assicurazione viaggi potete consultare la seguente sezione:

CORONAVIRUS: INFORMAZIONI SULL’ASSICURAZIONE VIAGGI

La situazione attuale ci pone di fronte a nuove sfide e solleva numerose domande, a cui vogliamo fornirvi le risposte su questa pagina. Ovviamente, se desiderate ricevere una consulenza siamo a vostra disposizione anche personalmente. A questo scopo potete utilizzare il nostro servizio di videoconsulenza: fintanto che le nostre agenzie resteranno chiuse, i nostri consulenti sono operativi in modalità home office e saranno lieti di ricevere la vostra chiamata. 

Clienti privati

  • Assicurazione viaggi Intertours

    La situazione relativa al coronavirus è estremamente fluida e, a seconda del numero di casi e dei tassi di nuove infezioni nei singoli Paesi, lo scenario cambia in parte in modo molto rapido e repentino. Seguiamo questi sviluppi con costanza e attenzione e siamo al fianco dei nostri clienti con consigli e assistenza personale.

    Sulla scorta delle raccomandazioni di viaggio del DFAE AXA si fa carico delle spese di annullamento per vacanze e viaggi in Paesi per i quali trovano applicazione restrizioni / avvertenze di viaggio al più presto a partire da 30 giorni prima dell’inizio del viaggio.  

    In che circostanze l’assicurazione viaggi Intertours di AXA effettua un pagamento?

    Vi invitiamo a verificare sul sito web del DFAE e su quello dell’UFSP la situazione attuale per la vostra destinazione. Rinunciate, se possibile, a prenotare viaggi per Paesi che a breve potrebbero essere considerati regioni a rischio o per cui sono previste restrizioni. Prima di procedere a un annullamento vi preghiamo di verificare le relative condizioni del tour operator. 

    Per l’assunzione delle spese sono determinanti tre criteri: 1. quando avete prenotato il viaggio, 2. quando vi metterete in viaggio e 3. se al momento della prenotazione vigevano restrizioni per il Paese di destinazione.

    Nei seguenti casi siete assicurati:

    • al momento della prenotazione non sussistevano allerte di viaggio da parte di UFSP/DFAE o restrizioni d’entrata per il vostro Paese di destinazione; inoltre non risultava chiaro che vi sarebbero state allerte o restrizioni al momento della partenza.
    • Il vostro viaggio inizia appena dopo il 01.04.2021. 

    Se il vostro viaggio soddisfa una delle condizioni indicate e voi a causa di restrizioni per COVID-19 non potete intraprendere il viaggio, Intertours se ne assume le spese di annullamento.

    Esempi**:

    • prenotate oggi le vacanze estive per luglio 2021 in Nuova Zelanda, Italia o Svizzera.
    • Prenotate oggi le vacanze primaverili in aprile o maggio 2021 in Svizzera.

    Nei seguenti casi NON siete assicurati:

    • al momento della prenotazione l’UFSP/il DFAE aveva già espresso allerte di viaggio o restrizioni d’entrata per il vostro Paese di destinazione o risultava chiaro che vi sarebbero state allerte o restrizioni al momento della partenza.
    • Il vostro viaggio inizia prima del 01.04.2021. 

    Se il vostro viaggio soddisfa ambo i criteri, vi dovete assumere voi stessi il rischio se non potete intraprendere il viaggio a causa di COVID-19.

    Esempio**:

    • prenotate oggi le vacanze natalizie dal 24.12.2020 al 3.1.2021 in Inghilterra o negli USA.

    **Gli esempi menzionati si basano su raccomandazioni della Confederazione. Siete pregati di verificare la situazione attuale sul sito web del DFAE e UFSP.

    Malattia prima o durante il viaggio

    Se qualcuno dei viaggiatori si ammala di coronavirus e non è quindi in grado di intraprendere o proseguire il viaggio, questa fattispecie è coperta in ogni caso dall’assicurazione viaggi Intertours (spese supplementari per il viaggio di ritorno, spese supplementari per vitto e alloggio per un soggiorno imprevisto fino a un massimo di 1000 franchi per persona assicurata, nonché eventuali annullamenti ai sensi delle CGA).

    Qualora un Paese imponga delle restrizioni d’entrata (confine, quarantena) fino a una determinata data, ci assumiamo le spese di annullamento dei viaggi destinati ad iniziare entro tale data.

    Quarantena per il rientro in Svizzera

    A partire dal 6.7.2020 l’UFSP ha disposto una quarantena di diversi giorni per gli ingressi in Svizzera con provenienza da diversi Paesi. Vi invitiamo a verificare sul sito dell’UFSP quali sono gli Stati e le aree geografiche attualmente interessati da tale provvedimento.

    Per i titolari di un’assicurazione viaggi Intertours valida ci facciamo carico delle spese di annullamento se, a seguito delle regole di quarantena disposte dalle autorità per il rientro in Svizzera, i clienti non intendono più effettuare il viaggio. Questa copertura trova applicazione per le prenotazioni effettuate prima della comunicazione delle regole di quarantena da parte delle autorità. Non sussiste invece alcuna copertura per le prenotazioni fatte dopo la pubblicazione di tali regole.

     

    In caso di nuove stipulazioni delle nostre assicurazioni viaggi a partire dal 13.3.2020, gli annullamenti dovuti a coronavirus non sono più assicurati, salvo laddove ci si ammali in prima persona di coronavirus e non sia pertanto più possibile intraprendere o proseguire il viaggio.

    Se volete notificare l’annullamento di un viaggio o un imprevisto di viaggio, il modo più semplice e rapido è farlo online.

    In caso di domande su annullamenti di viaggi o imprevisti di viaggio rivolgetevi alla Hotline: tel. 0800 809 809.

  • Assicurazione malattie

    La nostra centrale operativa Medicall +41 58 218 11 11 risponde 24 ore su 24 alle vostre domande sui trattamenti all'estero e sul rimpatrio in Svizzera. Anche nei casi di sospetta infezione da coronavirus i clienti AXA possono rivolgersi alla centrale operativa.

    Per quanto riguarda le prestazioni in relazione al coronavirus vale quanto segue:

    • In linea di principio, tutte le prestazioni fornite o prescritte da un medico, ad esempio una degenza ospedaliera dovuta alla contrazione del coronavirus, sono coperte dall’assicurazione di base.
    • La Confederazione esige che anche i costi per i test vengano assunti da quest’ultima.
    • Le prestazioni dell’assicurazione complementare malattie in relazione a epidemie o pandemie sono escluse nelle Condizioni Generali di Assicurazione (CGA) di Preven-zione e promozione salute AXA. Ci adoperiamo tuttavia a rispondere sempre a qualsiasi esigenza specifica dei nostri clienti e a sostenerli in questa situazione di emergenza. Per questa ragione esaminiamo ogni singolo caso separatamente e proviamo a trovare una soluzione orientata al cliente.

    Se avete domande sulla vostra copertura assicurativa Prevenzione e promozione salute AXA, potete rivolgervi al nostro Servizio clienti al numero 0800 888 999.

  • Assicurazione di protezione giuridica

    AXA offre a privati e aziende copertura assicurativa per controversie giuridiche legate al coronavirus, ai sensi delle vigenti Condizioni Generali di Assicurazione (CGA). 

    Le controversie giuridiche sono assicurate se l’atto o l’evento che ha provocato la controversia è subentrato solo dopo la stipulazione dell’assicurazione di protezione giuridica. Per le controversie contrattuali – ad es. per annullamenti di viaggi, problemi in materia di diritto del lavoro o ritardi nelle consegne – è necessario che l’assicurazione fosse in essere al momento della prima violazione contrattuale. Per le questioni assicurative è determinante l’evento assicurato, ad es. l’inizio della disoccupazione o la richiesta di lavoro ridotto.

    Risposte a domande di carattere giuridico in relazione al coronavirus quali ad esempio diritti dei dipendenti e obblighi dei datori di lavoro, ma anche a domande in altri ambiti giuridici sono disponibili sul nostro blog.

    Se avete domande di carattere legale o se volete segnalare un caso giuridico, rivolgetevi ad AXA-ARAG - per e-mail all'indirizzo  info@axa-arag.ch o tramite il modulo di richiesta online.

    I clienti privati che non dispongono di un’assicurazione di protezione giuridica presso AXA-ARAG possono, in caso di necessità, usufruire a pagamento della consulenza una tantum su MyRight.ch

  • 3° Pilasstro– Previdenza Privata

    Assicurazione sulla vita di tipo tradizionale

    Se avete sottoscritto un’assicurazione sulla vita di tipo tradizionale con AXA le prestazioni garantite dal contratto sono sempre assicurate, indipendentemente dalle forti fluttuazioni delle borse. Lo stesso vale anche per le eccedenze già attribuite, che sono garantite alla scadenza del contratto.

    Assicurazione sulla vita con titoli

    Nell’attuale contesto di mercato, caratterizzato da continue turbolenze, è difficile fare previsioni affidabili. Si può tuttavia affermare che le contrazioni dei corsi fanno parte del mercato azionario. La storia dimostra inoltre che le crisi vengono sempre superate, a volte anche a una velocità inaspettata. Le soluzioni di previdenza sono sempre orientate al lungo termine; in più le contrazioni del mercato possono offrire anche opportunità di rendimento per via dei corsi di acquisto inferiori (effetto del prezzo medio). Per ulteriori informazioni potete consultare «Le quattro regole del risparmio azionario».

  • Teaser Image
    Coronavirus: domande e risposte relative all’assicurazione viaggi Intertours di AXA

    Avete dovuto annullare un viaggio a causa della pandemia da coronavirus? Avreste voluto assistere di persona alle partite degli Europei di calcio o ai giochi olimpici? Oppure il vostro volo è stato annullato? Ecco le risposte alle domande più frequenti sull’assicurazione viaggi.

    Per saperne di più

A seconda dell’edizione del suo prodotto assicurativo, le Condizioni Generali di Assicurazione, le coperture e le esclusioni possono variare. Consulti la sua documentazione assicurativa e se ha domande si rivolga ad AXA o al suo consulente personale.

 

Clienti commerciali

  • Assicurazione epidemie

    L’assicurazione epidemie deve, come la stessa denominazione del prodotto esprime, coprire i rischi finanziari di un evento epidemico. Secondo una definizione generalmente valida, un’epidemia è un accadimento limitato nel tempo e nello spazio, ma che corrisponde a un evento di grande entità. L’assicurazione epidemie può e vuole coprire simili eventi a livello aziendale; Essa interviene ad esempio nel caso della diffusione di un norovirus in una casa per anziani, di salmonellosi in un ristorante o di un’epidemia in un allevamento di bovini. Lo scopo dell'assicurazione epidemie è quello di tutelare singole aziende dalle conseguenze di problemi igienici e dal pericolo di una diffusione limitata nello spazio di un agente patogeno, ad esempio se in un ristorante l'impianto frigorifero si guasta e devono perciò essere eliminati dei generi alimentari oppure se un piatto avariato provoca casi di intossicazione da salmonella – eventi che negli esercizi del settore gastronomico si verificano relativamente di frequente. Queste prestazioni secondo l’estensione della copertura erano e sono garantite in qualsiasi momento.

    A differenza di un evento epidemico, un evento pandemico riguarda diversi Paesi e continenti e viene dichiarato tale dall’Organizzazione mondiale della sanità (OMS). La limitazione territoriale non è più data, motivo per cui i sinistri che si verificano durante una pandemia sono esclusi dalla copertura epidemie di AXA. La relativa clausola è contenuta nelle Condizioni Generali di Assicurazione. La copertura assicurativa per pandemie da AXA non è considerata nel premio.

    L’assicurazione epidemie si basa su misure delle autorità competenti in Svizzera (autorità a livello di cantone o Confederazione – non di comuni). A condizione che le autorità svizzere competenti adottino misure per scongiurare la diffusione di malattie trasmissibili, 

    L'assicurazione epidemie offre protezione dalle conseguenze economiche di:

    • chiusura o quarantena di aziende e parti di azienda
    • distruzione o trasformazione delle merci contaminate o presunte tali
    • interdizione dell'attività lavorativa per singole persone occupate nell'azienda
    • divieto di fornire merci a clienti dello stipulante
    • chiusura di aziende terze fornitrici o acquirenti (danni consequenziali)
    • imposizione del divieto d'accesso al territorio comunale sul quale si trova l'azienda assicurata
    • divieto di organizzare feste o altre manifestazioni

    L’11.03.2020 l’OMS ha dichiarato per la prima volta che l’attuale diffusione del nuovo coronavirus rappresenta una pandemia, che corrisponde al cosiddetto grado pandemico 6. Per questo motivo dall’11.03.2020 è applicabile l’esclusione della copertura; questa viene quindi meno per i sinistri verificatisi a partire da questa data.

    Per quanto riguarda i sinistri verificatisi prima di questo giorno di riferimento, la valutazione della copertura avviene in base alle condizioni contrattuali individuali. In caso di domande vi preghiamo di rivolgervi al vostro consulente.

    Se le autorità all’estero adottano misure per scongiurare la diffusione di malattie trasmissibili (provvedimenti di quarantena, limitazioni ai viaggi e alle consegne, ecc.), la copertura assicurativa non è operante. Disdette di prenotazioni a causa di misure o raccomandazioni di autorità estere non sono assicurate.

    La copertura effettiva si basa sulle condizioni contrattuali individuali. In caso di domande rivolgetevi al vostro consulente.  

  • Assicurazione viaggi di lavoro Professional

    La situazione relativa al coronavirus è estremamente fluida e, a seconda del numero di casi e dei tassi di nuove infezioni nei singoli Paesi, lo scenario cambia in parte in modo molto rapido e repentino. Seguiamo questi sviluppi con costanza e attenzione e siamo al fianco dei nostri clienti con consigli e assistenza personale.

    In linea generale vale quanto segue: sulla scorta delle raccomandazioni di viaggio del DFAE AXA si fa carico delle spese di annullamento per vacanze e viaggi in Paesi per i quali trovano applicazione restrizioni / avvertenze di viaggio al più presto a partire da 30 giorni prima dell’inizio del viaggio.  In questo modo desideriamo offrirvi sicurezza nella pianificazione delle vostre ferie.

    Le spese di annullamento sono parimenti coperte se a seguito di una seconda ondata di diffusione del virus vengono decretate nuove restrizioni di viaggio.

    Vi invitiamo a verificare sul sito web del DFAE e su quello dell’UFSP la situazione attuale per la vostra destinazione. 

    Se qualcuno dei viaggiatori si ammala di coronavirus e non è quindi in grado di intraprendere o proseguire il viaggio, questa fattispecie è coperta in ogni caso dall’assicurazione viaggi Intertours (spese supplementari per il viaggio di ritorno, spese supplementari per vitto e alloggio per un soggiorno imprevisto fino a un massimo di 1000 franchi per persona assicurata, nonché eventuali annullamenti ai sensi delle CGA).

    Qualora un Paese imponga delle restrizioni d’entrata (confine, quarantena) fino a una determinata data, ci assumiamo le spese di annullamento dei viaggi destinati ad iniziare entro tale data.

    Quarantena per il rientro in Svizzera

    A partire dal 6.7.2020 l’UFSP ha disposto una quarantena di diversi giorni per gli ingressi in Svizzera con provenienza da diversi Paesi. Vi invitiamo a verificare sul sito dell’UFSP quali sono gli Stati e le aree geografiche attualmente interessati da tale provvedimento.

    Per i titolari di un’assicurazione viaggi Intertours valida ci facciamo carico delle spese di annullamento se, a seguito delle regole di quarantena disposte dalle autorità per il rientro in Svizzera, i clienti non intendono più effettuare il viaggio. Questa copertura trova applicazione per le prenotazioni effettuate prima della comunicazione delle regole di quarantena da parte delle autorità. Non sussiste invece alcuna copertura per le prenotazioni fatte dopo la pubblicazione di tali regole.

     

    Se dal 14.3.2020 prenotate un viaggio, prima che le limitazioni ai viaggi in merito al coronavirus siano state cancellate, al momento questo viaggio non è assicurato.

    In caso di nuove stipulazioni delle nostre assicurazioni viaggi a partire dal 13.3.2020, gli annullamenti dovuti a coronavirus non sono più assicurati, salvo laddove ci si ammali in prima persona di coronavirus e non sia pertanto più possibile intraprendere o proseguire il viaggio.

    Se volete notificare l’annullamento di un viaggio o un imprevisto di viaggio, il modo più semplice e rapido è farlo online.

    In caso di domande su annullamenti di viaggi o imprevisti di viaggio rivolgetevi alla Hotline: tel. 0800 809 809.

  • Assicurazione trasporti

    Aspetti generali

    • L’assicurazione dei trasporti di merci copre la perdita e il danneggiamento delle merci durante il viaggio assicurato. AXA può corrispondere un indennizzo solo se le merci assicurate vengono danneggiate o vanno perdute durante il trasporto (vale a dire se scompaiono e non sono più rintracciabili).
    • Eventuali penali dovute a ritardi o mancate consegne rientrano tra i rischi commerciali ossia imprenditoriali. L’assicurazione dei trasporti di merci non può erogare alcuna prestazione in tal senso.
    • Se le vostre merci non vengono consegnate a causa di limitazioni dovute al coronavirus, non sussiste alcun diritto di indennizzo (eccezione: eventuali spese supplementari ai sensi dell’assicurazione delle spese supplementari – vedi sotto).
    • La vostra assicurazione trasporti decorre dal momento in cui la vostra merce è caricata sul mezzo di trasporto e/o nel container con il quale viene effettuato il viaggio assicurato. L'assicurazione termina alla fine del viaggio assicurato, quando la merce è stata scaricata dal mezzo di trasporto, ovvero dal container, presso il destinatario. Durante le giacenze e/o gli stoccaggi causati da ritardi, la copertura assicurativa resta operante senza pagamento del premio al massimo per 60 giorni (o per la durata indicata nella polizza) per ciascuna giacenza. Per giacenze o stoccaggi di durata maggiore, la copertura assicurativa può essere estesa d’intesa con AXA dietro pagamento di un sovrappremio.

    In quali casi AXA può corrispondere un indennizzo e in quali no?

    • AXA si fa carico delle spese di prevenzione e di limitazione del danno laddove si sia verificato o risulti imminente un sinistro assicurato. Lo stesso vale per le spese supplementari per il trasbordo, l’immagazzinamento provvisorio e il successivo inoltro.
    • L’assicurazione dei trasporti di merci non copre tuttavia le conseguenze di un ritardo nel trasporto o nella consegna, qualunque ne sia la causa.
    • L’assicurazione non copre nemmeno i danni che non colpiscono direttamente la merce assicurata (ad es. perdite di interessi, perdite per oscillazione dei cambi o dei prezzi, perdite di usufrutto o di esercizio), gli oneri connessi ad un sinistro, controstallie e diritti di giacenza, supplementi di nolo di ogni genere, i cosiddetti «danni indiretti».
    • A seconda che la vostra polizza contenga o meno un’assicurazione delle spese supplementari, è possibile che le spese supplementari in seguito a un imprevisto ritardo nella consegna durante il viaggio siano considerate assicurate, anche nel caso in cui la merce non sia stata danneggiata. Ne fanno parte:
      • trasporti multipli, costi supplementari, trasporti aerei
      • spese per il trasbordo su un altro mezzo di trasporto e successivo inoltro fino al luogo di destinazione originario

    La clausola sulle spese supplementari elenca in modo esaustivo quali sono esattamente le spese che AXA si assume in un simile caso. La prestazione viene limitata dalla somma massima menzionata nella polizza.

    • Imprevisti ritardi nella consegna possono riguardare solo le merci che sono state spedite prima dello scoppio dell’epidemia di coronavirus. Se adesso vengono spedite merci verso “zone rosse” o destinazioni in cui siano già noti problemi di preparazione alla spedizione e di consegna, un ritardo nella consegna non può più essere considerato come imprevisto.
    • Le assicurazioni interruzione d’esercizio e pene convenzionali per i trasporti, a differenza delle assicurazioni spese supplementari, nel caso di un imprevisto ritardo nella consegna durante il viaggio non prevedono alcun obbligo di prestazione.

    Quali regole si applicano in relazione a fiere ed esposizioni?

    Se la vostra polizza contiene una relativa condizione particolare, AXA può versare un indennizzo solo se non potete partecipare a una fiera o un’esposizione che si svolge regolarmente oppure potete parteciparvi solo in misura limitata o generando spese supplementari, a causa del danneggiamento, del ritardo nella consegna o del mancato arrivo di una parte o di tutte le merci, sul luogo dell’esposizione. La condizione particolare elenca in modo esaustivo quali sono le spese che AXA si assume in un simile caso nel quadro dalla somma massima menzionata nella polizza.  

    • Non sussiste alcun obbligo di prestazione se la fiera o l’esposizione in questione non può svolgersi a causa di limitazioni dovute al coronavirus.

    Sulla base delle coperture individuali, AXA valuta ogni caso singolarmente. Per informazioni rivolgetevi durante gli orari d'ufficio al numero +41 58 215 32 20.

    Consigli per gli esportatori:

    • Fermate da subito tutte le consegne in “zone rosse” già note o in destinazioni in cui vi sono problemi di preparazione e di consegna.
    • Richiamate, se possibile con l’aiuto dello spedizioniere, le merci che già sono in viaggio in zone rosse o in destinazioni con problemi di preparazione alla spedizione e di consegna, fatele porre in un deposito temporaneo o deviatele verso una destinazione alternativa. Verificate se le merci possono eventualmente essere rivendute altrove (in particolare prodotti freschi).
    • Per tutte le domande inerenti logistica e trasporti vi raccomandiamo di rivolgervi direttamente al vostro vettore o spedizioniere.
  • Assicurazione della responsabilità sul traffico di merci

    Lo spedizioniere o il vettore non risponde per danni dovuti a cause di forza maggiore. AXA sostiene lo stipulante nella difesa contro le pretese ingiustificate. 

  • Assicurazione cose

    La premessa per una copertura in caso di danni da interruzione d’esercizio o consequenziali è che si sia verificato un danno materiale – quindi un rischio, come incendio, acqua, furto che deve essersi realizzato. Interruzione d’esercizio senza danno materiale sono escluse dalla copertura senza alcuna eccezione. Un caso di coronavirus o incapacità lavorative o chiusure aziendali ad esso dovute non sono coperte, poiché in questo caso non si tratta di un danno materiale.

  • Assicurazione di indennità giornaliera in caso di malattia

    Se vi è stata un’infezione da coronavirus e la persona assicurata si ammala ed è inabile al lavoro, vengono erogate le prestazioni assicurate. AXA classifica il caso come incapacità lavorativa anche se una persona assicurata infetta ma asintomatica viene messa in quarantena e non può lavorare.

    Il presupposto in tal senso è però in ogni caso che vi sia una „malattia“ e che l’incapacità lavorativa venga attestata da un medico.  

    Ma se una persona assicurata non infetta si trova in quarantena in casa su istruzione ad es. del datore di lavoro e non può perciò lavorare (mero provvedimento di prevenzione), allora AXA non versa alcuna indennità giornaliera. In un simile caso non siamo in presenza di una malattia che dà diritto alle prestazioni ai sensi delle Condizioni Generali di Assicurazione (CGA).

  • Assicurazione infortuni obbligatoria (LAIO)

    Per infezioni da coronavirus legate a un’attività professionale in un ospedale o in un laboratorio e che vengono dunque considerate malattie professionali, nell’ambito dell’assicurazione contro gli infortuni eroghiamo le prestazioni assicurative definite per legge, in particolare ci facciamo carico delle spese di cura e versiamo indennità giornaliere per l’incapacità lavorativa legata alla malattia. Lo stesso vale se un assicurato, nel quadro della sua attività professionale, deve recarsi in un’area a rischio elevato e qui viene contagiato. 

  • 2° pilastro (fondazioni collettive AXA)

    In linea generale, non sono poste limitazioni alle prestazioni in caso di decesso o d’incapacità lavorativa dovuto/a a un’infezione da coronavirus. Tuttavia, se l’AVS/AI riduce, revoca o rifiuta una prestazione perché l’avente diritto ha cagionato la morte o l’invalidità per colpa grave, la fondazione riduce le sue prestazioni previdenziali in misura corrispondente (regolamento di previdenza, punto 35.3).

    Diritto all’esonero dal pagamento dei contributi

    Se vi è stata un’infezione da coronavirus e la persona assicurata si ammala ed è inabile al lavoro, sorge il diritto all’esonero dal pagamento dei contributi. La fondazione classifica come incapacità lavorativa anche il caso in cui una persona assicurata, infettata ma asintomatica, venga messa in quarantena e non sia in grado di lavorare.

    In ogni caso, la condizione è che sussista una «malattia» e che l’incapacità lavorativa venga attestata da un medico.

    Ciò non si verifica, tra l’altro, qualora una persona assicurata non infettata resti a casa in quarantena per volere, ad esempio, del datore di lavoro e, di conseguenza, non possa lavorare (pura misura preventiva). In questa situazione non sorge alcun diritto all’esonero dal pagamento dei contributi. In un simile caso non si è in presenza di un’incapacità lavorativa che dà diritto alle prestazioni conformemente al regolamento di previdenza, punto 20.

  • Assicurazione di protezione giuridica

    AXA offre a privati e aziende copertura assicurativa per controversie giuridiche legate al coronavirus, ai sensi delle vigenti Condizioni Generali di Assicurazione (CGA). 

    Le controversie giuridiche sono assicurate se l’atto o l’evento che ha provocato la controversia è subentrato solo dopo la stipulazione dell’assicurazione di protezione giuridica. Per le controversie contrattuali – ad es. per annullamenti di viaggi, problemi in materia di diritto del lavoro o ritardi nelle consegne – è necessario che l’assicurazione fosse in essere al momento della prima violazione contrattuale. Per le questioni assicurative è determinante l’evento assicurato, ad es. l’inizio della disoccupazione o la richiesta di lavoro ridotto.

    Se avete domande di carattere legale o se volete segnalare un caso giuridico, rivolgetevi ad AXA-ARAG - per e-mail all'indirizzo  info@axa-arag.ch o tramite il modulo di richiesta online.

  • Teaser Image
    Per le aziende: informazioni principali sul coronavirus

    Una panoramica di tutte le informazioni importanti per le aziende: i corona-kit specifici dei vari cantoni, le FAQ sulla vostra cassa pensione e sull’indennità giornaliera in caso di malattia e molto altro ancora.

    Informazioni per le aziende

AXA e lei

Contatto Avviso sinistro Offerte di lavoro Media Broker myAXA Valutazioni dei clienti Portale officine Abbonare la newsletter

AXA nel mondo

AXA nel mondo

Restare in contatto

DE FR IT EN Avvertenze per l'utilizzazione Protezione dei dati © {YEAR} AXA Assicurazioni SA

Utilizziamo cookie e tool di analisi per migliorare la navigazione sulla pagina internet e personalizzare la pubblicità di AXA e dei partner pubblicitari. Maggiori informazioni: Protezione dei dati