Work@AXA

«Dedico il tempo libero alla mia auto d’epoca»

Foto: Vital Stoll
Condividere su Facebook Condividere su Twitter ch.axa.i18.share.google Condividere su LinkedIn Condividere su Xing Condividere su Pinterest Convididere per e-mail

La stessa passione che mette lavorando per AXA, Cordula Winter la dedica anche al suo hobby: le vetture d’epoca

Da un anno e mezzo Cordula Winter è responsabile Customer Experience presso AXA Svizzera: il suo compito è fare in modo che l’esperienza del cliente nei confronti di AXA sia positiva, rapida, semplice e intuitiva, tanto al telefono quanto via e-mail, per lettera o su Internet. In altre parole significa suscitare emozioni gradevoli, che il cliente ricorderà con piacere: ed è questo che Cordula fa con grinta e passione. Ma nel tempo libero il suo cuore batte per le vecchie automobili: decisamente l’hobby che non ti aspetti da una vivace signora decisamente femminile. Questa passione è un «dono» di famiglia: la nonna e il padre avevano già cominciato a collezionare pezzi rari e si può dire che Cordula è praticamente nata su un’auto d’epoca: «Quando mia madre ha iniziato il travaglio, la nostra auto di tutti i giorni era guasta, quindi mio padre ha dovuto usare uno dei suoi pezzi da collezione per portarla in ospedale. Per un pelo non sono venuta al mondo sulla storica DKW Monza: la mia passione per le vetture d’epoca è stata quindi quasi inevitabile», sorride la tedesca 44enne.

«Sono una vera amante delle auto d’epoca, nelle mie vene scorre benzina al posto del sangue»

Già da ragazza il padre le aveva insegnato le caratteristiche tecniche di un motore di automobile e la sua prima vettura, una Fiberfab Bonito degli anni Settanta, Cordula se l’è comprata a 16 anni. Utilizzando pezzi di ricambio racimolati presso impianti di autodemolizione e lavorando alacremente, ha assemblato da sola una kitcar con carrozzeria in fibra di vetro, look GT 40. Costruire questo «bolide piatto su base maggiolone» l’ha segnata per la vita e ancora oggi si occupa direttamente della manutenzione e riparazione delle proprie auto: un bel modo per staccare dal quotidiano lavorativo! 

In gioventù Cordula, originaria di Karlsruhe, ha partecipato addirittura a gare su pista e rally. Oggi guida solo vetture d’epoca: ma sentire un motore che sale di giri per lei è sempre l’espressione della felicità pura. «Sono una vera amante delle auto d’epoca, nelle mie vene scorre benzina al posto del sangue». La sua passione ha già contagiato la famiglia: «Mio marito preferisce guidare la più recente Porsche 911: non si attenta ad avvicinarsi alle mie ‘vecchie’», spiega Cordula ridendo di cuore. Anche la sua preferita è una Porsche: un modello 356 del 1957, con cui percorre quasi 10 000 km all’anno. Poi ha ereditato una DKW 3=6 degli anni Cinquanta dalla nonna e sul lago di Zurigo è ancorato un Guggisberg Silbermöwe, motoscafo sportivo degli anni Sessanta.

Cordula Winter si occupa da sola della manutenzione e riparazione della propria auto d’epoca.

Cordula Winter si occupa da sola della manutenzione e riparazione della propria auto d’epoca.

La passione di Cordula per questo hobby interessante si spinge tanto in là da averla indotta a chiamare suo figlio come il costruttore Ferdinand «Ferry» Anton Ernst Porsche, che nel 1948 mise in strada la Porsche 356 Roadster N. 1. Figlio che già oggi è un appassionato «navigatore»: «Sin da quando aveva tre anni non voleva salire sulla 911 della mamma, ma si rotolava a terra finché non otteneva di viaggiare su una vettura d’epoca». Lo porta spesso con sé durante le uscite, soprattutto d’estate: «In questi casi non si parla più di velocità ma di tempo di qualità con la mia famiglia». Mentre sul lavoro per Cordula non si viaggia mai abbastanza veloci, nella vita privata i principi fondamentali sono prudenza e sicurezza: «Anche se personalmente ho il piede piuttosto pesante, non rischio mai: per me i miei due uomini sono troppo preziosi, come pure le mie auto storiche».

«Può sembrare un controsenso: viaggiare su un’auto d’epoca significa sentire il brivido dell’accelerazione, ma la cosa più bella è staccare».

Se il tempo è bello si reca anche al lavoro con l’auto d’epoca, che porta simpatia, genera gioia e sorrisi nelle persone, ovunque essa si presenti. «Può sembrare un controsenso: viaggiare su un’auto d’epoca significa sentire il brivido dell’accelerazione, ma la cosa più bella è staccare», dice Cordula.

  • Teaser Image
    Assicurazione Oldtimer AXA: per auto o moto di oltre 25 anni

    Potete configurare in modo individuale la copertura ottimale per il vostro veicolo d’epoca. Scegliete un’assicurazione casco totale o casco parziale. Sono inclusi nell’assicurazione anche speciali rischi per veicoli oldtimer, senza alcun supplemento di premio! L’ampliamento della copertura gratuito per veicoli d’epoca include la partecipazione ai raduni, pezzi di ricambio, danni di trasporto, sostituzione di serrature in seguito a furto o perdita di chiavi e un aumento della copertura se il valore del mezzo aumenta.

    Continua

Calendario raduni ed eventi per vetture d’epoca e storiche 2019

Siete interessati ad aste, raduni, viaggi o fiere per vetture d’epoca? 

Continua >

Articolo correlato

Utilizziamo cookie e tool di analisi per migliorare la navigazione sulla pagina internet e personalizzare la pubblicità di AXA e dei partner pubblicitari. Maggiori informazioni: Protezione dei dati