Trend

Un’app che avverte i ragazzi prima di postare offese

Condividere su Facebook Condividere su Twitter Condividere su LinkedIn Condividere su Xing Convididere per e-mail

«Ti faccio fuori!»: basta un attimo per scrivere e condividere una minaccia del genere, che rischia di avere gravi conseguenze per tutti i soggetti coinvolti. Una nuova app di Pro Juventute interviene prima che sia troppo tardi. La tastiera intelligente avverte i ragazzi che redigono commenti offensivi o che hanno sullo smartphone foto sessualmente esplicite. 

In Svizzera, ai ragazzi viene dato perlopiù il primo cellulare tra i 9 e i 12 anni, cosa che in genere cambia radicalmente l’uso che fanno dei social media. Cominciano ad andare sempre più spesso su Internet e sui social network e a sfruttare con entusiasmo le infinite possibilità di accesso alla rete offerte loro dal dispositivo mobile, come Tiktok, Youtube, Instagram, Snapchat o Whatsapp. Di solito, però, a causa della giovane età, non si rendono conto fino in fondo dei pericoli e dei rischi che vi si annidano e naturalmente non hanno più voglia di parlarne con i genitori. 

Avviso inviato direttamente sullo smartphone

È qui che entra in gioco «wup» (tedesco). L’app messa a punto da Pro Juventute accompagna i ragazzi che muovono i primi passi nel mondo dei social media e dei servizi di messaggistica. Se hanno sullo smartphone foto spinte o vogliono postare testi sconvenienti, la tastiera intelligente li avverte. Ad esempio, chi si accinge a rivelare online il proprio indirizzo di domicilio, a spedire contenuti offensivi o immagini che lo ritraggono in atteggiamenti sconvenienti riceve un avviso dall’app. Questa propone messaggi o video con suggerimenti adatti alla sua età che gli forniscono maggiori informazioni sui rischi a cui si espone, senza però bloccare contenuti né salvare dati di utilizzo. I genitori hanno invece accesso a un’area in cui vengono messi a disposizione consigli utili sotto forma di testi e video per aiutare i figli a utilizzare correttamente lo smartphone, i social media e i servizi di messaggistica.

Sensibilizzarli per tempo ai pericoli della rete con l’aiuto di AXA

Nell’ambito del suo impegno sociale, da diversi anni AXA sostiene l’offerta di Pro Juventute in materia di competenze mediali, ora anche in veste di partner dell’app wup. «Diciamo la verità: a volte anche noi adulti avremmo bisogno di essere messi in guardia prima di lasciare traccia di dati personali in rete. Infatti, oggigiorno saperli gestire in modo responsabile rappresenta una sfida anche per i grandi. A maggior ragione occorre affiancare i nostri figli in questo campo e sensibilizzarli per tempo ai possibili rischi», afferma Regula Schenkel, responsabile Public Affairs & Sustainability di AXA. «Fedeli alla promessa del marchio ˂Know You Can˃, intendiamo contribuire a renderli consapevoli dei rischi e delle opportunità non appena si avventurano da soli su Internet», aggiunge.

La versione in lingua tedesca dell’app wup per Android e iOS può già essere scaricata da Google Play e dall’App Store, mentre il lancio di quella in francese e in italiano è previsto nel corso del 2021.

Articolo correlato

AXA e lei

Contatto Avviso sinistro Offerte di lavoro Media Broker myAXA Login Valutazioni dei clienti Portale officine Abbonare la newsletter myAXA FAQ

AXA nel mondo

AXA nel mondo

Restare in contatto

DE FR IT EN Avvertenze per l'utilizzazione Protezione dei dati / Cookie Policy © {YEAR} AXA Assicurazioni SA

I cookie e tool di analisi che utilizziamo ci permettono di migliorare la vostra fruizione del sito, personalizzare la pubblicità di AXA e dei suoi partner pubblicitari e mettere a disposizione funzioni social media. Purtroppo con Internet Explorer 11 non è possibile modificare le impostazioni cookie dal nostro Centro preferenze cookie. Se desiderate modificare tali impostazioni vi preghiamo di usare un browser aggiornato. Utilizzando il nostro sito Internet con questo browser acconsentite all’utilizzo di cookie. Protezione dei dati / Cookie Policy