In viaggio

Svernare correttamente la barca: le sei 6 fasi fondamentali

Condividere su Facebook Condividere su Twitter Condividere su LinkedIn Condividere su Xing Convididere per e-mail

Dopo una lunga estate di intenso piacere trascorsa sull’acqua, a fine stagione è tempo di preparare l’imbarcazione per i mesi freddi. Svernare correttamente la barca è fondamentale: chi trascura il rimessaggio invernale arrischia di avere una brutta sorpresa nella prossima stagione nautica.

Svernare un’imbarcazione a vela o a motore è faticoso e richiede un notevole dispendio di tempo. Ma è importante! La mancata adozione di adeguate misure preventive può costare caro. Soprattutto i principianti tendono a sottovalutare questo impegno e in primavera sono poi costretti a effettuare costose riparazioni. Ne abbiamo parlato con Daniel Lindemann, il nostro specialista in assicurazioni di barche, e vi illustriamo come rimessare in sei fasi per l’inverno la vostra imbarcazione. 

Fase 1: Trovare un luogo per lo svernamento

Per il rimessaggio invernale della vostra barca vi si offrono a scelta tre opzioni:

  • Svernamento nel capannone

L’opzione migliore è ricoverare in inverno la barca in un capannone riscaldato, dove è perfettamente protetta contro le intemperie, ossia il vento, la pioggia e anche l’umidità. Il solo svantaggio è dato dai costi che ne derivano.

  • Svernamento all’aperto

Coperta con un buon telone, la barca può superare l’inverno anche all’aperto. Prestate attenzione a riporla su un supporto sufficientemente alto in modo che il freddo e l'umidità del terreno non possano danneggiare lo scafo.

  • Svernamento in acqua

Lo svernamento in acqua è l’opzione economicamente più vantaggiosa e vi consente, se occorre, di utilizzare la vostra imbarcazione in qualsiasi momento. Tuttavia, vi sono anche degli svantaggi: negli inverni freddi rischiate di subire danni dal gelo e vi fate sfuggire il periodo migliore per eseguire le riparazioni. Inoltre, non potete esimervi dal controllare, dopo ogni tempesta e maltempo, se la vostra barca ha subito danni.  

Per rimessare la vostra imbarcazione per l’inverno dovete assolutamente coprirla con un telone – a prescindere che lo svernamento avvenga a terra o in acqua. Assicuratevi che vi sia una buona circolazione dell'aria sotto il telone, poiché in caso contrario possono formarsi acqua di condensa e muffa.

Fase 2: Rimuovere completamente l’acqua

Il pericolo principale nello svernare l’imbarcazione risiede nell’espansione dell’acqua residua in seguito alla solidificazione per congelamento. A questo punto si corre infatti il grave rischio che tubazioni e serbatoi scoppino per effetto della forte pressione. Per evitarlo occorre scaricare tutta l'acqua nel serbatoio dell'acqua potabile, nella doccia esterna e nel boiler – lo stesso vale per la toilette di bordo. Dopo aver scaricato l'acqua, il serbatoio dell'acqua potabile deve essere pulito e poi riempito con un antigelo atossico esplicitamente adatto agli impianti di acqua potabile. 

Fase 3: Pulire correttamente la barca

Prima del rimessaggio invernale occorre pulire con cura lo scafo e l’opera viva o carena. Nel corso di questa operazione potete anche rimuovere le alghe dalle eliche e dal ponte. Anche l’ancora e la catena di ancoraggio vanno ripulite dallo sporco. Il modo più semplice e veloce per farlo è utilizzare un'idropulitrice ad alta pressione. Attenzione però: l’idropulitrice ad alta pressione va utilizzata a seconda del materiale di rivestimento dello scafo. I danni minori possono essere riparati con un apposito stucco. Per pulire gli interni è sufficiente un detergente multiuso. 

Scaricare tutta l’acqua è il punto cruciale nel rimessaggio invernale della barca

Daniel Lindemann, Specialista in assicurazioni di barche presso AXA

Fase 4: Verificare e preparare le batterie e l’elettronica di bordo

Caricate completamente l’accumulatore delle batterie di bordo prima di prepararle per l’inverno. Se possibile, toglietele dall’imbarcazione e collegatele a un caricabatterie di conservazione al caldo, in quanto la durata delle batterie nautiche può ridursi sensibilmente a causa della scarica totale delle batterie stesse e del freddo. Se non riuscite a rimuovere le batterie, durante i mesi invernali tutti i circuiti dell’imbarcazione devono essere spenti.

Controllate inoltre tutti gli interruttori, dispositivi di sicurezza e cavi per evitare fenomeni di corrosione e corti circuiti. È consigliabile rimuovere i dispositivi elettronici, batterie e accumulatori dall’imbarcazione, mentre è preferibile lasciare dov’è l’impianto elettrico di bordo.

Fase 5: Cura del motore

Difetti del motore causati da gelo e ruggine si verificano perlopiù in inverno. È quindi consigliabile cambiare l’olio del motore e sostituire il filtro prima dello svernamento. Il cambio dell’olio va effettuato preferibilmente quando la vostra barca è ancora in acqua. In inverno è particolarmente importante che l’acqua non geli nel circuito di raffreddamento, in modo da evitare danni dal gelo al motore. Per assicurarsene è possibile scaricare l’acqua dal motore o utilizzare un antigelo adatto.

Fase 6: Sfruttare saggiamente l’inverno

Il rimessaggio invernale vi offre l’occasione perfetta per rimettere in piena forma la vostra imbarcazione: ora avete finalmente modo di eseguire tutte le riparazioni (minori) che avete sempre rimandato nel corso dell’anno. La pausa invernale è anche il momento ideale per curare la manutenzione dell’equipaggiamento di bordo (estintori, giubbotti di salvataggio ecc.). 

Articolo correlato

AXA e lei

Contatto Avviso sinistro Offerte di lavoro Media Broker myAXA Valutazioni dei clienti Portale officine Abbonare la newsletter

AXA nel mondo

AXA nel mondo

Restare in contatto

DE FR IT EN Avvertenze per l'utilizzazione Protezione dei dati / Cookie Policy © {YEAR} AXA Assicurazioni SA

I cookie e tool di analisi che utilizziamo ci permettono di migliorare la vostra fruizione del sito, personalizzare la pubblicità di AXA e dei suoi partner pubblicitari e mettere a disposizione funzioni social media. Purtroppo con Internet Explorer 11 non è possibile modificare le impostazioni cookie dal nostro Centro preferenze cookie. Se desiderate modificare tali impostazioni vi preghiamo di usare un browser aggiornato. Utilizzando il nostro sito Internet con questo browser acconsentite all’utilizzo di cookie. Protezione dei dati / Cookie Policy