A casa

Accesso vietato? Violazione di domicilio in Svizzera

Condividere su Facebook Condividere su Twitter Condividere su LinkedIn Condividere su Xing Convididere per e-mail

La privacy è un bene prezioso. L’abitazione di proprietà e i locali con una valenza altrettanto privata sono infatti tutelati con particolare attenzione dalla legge. Chi viola questo diritto, in Svizzera commette una violazione di domicilio.

Qualcuno è entrato senza permesso nelle vostre quattro pareti domestiche o siete voi a essere accusati di averlo fatto? In tal caso è importante sapere cosa potete e cosa dovreste fare. In Svizzera, infatti, la violazione di domicilio è un reato e, se denunciato, può avere conseguenze di natura legale. Rivolgetevi a noi per saperne di più.

Ecco come il Codice penale svizzero definisce la violazione di domicilio

Magari sarà già capitato anche a voi: avete sbagliato indirizzo e improvvisamente vi siete trovati in un giardino o un ingresso di casa altrui. Fortunatamente, in genere questi errori non sfociano in una condanna. A primo acchito, tuttavia, l’impressione potrebbe essere che abbiate commesso una violazione di domicilio. Questo reato rientra nella fattispecie dei reati contro la libertà personale, ossia dei «crimini o delitti contro la libertà personale». In Svizzera, infatti, ognuno è libero di decidere chi possa entrare nella propria abitazione, nel proprio edificio o nel proprio fondo e trattenervisi. 

Il Codice penale svizzero (CP), disciplina la violazione di domicilio all’articolo 186 come segue:

«Chiunque, indebitamente e contro la volontà dell’avente diritto, s’introduce in una casa, in un’abitazione, in un locale chiuso di una casa, od in uno spiazzo, corte o giardino cintati e attigui ad una casa, od in un cantiere, oppure vi si trattiene contro l’ingiunzione d’uscirne fatta da chi ne ha diritto, è punito, a querela di parte, con una pena detentiva sino a tre anni o con una pena pecuniaria». 

In questo contesto, per «spiazzo cintato» s’intende un luogo delimitato da una recinzione o uno sbarramento analogo. Nelle dovute circostanze, inoltre, l’articolo 186 non si riferisce soltanto a case e abitazioni: anche tende, case galleggianti e altri luoghi abitati o occupati da persone possono, in via eccezionale, rientrare nel perimetro di tutela del CP. Analogamente, la protezione può riguardare anche solo parti dell’edificio o persino singole stanze, ad esempio in un hotel. 

Caratteristiche della fattispecie della violazione di domicilio

Il reato di violazione di domicilio si basa sull’inviolabilità del domicilio (diritto di polizia). Esso autorizza privati e aziende a esercitare il controllo sulla loro proprietà o sui loro locali e a negare l’accesso a persone o allontanarle dall’area. Lo scopo è proteggere la sfera privata e la libera volontà. Per essere certi che si tratti anche realmente di violazione di domicilio nel senso previsto dalla disciplina giuridica svizzera, occorre che si realizzino determinate caratteristiche della fattispecie: 

  1. Deve trattarsi di un immobile protetto.
  2. O qualcuno si introduce nell’immobile senza il permesso dell’avente diritto o si trattiene al suo interno nonostante l’intimazione di quest’ultimo ad abbandonare il luogo.
  3. L’atto è illecito e ingiustificato; sono previste eccezioni, ad esempio, in caso di perquisizione da parte della polizia.
  4. Dolo: la persona in questione sa di trovarsi in un’area protetta senza autorizzazione; l’introduzione accidentale non è punibile.
  • Teaser Image
    Diritto sui rapporti di vicinato

    Grigliate, cani che abbaiano, taglio del prato nel fine settimana: la convivenza con i vicini non è sempre facile. Abbiamo raccolto le risposte alle domande di carattere giuridico più comuni in tema di liti di vicinato.

    Leggete il blog

Che cosa s’intende in Svizzera per violazione di domicilio?

Sebbene i presupposti per la violazione di domicilio siano chiari, a maggior ragione questi punti devono essere soddisfatti con assoluta certezza. Ecco qualche esempio pratico per comprendere meglio la fattispecie.

  1. Accesso abusivo a case o appartamenti
    Un classico caso di violazione di domicilio è quando qualcuno si introduce senza il vostro permesso nei vostri locali privati. In pratica la violazione di domicilio è spesso associata ai furti con scasso: si verifica quando una persona si procura l’accesso attraverso un danno materiale e poi commette un furto. 
  2. Introduzione in giardini e cortili privati
    In Svizzera sia i giardini che i cortili sono protetti per legge contro la violazione di domicilio. In questo caso, tuttavia, si possono presto generare conflitti se, ad esempio, tra vicini c’è disaccordo in merito a confini o diritti d’uso concordati. 
  3. Accesso abusivo a stabili commerciali o industriali
    La violazione di domicilio non riguarda soltanto la vostra residenza privata: anche intrufolarsi senza autorizzazione in locali commerciali chiusi è reato – tanto più che spesso lo si fa per compiere altri atti criminali come il furto. Anche coloro che accedono a un complesso industriale o all’area recintata di un’azienda senza la necessaria autorizzazione sono colpevoli di violazione di domicilio.
  4. Permanenza illecita a manifestazioni ed eventi
    Che si tratti di un auditorium, un teatro o uno stadio di calcio, gli organizzatori godono del diritto di polizia, per cui hanno la facoltà di farvi allontanare dai loro locali o di sancire un divieto d’accesso. Chi non lo rispetta commette una violazione di domicilio. Lo stesso dicasi se vi trattenete all’interno dell’area della manifestazione senza autorizzazione – o con parole semplici: senza biglietto d’ingresso. 
  5. Violazione di domicilio in edifici e mezzi pubblici
    Vige il diritto di polizia, che compete anche ai gestori delle compagnie di trasporto. Il loro personale è pertanto autorizzato a far scendere dal mezzo chi viola le norme di trasporto. Se ci si oppone, si commette violazione di domicilio. Si rendono colpevoli dello stesso reato anche coloro che si introducono in strutture statali o edifici pubblici come scuole, ospedali o tribunali senza autorizzazione.

Se locatori e inquilini commettono una violazione di domicilio

Una casistica particolare è quella degli appartamenti e delle case in affitto. Sebbene da un lato siano di proprietà dei locatori, dall’altro i locali vengono ceduti agli inquilini per un utilizzo – più o meno – illimitato. A prescindere dalle specificità del singolo contratto d’affitto, entrambe le parti possono dunque rendersi colpevoli di violazione di domicilio. 

Nel caso degli inquilini, in certi casi possono diventare perseguibili anche se accedono a parti dell’edificio per le quali non sono autorizzati

Ma lo stesso principio vale anche per la controparte: i locatori che, senza l’espresso consenso dell’inquilino, si trattengono all’interno dell’immobile locato commettono una violazione di domicilio ai sensi del diritto vigente in Svizzera. È loro obbligo, infatti, rispettare la privacy e il godimento indisturbato dei locali affittati. Entrare in un appartamento in affitto senza preavviso è dunque consentito solo per motivi fondati, ad esempio in caso di pericolo imminente. I locatori, inoltre, non possono di loro iniziativa e senza ordinanza del tribunale adottare provvedimenti di sfratto per far uscire gli inquilini dall’appartamento. Allo stesso modo, dopo una disdetta questi ultimi hanno però anche l’obbligo di lasciare i locali in questione. Se non lo fanno, anche questa è una violazione di domicilio.

Le conseguenze della violazione di domicilio

In Svizzera la violazione di domicilio rappresenta una percentuale relativamente ridotta della totalità dei reati commessi. Nel 2020 i casi rientranti in questa fattispecie sono stati circa 5116.  A titolo di confronto, nello stesso anno la polizia ha registrato ben 32 819 furti con scasso e introduzione clandestina.   A seconda della gravità della violazione, la condanna potrebbe essere di una pena detentiva fino a tre anni, eventualmente maggiorata ai sensi del Codice di procedura penale svizzero in caso di ulteriori reati commessi durante la violazione di domicilio. 

A proposito di pena: si è perseguibili penalmente di violazione di domicilio solo se viene sporta denuncia. Il diritto di denuncia e domanda spetta esclusivamente all’avente diritto, di norma alla parte lesa. Se siete accusati di violazione di domicilio, è consigliabile chiedere una consulenza legale al fine di reagire adeguatamente alle accuse. Avere un’assicurazione di protezione giuridica è in ogni caso utile per avvalersi della competenza di professionisti.

Articolo correlato

AXA e lei

Contatto Avviso sinistro Offerte di lavoro Media Broker myAXA Login Valutazioni dei clienti Portale officine Abbonarsi alla newsletter myAXA FAQ

AXA nel mondo

AXA nel mondo

Restare in contatto

DE FR IT EN Avvertenze per l'utilizzazione Protezione dei dati / Cookie Policy © {YEAR} AXA Assicurazioni SA

I cookie e tool di analisi che utilizziamo ci permettono di migliorare la vostra fruizione del sito, personalizzare la pubblicità di AXA e dei suoi partner pubblicitari e mettere a disposizione funzioni social media. Purtroppo con Internet Explorer 11 non è possibile modificare le impostazioni cookie dal nostro Centro preferenze cookie. Se desiderate modificare tali impostazioni vi preghiamo di usare un browser aggiornato. Utilizzando il nostro sito Internet con questo browser acconsentite all’utilizzo di cookie. Protezione dei dati / Cookie Policy