Work@AXA

Moderno e senza vincoli di orario o di luogo di lavoro – New Work presso AXA

Condividere su Facebook Condividere su Twitter Condividere su LinkedIn Condividere su Xing Convididere per e-mail

Da sempre l’innovazione riveste un ruolo prioritario presso AXA. Il nostro modello di lavoro smart working riposa sul concetto di New Work. I nostri collaboratori decidono da soli dove e come la collaborazione con il team è più proficua e produttiva,  precisando che lo smart working influisce anche sul concetto di postazione di lavoro di AXA. Perché in realtà, i motivi per incontrarsi negli uffici della nostra azienda sono profondamente cambiati.

I nostri posti di lavoro stanno diventando più flessibili, creativi e diversi.

Peraltro, in linea con il New Work abbiamo conformato il nostro concetto di postazione di lavoro alle esigenze dei nostri collaboratori: mettiamo a loro disposizione vari locali, anche al di fuori degli uffici AXA. In questi spazi hanno modo di lavorare, relazionarsi e interconnettersi come pure di dare libero sfogo alla loro creatività, trarre ispirazione e mettere a punto nuove idee. Poiché la collaborazione, lo scambio comunicativo e lo spirito di squadra sono prioritari nelle giornate di lavoro in ufficio, abbiamo creato più spazi di comunicazione all'interno della nostra azienda, ovvero sale riunioni di varie dimensioni, ma anche strutture semplici per incontri come lounge e cabine singole. Grazie alla digitalizzazione, la maggior parte delle nostre sale riunioni sono attrezzate in modo da consentire lo svolgimento di riunioni ibride, per cui anche il personale non presente fisicamente può partecipare senza problemi alle videoconferenze. 

Per consentire questa flessibilità spaziale, AXA ha siglato una partnership con i locali di co-working dell'Impact Hub di Zurigo. Tutto il personale AXA può lavorare in questi spazi e affittarli per workshop creativi a condizioni agevolate. L’eco positiva destata da questa iniziativa trova conferma nel vivace uso degli spazi di co-working dell’Impact Hub.

Profilo – Ilona Fäh e Athos Fenacci

I due collaboratori AXA Ilona Fäh e Athos Fenacci apprezzano questo nuovo ambiente di lavoro e si possono incontrare sovente negli spazi dell’Impact Hub. Lasciamo con piacere che siano loro a raccontarci in prima persona le loro esperienze con lo smart working, il modello New Work di AXA.

  • Teaser Image
    Note biografiche

    Ilona Fäh lavora come Content Marketing Manager nel settore Customer Experience & Strategy della nostra azienda.

  • Teaser Image
    Note biografiche

    Athos Fenacci è responsabile Vendita ecosistemi P&C e Head of Sales presso AXA Mobility Services.

New Work – il lavoro guida la scelta del luogo dove svolgerlo

Ilona ha raggiunto AXA tre anni fa. La flessibilità spaziale è importante per lei e arricchisce il suo quotidiano lavorativo, basti pensare che sin dal primo giorno ha colto l'opportunità di lavorare una volta alla settimana nell'Impact Hub di Zurigo. È il luogo ideale per variare la sua routine lavorativa. Ma anche per stimolare la sua creatività: «L’Impact Hub mi ispira e stimola la mia creatività. Ma lavorare in questo luogo mi offre molto altro ancora», sottolinea Ilona.

«Per i giorni in cui ho solo poche riunioni, preferisco l'Impact Hub. Mi consente di immergermi davvero nei progetti e di concentrare forze e risorse sui compiti più lunghi», spiega Ilona. Così facendo accresce la sua efficienza e, di riflesso, la produttività del suo lavoro. Grazie all'introduzione del nuovo e innovativo modello di lavoro smart working e all'ancora più ampia libertà che offre nella scelta del luogo di lavoro, Ilona si sposta con flessibilità tra gli uffici di AXA a Winterthur, i locali dell'Impact Hub a Zurigo e l'home office – a seconda del compito, del progetto o della composizione dei team agili.

Anche Athos è sempre in viaggio, soprattutto a causa della sua attività nel Servizio esterno. Coltiva lo scambio comunicativo e i contatti principalmente con i suoi clienti e il team del Servizio esterno. Parafrasando un vecchio detto ticinese, Athos racconta con un sorriso divertito che si lavora «dove non c'è neve». «Sono completamente flessibile e lavoro da qualsiasi luogo. Grazie alla digitalizzazione non ho vincoli e non devo per forza recarmi in un determinato ufficio o luogo.» Per lavorare Athos non ha neppure bisogno di uno spazio chiuso o particolarmente tranquillo. Al contrario: preferisce i luoghi vivaci per lavorare. «Mi piacciono i luoghi che permettono e favoriscono gli incontri», aggiunge.

«Per i giorni in cui ho solo poche riunioni, preferisco l'Impact Hub. Mi consente di immergermi davvero nei progetti e di concentrare forze e risorse sui compiti più lunghi.

Ilona Fäh, Content Marketing Manager

Gli ambienti di lavoro influenzano la creatività e il benessere

«Spazio e ambiente di lavoro hanno un grande impatto sulla nostra creatività e sul nostro benessere», confermano sia Ilona sia Athos. Per Ilona è particolarmente prezioso non dover più fare la pendolare ogni giorno, giacché accresce il suo equilibrio tra vita lavorativa e vita privata. Inoltre, favorisce la varietà, che apprezza molto: «Mi stimola e mi fornisce molti spunti», precisa. Per Athos lo scambio di opinioni e idee con altre persone è il più grande vantaggio dello smart working, il modello di New Work di AXA. «La socialità e l'interazione sono il fattore d'ispirazione in assoluto più importante per me. Gli incontri con altre persone mi infondono molta energia», dichiara Athos.

Varietà e incontri con altre persone sono all’ordine del giorno anche nell’Impact Hub di Zurigo. «Nell’Impact Hub incontriamo persone dei più svariati settori e con i profili professionali più eterogenei. Qui nascono numerose conversazioni stimolanti che influiscono positivamente sul lavoro e le prestazioni», concordano Ilona e Athos.

Non mi piace lavorare in modalità home office, mi fa sentire isolato. Ho bisogno del contatto con altre persone.

Athos Fenacci, responsabile Vendita ecosistemi P&C e Head of Sales presso AXA Mobility Services

Le preferenze personali contano

Con smart working, il nuovo modello di lavoro New Work di AXA, il luogo di lavoro è determinato da dove la produttività è maggiore, come collabora meglio il team e dove risiedono le preferenze personali dei collaboratori. «La scelta del luogo di lavoro ideale dipende anche dalle preferenze individuali», afferma Ilona. Le riesce facile separare la vita professionale da quella privata – anche se il laptop è a casa. Athos, invece, se possibile evita l’home office: «Non mi piace lavorare in modalità home office, mi fa sentire isolato. Ho bisogno del contatto con altre persone. Preferibilmente anche reale e non virtuale».

La conclusione di Ilona e Athos è la stessa: «Dovremmo cogliere le opportunità che il New Work ci offre per promuovere assolutamente anche in futuro nuove forme di lavoro e ambienti di lavoro diversi. Il luogo dovrebbe essere adeguato alle attribuzioni e al compito e armonizzato con le preferenze personali.» È una situazione di reciproco vantaggio sia per il personale che per l’azienda.

Articolo correlato

AXA e lei

Contatto Avviso sinistro Offerte di lavoro Media Broker myAXA Login Valutazioni dei clienti Portale officine Abbonare la newsletter myAXA FAQ

AXA nel mondo

AXA nel mondo

Restare in contatto

DE FR IT EN Avvertenze per l'utilizzazione Protezione dei dati / Cookie Policy © {YEAR} AXA Assicurazioni SA

I cookie e tool di analisi che utilizziamo ci permettono di migliorare la vostra fruizione del sito, personalizzare la pubblicità di AXA e dei suoi partner pubblicitari e mettere a disposizione funzioni social media. Purtroppo con Internet Explorer 11 non è possibile modificare le impostazioni cookie dal nostro Centro preferenze cookie. Se desiderate modificare tali impostazioni vi preghiamo di usare un browser aggiornato. Utilizzando il nostro sito Internet con questo browser acconsentite all’utilizzo di cookie. Protezione dei dati / Cookie Policy