Trend

Protezione dai pericoli della rete

Immagine: p.g.c.
Condividere su Facebook Condividere su Twitter Condividere su LinkedIn Condividere su Xing Convididere per e-mail

Fughe di dati, attacchi di hacker e cyberbullismo: tutto questo negli ultimi anni è diventato una minaccia seria. Le attività criminali in Internet sono aumentate soprattutto durante la crisi pandemica e sollecitano anche le PMI. Cosa possono fare gli imprenditori per tutelarsi in rete.

Sebbene tutti noi utilizziamo quotidianamente Internet in moltissimi modi, la maggior parte dei privati e anche numerose PMI sono coperti in modo insufficiente contro le possibili conseguenze dei rischi online. Katrin Sprenger, CEO di Silenccio, spiega perché la tematica è rilevante anche per le PMI e come possono difendersi in questo frangente.

Katrin Sprenger, quant’è grande oggi il rischio di cadere vittime di cyberattacchi?

Molto grande. Nel confronto europeo, la Svizzera occupa uno dei primi posti nella classifica dei cyberattacchi, e precisamente a qualsiasi livello – sia di persone private, sia di PMI. Ne consegue che l’argomento va anche considerato e tematizzato nel suo insieme.

Quali sono i maggiori rischi online?

Buona parte dei casi sono forme digitali di frode, a cominciare dagli shop online fasulli, passando poi agli attacchi di hacking fino a toccare gli attacchi di phishing di ampia portata. Le connotazioni di questi casi variano, ma gli obiettivi degli autori degli attacchi sono gli stessi: sfruttando l’ignoranza o lacune di sicurezza tecniche si cerca di arrecare danni finanziari diretti o indiretti a un privato o a un’azienda, oppure di screditarli.

E come ci si può tutelare da questi rischi?

Da un lato si dovrebbe ricorrere, se possibile, a meccanismi di protezione basati sulla tecnologia. Nella sfera privata possono essere monitoraggi automatizzati che informano direttamente quando si verifica un evento. Nell’ambito delle PMI si parla di server e connessioni Internet protetti. Ma da sole queste misure non sono in grado di ovviare al punto debole «fattore umano». Per questo occorre creare awareness e sensibilità verso i cyber-rischi  sia nella realtà privata sia nel contesto lavorativo.

Come reagire se si nota un’anomalia?

Più rapidamente si identifica un attacco, maggiore è la probabilità di riuscire quantomeno a contenere il danno. Per questo si raccomanda anche di definire in anticipo processi e canali di comunicazione chiari per non perdere tempo prezioso in caso di emergenza.

Quali danni possono insorgere soprattutto nel segmento PMI?

Oltre ai danni finanziari diretti imputabili a frode, se vengono paralizzati interi sistemi possono in particolare verificarsi perdite di reddito. Nell’eventualità di una sottrazione di dati, l’azienda si ritrova rapidamente nella situazione di non poter più assicurare la protezione dei dati statuita dalla legge, con la realistica prospettiva di subire danni di reputazione e di riflesso perdere clienti e partner commerciali, compromettendo seriamente e in un’ottica duratura la fiducia nell’azienda.

Qual è la sua raccomandazione conclusiva per proteggersi dai cyberrischi?

Sensibilizzare il tema nel contesto sia privato sia professionale e coprire i potenziali danni con un’assicurazione. Anche se i rischi sembrano astratti, non lo sono. Il pericolo di esserne vittime aumenta di continuo.

 

Testo originale pubblicato in «La mia ditta», la rivista PMI di AXA.

  • Teaser Image
    Website Security Check

    Scoprite qual è il livello di sicurezza IT della vostra azienda e come proteggervi da possibili attacchi con il nostro servizio gratuito «Cyber-Check e Protezione per PMI».

    Iniziare il Cyber-Check

La mia ditta

Dal 2019 la start-up zurighese Silenccio è partner di AXA. Il servizio online innovativo offre agli utenti privati assistenza e protezione in caso di inconvenienti nello shopping online, attacchi di hacking e phishing nonché cybermobbing.       

www.silenccio.com

Articolo correlato

AXA e lei

Contatto Avviso sinistro Offerte di lavoro Media Broker myAXA Login Valutazioni dei clienti Portale officine Abbonare la newsletter myAXA FAQ

AXA nel mondo

AXA nel mondo

Restare in contatto

DE FR IT EN Avvertenze per l'utilizzazione Protezione dei dati / Cookie Policy © {YEAR} AXA Assicurazioni SA

I cookie e tool di analisi che utilizziamo ci permettono di migliorare la vostra fruizione del sito, personalizzare la pubblicità di AXA e dei suoi partner pubblicitari e mettere a disposizione funzioni social media. Purtroppo con Internet Explorer 11 non è possibile modificare le impostazioni cookie dal nostro Centro preferenze cookie. Se desiderate modificare tali impostazioni vi preghiamo di usare un browser aggiornato. Utilizzando il nostro sito Internet con questo browser acconsentite all’utilizzo di cookie. Protezione dei dati / Cookie Policy