Trend

Stop agli affari con il carbone

Foto: Keystone
Condividere su Facebook Condividere su Twitter ch.axa.i18.share.google Condividere su LinkedIn Condividere su Xing Condividere su Pinterest Convididere per e-mail

L'assicuratore AXA accelera l'abbandono del carbone. Thomas Hügli, responsabile Sostenibilità presso AXA Winterthur, spiega i nuovi obiettivi concreti.

Nella lotta al riscaldamento climatico, già nel 2015 AXA è stato il primo grande assicuratore ad abbandonare almeno in parte l'uso del carbone. In occasione dell’ One Planet Summit  di dicembre 2017 a Parigi, AXA ha annunciato di voler adesso accelerare questo processo. Secondo Thomas Hügli, responsabile Sostenibilità presso AXA Winterthur, AXA mette in atto tutto ciò che la sua attività le consente in tal senso: disinvestimenti, investimenti, copertura assicurativa.

Thomas Hügli, come si è giunti all'uscita dall'industria del carbone?
Il CEO del Gruppo AXA, Thomas Buberl, sostiene una posizione chiara: «Unsustainable business is un-investable and uninsurable business». Il carbone è responsabile per circa la metà di tutte le emissioni mondiali di CO2 ed è dunque estremamente dannoso per il clima. In qualità di partner ufficiale della  conferenza sul clima COP 21  del dicembre 2015, il Gruppo AXA ha dichiarato il proprio impegno a favore della protezione del clima. Per questo motivo non investiamo più in aziende di combustibile fossile e non assicuriamo più nuovi progetti infrastrutturali dell'industria del carbone.

Thomas Hügli, responsabile Sostenibilità AXA Winterthur

Quali misure di inasprimento sono state decise a dicembre nell'ambito dell'One Planet Summit?
Non sarà investito più denaro in aziende minerarie che realizzano più del 30 per cento del loro fatturato con il carbone; il limite era originariamente del 50 per cento. Sono esclusi inoltre investimenti in fornitori di energia il cui mix energetico è composto da oltre il 30 per cento da carbone o in aziende che producono oltre 20 milioni di tonnellate di carbone all'anno. Complessivamente parliamo di disinvestimenti del valore di 2,4 miliardi di euro. Da subito non viene più concessa alcuna copertura assicurativa per nuovi impianti a carbone, mentre le azioni in portafoglio vengono immediatamente vendute.

Una novità è rappresentata anche dall'uscita da aziende che operano nel settore delle sabbie bituminose.
Esatto. Come il carbone, anche la sabbia bituminosa è una forma di energia ad alto livello di emissioni di CO2. L'estrazione di sabbia bituminosa causa, oltre alle conseguenze negative sul clima, altri problemi quali la violazione dei diritti dei popoli indigeni, un elevato consumo di acqua e spesso fenomeni locali di inquinamento. Per questo motivo, in futuro, rinunceremo anche agli investimenti nel settore delle sabbie bituminose e ai progetti necessari in tal senso nella pipeline, vendendo inoltre le azioni esistenti. Ciò significa ulteriori disinvestimenti del valore di circa 700 milioni di euro.

Per questo AXA ha incrementato l'obiettivo d'investimento in green investment.
Sì. Entro il 2020 vogliamo investire 12 miliardi di euro in green investment, in questi rientrano investimenti in green bond, infrastrutture e immobili con elevati standard ambientali. Questo obiettivo corrisponde al quadruplo dell'obiettivo originario, che ammontava a 3 miliardi di euro.

Perché proprio 12 miliardi?
Christiana Figueres, una delle principali artefici della conferenza mondiale sul clima COP21, aveva suggerito che gli investitori destinassero almeno l'uno per cento dei loro investimenti in green investment. Il nostro obiettivo di 12 miliardi di euro corrisponde al due per cento dei nostri investimenti di circa 650 miliardi di euro, il doppio di quanto proposto dalla signora Figueres.

Cosa sono i green bond?

I green bond sono obbligazioni «verdi» emesse da aziende o da organizzazioni. L'Istituto di credito per la ricostruzione (Kreditanstalt für Wiederaufbau, KfW) definisce i green bond come «obbligazioni i cui emittenti si impegnano nei confronti degli investitori a impiegare i mezzi ottenuti dall'emissione di green bond per finanziare misure a tutela dell'ambiente e del clima».

Ulteriori informazioni

Articolo correlato

AXA e lei

Contatto Avviso sinistro Offerte di lavoro Media Broker myAXA Valutazioni dei clienti Portale officine Abbonare la newsletter

AXA nel mondo

AXA nel mondo

Restare in contatto

DE FR IT EN Avvertenze per l'utilizzazione Protezione dei dati © {YEAR} AXA Assicurazioni SA

Utilizziamo cookie e tool di analisi per migliorare la navigazione sulla pagina internet e personalizzare la pubblicità di AXA e dei partner pubblicitari. Maggiori informazioni: Protezione dei dati