In viaggio

7 errori da evitare all’acquisto di un’auto

Condividere su Facebook Condividere su Twitter Condividere su LinkedIn Condividere su Xing Convididere per e-mail

Una BMW usata, una nuova VW oppure una Seat? Su Internet potete trovare in tempi brevissimi l’auto dei vostri sogni. Ma non ogni auto a buon mercato è anche conveniente – a causa di difetti nascosti un affare può trasformarsi rapidamente in un cattivo acquisto pagato a caro prezzo.  Scoprite a cosa dovete prestare attenzione all’acquisto di un’auto e perché ispezione e giro di prova sono imprescindibili. 

Cominciamo dall’essenziale: al momento dell’acquisto non lasciatevi abbagliare da immagini accattivanti o da un prezzo vantaggioso. I potenziali danni non sono riconoscibili in Internet e spesso il rischio di un cattivo acquisto si annida nei dettagli.

Ispezionate sempre il veicolo sul posto.  Ecco i nostri consigli: 

Errore n. 1: temere di perdere un’occasione irripetibile

Avete appena trovato l’auto dei vostri sogni e temete che presto non sia più disponibile? In questo caso la prudenza è d’obbligo. Internet propone un numero quasi illimitato di veicoli nuovi e usati. Il più delle volte però prendere una decisione avventata senza un confronto attento non gioca a vostro favore. Prendetevi tempo a sufficienza per la ricerca della vostra nuova auto; ogni giorno, infatti, vengono pubblicate puntualmente nuove offerte sul mercato. Inoltre fatevi un’idea chiara del veicolo di cui avete effettivamente bisogno. Di primo acchito potrebbero prevalere criteri come l’estetica, la marca automobilistica e il prezzo più modico possibile.

Errore n. 2: credere di conoscere i prezzi

Acquistare un’auto in Internet può sembrare semplice e facile. Non dimenticate però di confrontare il valore effettivo dell’auto che desiderate. A tale riguardo si offrono varie possibilità, ad esempio i siti di aste online come Car For You o piattaforme di valutazione come Comparis. Su Car For You avete modo di confrontare un’auto inserzionata con veicoli analoghi e scoprire se il prezzo è quello giusto. Ma davanti a offerte eccessivamente vantaggiose su Internet occorre usare particolare prudenza: affari praticamente impossibili riservano perlopiù sgradevoli sorprese. 

 

Errore n. 3: procedere all’acquisto senza visionare il veicolo

Non acquistate mai un’auto senza averla prima vista di persona. È solo visionando il veicolo che potrete determinare se l’auto ha realmente il valore promesso dall’inserzione. In foto e video ogni veicolo usato può infatti essere ritoccato e abbellito. Anche le condizioni meteorologiche rivestono un'importanza tutt’altro che trascurabile in sede di ispezione: in caso di cattivo tempo è più facile che i graffi sulla vernice passino inosservati. 

Errore n. 4: acquistare l’auto da soli

All’appuntamento per visionare il mezzo fatevi sempre accompagnare da una seconda persona: quattro occhi vedono sicuramente meglio di due. Mentre vi intrattenete con il venditore, il vostro accompagnatore può ispezionare il veicolo alla ricerca di eventuali difetti visibili e affiancarvi con consigli utili[AA1] . È il modo migliore per garantire che sia il vostro istinto a guidarvi.

Errore n. 5: rinunciare a un’ispezione dettagliata

Nel visionare il veicolo è importante che interpretiate correttamente le circostanze. Se l’auto non è stata lavata prima dell’ispezione il segnale non è certo positivo. In queste condizioni possibili zone arrugginite, ammaccature o graffi alla carrozzeria sono molto più difficili da individuare. Osservate attentamente anche gli pneumatici, che rivelano importanti informazioni sullo stato del veicolo. La pressione delle gomme è corretta? Il loro profilo è ancora sufficiente? Risultano consumati in modo uniforme? Questi elementi potrebbero indicare un danno da collisione. 

Sarebbe bene ispezionare a fondo anche gli interni. I segni di usura corrispondono al chilometraggio indicato, oppure il veicolo ha percorso pochi chilometri e ciò malgrado presenta interni fortemente usurati?  Se l’abitacolo odora di muffa o il pavimento del veicolo è umido, questo può indicare una scarsa tenuta nell’auto, il che impone riparazioni urgenti: in caso di contatto con l’umidità le componenti elettroniche possono infatti rompersi.  Verificate anche se gli specchietti elettrici e la regolazione dei sedili funzionano correttamente. 

Sulle prime può sembrare un’esagerazione, ma è importante che esaminiate attentamente il mezzo. Con la nostra lista di controllo scoprirete passo dopo passo a cosa dovete prestare attenzione quando si acquista un’auto.

Download: lista di controllo per l’acquisto di un veicolo usato

Questa lista di controllo è stata allestita per voi dagli specialisti legali di AXA ARAG. 

Errore n. 6:  trascurare il passato dell’auto

L’aspetto esteriore e il prezzo non sono i soli fattori determinanti per l’acquisto di un’auto. Molto più importanti sono i dati che possono rivelare informazioni sull’efficienza del veicolo. Il chilometraggio e l’età sono indizi fondamentali per determinare lo stato del mezzo. Quasi ancora più significativa è la data dell’ultimo collaudo ufficiale. Se il controllo del veicolo è scaduto dovreste riconsiderare seriamente l’acquisto dell’auto, oppure concordare con il proprietario un acquisto comprensivo di collaudo superato. Sarebbe inoltre opportuno dare un’occhiata al libretto dei tagliandi. Un libretto di servizio completamente aggiornato rivela quanto regolarmente viene effettuata la manutenzione dell’auto e quando è avvenuto l’ultimo controllo completo con cambio dell’olio.

Non esitate a porre domande sulla storia del veicolo. A chi è appartenuto? È stato utilizzato solo per scopi privati o anche professionali? I danni da incidenti devono essere obbligatoriamente notificati. Tra questi non rientrano tuttavia i danni di lieve entità come piccoli graffi, danni alla vernice o ammaccature.

Errore n. 7: fare un giro di prova solo dopo l’acquisto

Il giro di prova è il fattore chiave di ogni buon acquisto di un’auto. È solo così che scoprite se sulla strada l’auto mantiene ciò che promette e se è il veicolo che fa per voi. Importante: il veicolo non deve essere guidato a motore caldo, in modo che alla partenza a freddo siano udibili rumori insoliti del motore. Durante il giro di prova la radio andrebbe spenta: così facendo riuscite a sentire meglio se il motore perde colpi o se i freni stridono. Anche uno sferragliamento o un ronzio non sono un buon segno.

Per il giro di prova dovreste calcolare un tempo sufficiente: non fate semplicemente un breve giro in città, ma testate l’automobile anche in autostrada. I veri difetti si notano infatti solo a velocità sostenuta. Prestate inoltre attenzione alla reazione del veicolo a una forte accelerazione. Viaggiando diritti il veicolo tira verso un lato? Come reagisce l’auto cambiando e scalando le marce e azionando i freni?

Se avete osservato tutti i punti importanti, potrete affidarvi un po’ più anche al vostro istinto. Buona fortuna con la ricerca dell’auto!

Articolo correlato

AXA e lei

Contatto Avviso sinistro Offerte di lavoro Media Broker myAXA Valutazioni dei clienti Portale officine Abbonare la newsletter

AXA nel mondo

AXA nel mondo

Restare in contatto

DE FR IT EN Avvertenze per l'utilizzazione Protezione dei dati © {YEAR} AXA Assicurazioni SA

Utilizziamo cookie e tool di analisi per migliorare la navigazione sulla pagina internet e personalizzare la pubblicità di AXA e dei partner pubblicitari. Maggiori informazioni: Protezione dei dati