Mobilità

Roditori snervanti – Danni causati dalle martore alle autovetture

Condividere su Facebook Condividere su Twitter Condividere su LinkedIn Condividere su Xing Convididere per e-mail

All’aspetto, le martore sono animaletti decisamente graziosi. Quando però i piccoli mustelidi affondano i denti affilati nelle parti in gomma morbida delle nostre auto, l’effetto simpatia scema rapidamente. Maggio e giugno sono i mesi in cui le martore sono più attive. Lo scorso anno sono state responsabili di danni notificati ad AXA per un importo complessivo di circa 8 milioni di franchi. 
 

Una seccatura purtroppo nota a numerosi automobilisti: un danno causato dalle martore. Questi animaletti si insinuano nel vano motore delle auto posteggiate, e qui spesso e volentieri rosicchiano cavi e manicotti. Ogni anno vengono notificati ad AXA in media 17 000 sinistri riconducibili all’azione delle martore e nel 2020 il volume complessivo dei danni così arrecati ai veicoli è stato pari a circa 8 milioni di franchi. La maggior parte dei danni causati dalle martore viene notificata nei mesi di maggio e giugno, ossia quando il comportamento territoriale di questi animaletti è particolarmente marcato. Purtroppo per i detentori dei veicoli, rosicchiare cavi e manicotti è qualcosa di intrinseco nella natura di questi mustelidi, e inoltre il vano motore di un’auto rappresenta per loro un nascondiglio ideale. Anche le secrezioni lasciate da un rivale nel territorio altrui fanno spesso sì che gli animaletti assestino morsi per difendere il proprio perimetro, danneggiando così le parti più delicate di un veicolo. 
 

Veicolo pesante – facile bottino

Un bersaglio particolarmente gradito alle martore è costituito dai camper. Le statistiche sulle frequenze dei sinistri di AXA indicano che le abitazioni mobili presentano un’incidenza quasi doppia dei danni causati dalle martore rispetto alle autovetture. «La maggiore frequenza dipende tra l’altro dal fatto che i camper circolano più spesso in aree con un’alta presenza di martore. Inoltre questi veicoli stazionano per lunghi periodi sempre nello stesso posto, consentendo ai mustelidi di insinuarsi al loro interno con maggiore facilità», spiega Fredy Egg, responsabile Sinistri presso AXA. Negli ultimi anni le notifiche di sinistro che vedono coinvolti i camper sono in costante aumento. Mentre nel 2016 i casi registrati erano ancora 338, lo scorso anno sono stati notificati ad AXA ben 500 sinistri per danni causati dalle martore ai camper. La spiegazione di questo aumento potrebbe essere riconducibile al fatto che dopo lo scoppio della pandemia da coronavirus gli svizzeri tendono a trascorrere le ferie maggiormente entro i confini nazionali. 

A prescindere dalla tipologia del veicolo, un danno da martore ammonta in media a circa 450 franchi. La seccatura di un simile danno non è solo di natura finanziaria, ma riguarda anche la sicurezza: se ad essere danneggiato è il cavo del freno, il pericolo potenziale può essere notevole. I danni causati dalle martore a un’autovettura sono coperti tramite l’assicurazione casco totale o parziale. In questo novero rientrano in particolare i danni da morsicatura e i danni consequenziali.

 



 

Le regioni montane sono meno colpite 

Negli ultimi anni determinate regioni sono state interessate in misura minore dai danni causati dalle martore, come evidenziato da un’analisi condotta da AXA. Nei cantoni di Ginevra, Vallese così come Obwaldo e Nidwaldo i detentori di veicoli hanno potuto dormire sonni più tranquilli per quanto riguarda i danni cagionati da questi animaletti dalla soffice pelliccia: in tali cantoni il rischio di questa tipologia di danni è infatti inferiore del 60-70% rispetto alla media svizzera. «Le faine, la specie di martore più diffusa nell’Europa centrale, sono presenti in Svizzera solo fino alle medie altitudini. Per questo nei cantoni di montagna vivono molti meno esemplari che nelle zone di pianura», afferma Fredy Egg. Un numero comparativamente elevato di danni si registra invece nei cantoni di Giura, Appenzello Interno e Turgovia.

Frequenza dei sinistri nei cantoni in rapporto alla frequenza complessiva in Svizzera Fonte dei dati e diagramma: AXA. La cartina geografica mostra la frequenza dei sinistri (numero dei casi di danni causati dalle martore notificati / numero di veicoli assicurati nel cantone) per i danni causati dalle martore rispetto alla frequenza dei sinistri nell’intera Svizzera (2016-2020).

Protezione dai danni causati dalle martore

  • Alcuni produttori di veicoli hanno in catalogo dei dispositivi antimartora come dotazione supplementare. Mediante i cosiddetti «scacciamartore», gli animaletti vengono allontanati con un’emissione di ultrasuoni senza subire danni fisici. 
  • Cavi e manicotti possono essere inoltre protetti con l’ausilio di tubi speciali di plastica dura flessibile. 
  • Ove possibile, l’autovettura dovrebbe essere inoltre posteggiata sempre in un luogo chiuso. Se non si dispone di un garage è consigliabile parcheggiare sempre nella stessa posizione, in modo da minimizzare il rischio che più martore che si contendono il «territorio» del vano motore sfoderino i denti e danneggino quindi i cavi. 
  • Le griglie in rete metallica collocate sul suolo al di sotto del vano motore offrono una buona protezione, in quanto le martore non gradiscono le superfici traballanti.
  • È inoltre opportuno far lavare regolarmente il vano motore per rimuovere le secrezioni con cui le martore segnano il territorio e prevenire così zuffe fra rivali. 

Articolo correlato

AXA e lei

Contatto Avviso sinistro Offerte di lavoro Media Broker myAXA Valutazioni dei clienti Portale officine Abbonare la newsletter myAXA Contatto & FAQ

AXA nel mondo

AXA nel mondo

Restare in contatto

DE FR IT EN Avvertenze per l'utilizzazione Protezione dei dati / Cookie Policy © {YEAR} AXA Assicurazioni SA

I cookie e tool di analisi che utilizziamo ci permettono di migliorare la vostra fruizione del sito, personalizzare la pubblicità di AXA e dei suoi partner pubblicitari e mettere a disposizione funzioni social media. Purtroppo con Internet Explorer 11 non è possibile modificare le impostazioni cookie dal nostro Centro preferenze cookie. Se desiderate modificare tali impostazioni vi preghiamo di usare un browser aggiornato. Utilizzando il nostro sito Internet con questo browser acconsentite all’utilizzo di cookie. Protezione dei dati / Cookie Policy