Trend

Ecco come le capre erranti favoriscono la biodiversità in montagna

Immagine: AXA/Mission B
Condividere su Facebook Condividere su Twitter Condividere su LinkedIn Condividere su Xing Convididere per e-mail

Pur essendo un habitat importante per numerose specie di piante e animali, i prati e i pascoli secchi in montagna vengono soppiantati sempre più spesso da cespugli e alberi. Le capre erranti contrastano questa tendenza: divorando cespugli e alberi indesiderati consentono infatti una maggiore biodiversità. 

Con il suo impegno sociale «Flora Futura», AXA consentirà entro il 2025 di riqualificare a favore della biodiversità circa 2 milioni di metri quadri di superficie in Svizzera. I progetti spaziano dalla piantumazione di alberi da frutta ad alto fusto e la cura di castagneti passando poi dall’eliminazione della vegetazione arbustiva da parte di capre erranti fino alla rinaturalizzazione di stagni per anfibi – in tutte le regioni della Svizzera. 

Lo scorso anno AXA aveva già lanciato i suoi primi progetti in tal senso in collaborazione con l'agenzia ambientale «Oekoskop». Tra l’altro, alcuni che prevedono l’impiego di greggi di capre erranti nei cantoni Uri e Grigioni: gli animali pascolano dalla primavera all’autunno su prati secchi di importanza ecologica e, divorando alberi e cespugli indesiderati, consentono a molte altre piante di crescere. Nel video Pierre Coulin, responsabile di progetto Oekoskop, vi illustra l’utilità ecologica delle capre erranti e in che modo questi ovini contribuiscono a diffondere la biodiversità sulle Alpi.

Articolo correlato

AXA e lei

Contatto Avviso sinistro Offerte di lavoro Media Broker myAXA Login Valutazioni dei clienti Portale officine Abbonarsi alla newsletter myAXA FAQ

AXA nel mondo

AXA nel mondo

Restare in contatto

DE FR IT EN Avvertenze per l'utilizzazione Protezione dei dati / Cookie Policy © {YEAR} AXA Assicurazioni SA

I cookie e tool di analisi che utilizziamo ci permettono di migliorare la vostra fruizione del sito, personalizzare la pubblicità di AXA e dei suoi partner pubblicitari e mettere a disposizione funzioni social media. Purtroppo con Internet Explorer 11 non è possibile modificare le impostazioni cookie dal nostro Centro preferenze cookie. Se desiderate modificare tali impostazioni vi preghiamo di usare un browser aggiornato. Utilizzando il nostro sito Internet con questo browser acconsentite all’utilizzo di cookie. Protezione dei dati / Cookie Policy