Immagine: Shutterstock

Furti con scasso in aziende: Ginevra e Vaud in testa alla classifica

15.02.2023

Secondo una statistica di AXA, Ginevra registra un numero di furti con scasso in aziende quattro volte superiore rispetto ad Appenzello. Il rischio di subire un furto con effrazione non dipende però solo dal luogo, ma anche dalla stagione e dal momento della giornata.

Merci, attrezzature, denaro contante o veicoli: questo il bottino sottratto alle aziende svizzere. Una valutazione di AXA illustra in quali cantoni i malviventi sono stati particolarmente attivi negli ultimi 15 anni. Il maggior numero di furti con scasso per numero di aziende assicurate è stato registrato nei Cantoni Ginevra e Vaud, seguiti da Neuchâtel, Soletta, Giura e Basilea Città. Lucerna, Berna e Basilea Campagna si collocano all'incirca nella media svizzera, mentre negli altri cantoni i furti con scasso sono stati inferiori. I due semicantoni di Appenzello risultano essere i più sicuri, seguiti da Uri, Svitto e Obvaldo. Nel Canton Ginevra la probabilità di subire un furto con effrazione è quattro volte più elevata che in Appenzello.

Il grafico mostra i furti con scasso in aziende notificati ad AXA negli ultimi 15 anni per numero di aziende assicurate.

Costo medio 6000 franchi

Il rischio di subire un furto con un'effrazione non dipende però solo dal luogo, ma anche dalla stagione e dal momento della giornata. In estate e in autunno AXA registra circa un quinto di casi in più rispetto a quanto accade in inverno e primavera. «Potrebbe avere un collegamento con le vacanze. Infatti, generalmente, gli scassinatori agiscono quando non c’è nessuno, quindi di sera, nel fine settimana e durante le ferie aziendali», afferma Stefan Müller, responsabile Sinistri Assicurazioni cose presso AXA. Nel 2022 AXA ha pagato 7,8 milioni di franchi per i furti con scasso nelle aziende – in media circa 6000 franchi per caso.

È cambiata la refurtiva

Complessivamente negli ultimi 15 anni il numero dei furti con scasso in aziende è diminuito. Nell’anno pandemico 2020 si è registrato un netto calo; da allora i furti sono di nuovo aumentati. In particolare nel mese di luglio 2022 gli scassi sono stati oltremodo frequenti. «Si è trattata della prima estate normale dall’inizio della pandemia – con una mobilità transfrontaliera come prima della pandemia», puntualizza Stefan Müller. Benché nel raffronto pluriennale il numero dei sinistri sia diminuito, tendenzialmente il costo per singolo caso è in continuo aumento. Ciò dipende dal fatto che nel corso degli anni la refurtiva è cambiata: mentre in passato veniva spesso sottratto del denaro, oggi a essere trafugati sono piuttosto dispositivi elettronici e altri beni e merci di valore. «Nei locali commerciali viene detenuto meno denaro contante, motivo per cui i ladri puntano su altra refurtiva. Le baracche sui cantieri sono ad esempio un obiettivo ambito da cui sottrarre attrezzi di pregio», spiega Stefan Müller. 

Finestre chiuse e porte chiuse a chiave

Come proteggere al meglio la propria azienda? «Normalmente i ladri scelgono la via che presenta i minori ostacoli. Se porte e finestre sono bloccate per bene, si arrendono in fretta», constata Stefan Müller. «Porte e finestre devono essere sempre chiuse, le prime a chiave, anche quando ci si assenta per breve tempo e soprattutto durante la notte». Speciali sistemi di chiusura e impianti di allarme offrono ulteriore sicurezza. «Inoltre, gli oggetti di valore dovrebbero essere custoditi in un luogo sicuro, ad esempio in una cassaforte», aggiunge l’esperto. Importante è sapere che l’assicurazione paga solamente se l’azienda era chiusa a chiave. Infatti, nell’assicurazione di cose per imprese è assicurato solo il furto con scasso, ma non il furto con introduzione clandestina. Per evenienze di questo tipo, laddove possibile, le aziende dovrebbero stipulare un’apposita assicurazione complementare. 

Download

Tutti i contenuti media possono essere scaricati qui.

Su AXA

Circa due milioni di clienti in Svizzera confidano nel know-how di AXA per quanto riguarda le assicurazioni di persone, cose, responsabilità civile, protezione giudica e sulla vita come pure per la prevenzione e promozione della salute e per la previdenza professionale. Grazie a prodotti e servizi innovativi negli ambiti mobilità, salute, previdenza e imprenditoria nonché a semplici processi digitali, AXA è al fianco dei suoi clienti come partner e con la sua promessa di marchio «Know You Can» li incoraggia a credere in se stessi anche in situazioni difficili. È questo l’obiettivo a cui lavorano quotidianamente i circa 4500 collaboratori e i 3000 colleghi della Vendita. Con oltre 340 succursali, AXA dispone della rete di distribuzione più ampia e capillare del settore assicurativo in Svizzera. AXA Svizzera fa parte del Gruppo AXA e nel 2021 ha conseguito un volume d’affari pari a CHF 5,5 miliardi.

AXA e lei

Contatto Avviso sinistro Offerte di lavoro Media Broker myAXA Login Valutazioni dei clienti Portale officine Abbonarsi alla newsletter myAXA FAQ

AXA nel mondo

AXA nel mondo

Restare in contatto

DE FR IT EN Avvertenze per l'utilizzazione Protezione dei dati / Cookie Policy © {YEAR} AXA Assicurazioni SA

I cookie e tool di analisi che utilizziamo ci permettono di migliorare la vostra fruizione del sito, personalizzare la pubblicità di AXA e dei suoi partner pubblicitari e mettere a disposizione funzioni social media. Purtroppo con Internet Explorer 11 non è possibile modificare le impostazioni cookie dal nostro Centro preferenze cookie. Se desiderate modificare tali impostazioni vi preghiamo di usare un browser aggiornato. Utilizzando il nostro sito Internet con questo browser acconsentite all’utilizzo di cookie. Protezione dei dati / Cookie Policy