Immagine: Getty Images

Furti da veicoli: Svizzera romanda e Ticino in testa alla classifica

20 giugno 2023

Estate: tempo di sole... e di furti: lo scorso anno AXA ha ricevuto circa 4000 notifiche di furti da automobili. La stagione in tal senso più critica è l’estate e il cantone con più furti è Ginevra, dove il rischio è di 10 volte superiore a quello della Svizzera centrale. Un furto da veicoli su cinque si verifica oltre confine. E ancora: in fatto di marche automobilistiche i ladri hanno preferenze ben precise.  

Molti sono coloro che decidono di andare in vacanza in auto. Stando ai dati della Confederazione, per due viaggi su tre gli svizzeri scelgono le quattro ruote. Peccato che spesso si ritrovino con una serratura forzata o un vetro sfondato – e debbano dire addio al nuovo iPhone, a un costoso navigatore o ad altri oggetti di valore. Questo è almeno quanto succede ogni anno a un automobilista svizzero su 200. Nelle vacanze estive, poi, l’incidenza di questo tipo di furti aumenta ulteriormente; come rivela la statistica dei sinistri compilata da AXA negli ultimi dieci anni, nel mese di luglio se ne sono registrati il 25% in più rispetto alla media. Anche agosto e ottobre sono due mesi decisamente critici.

Uno dei motivi: «Nei mesi estivi gli svizzeri si recano più spesso all’estero», spiega Patrick Villiger, responsabile Sinistri Veicoli a motore presso AXA. Oltre il 70% dei furti da autoveicoli al di fuori dei confini nazionali si concentra in Italia e in Francia – due mete assai popolari e facilmente raggiungibili in auto. 

Vicinanza ai confini come fattore di rischio

In un’ottica annuale, però, quattro furti su cinque avvengono in Svizzera. E anche qui si osserva un aumento dei casi nel periodo delle vacanze. In percentuale, il cantone da cui arrivano più notifiche di furti dalle auto è Ginevra dove, ogni anno, ne rimane vittima una persona su 67. Anche i cantoni Vaud, Neuchâtel, Ticino e Basilea-Città si attestano però al di sopra della media nazionale. «Riteniamo che queste differenze siano riconducibili alla vicinanza al confine con Francia e Italia. Gli abitanti dei cantoni citati viaggiano spesso in questi Paesi ad alto rischio di furto. Viceversa, anche le bande organizzate che portano all’estero la refurtiva fanno spesso base nelle regioni di confine», spiega Villiger. I cantoni con la minor quantità di furti in rapporto al numero di assicurati sono Appenzello Interno, Uri e Obvaldo: qui si rischia circa 10 volte meno che a Ginevra. 

Suzuki e Subaru vengono per lo più risparmiate 

Dai dati emerge però anche che i ladri prediligono le auto di determinate marche: stando alla statistica dei sinistri di AXA, Alfa Romeo, Smart e Land Rover sono le più a rischio di furto (0,8 per cento). Suzuki e Subaru, invece, vengono per lo più risparmiate (0,2 per cento). «Circa i motivi, anche noi non possiamo che fare congetture», così Villiger.

Danni per 7 milioni di franchi

Nell’ultimo anno AXA ha ricevuto 4000 notifiche di furti da veicoli e versato agli assicurati un totale di 7,3 milioni di franchi – in media CHF 1800 per caso. Con ciò l’entità dei danni è tornata ad attestarsi al livello pre-pandemia. A tal proposito va osservato che il raffronto pluriennale rivela una tendenza al calo del numero dei casi ma, nello stesso tempo, anche un aumento dell’entità dei danni. Di solito nel mirino dei malviventi ci sono oggetti di valore, borse e portafogli. «Gli oggetti preziosi non vanno perciò lasciati in auto – né ben nascosti né all’interno del cruscotto o del bagagliaio. È inoltre bene chiudere sempre a chiave l’auto e alzare i finestrini, anche se ci si allontana solo per un attimo. Altrettanto utile è parcheggiare in luoghi molto frequentati o sorvegliati» conclude Villiger. L’assicurazione auto copre i danni soltanto se gli oggetti sottratti erano chiusi a chiave nel veicolo o ad esso stabilmente fissati. Nel caso delle cabriolet, quindi, il tetto dovrà essere chiuso oppure gli oggetti dovranno trovarsi in scomparti chiusi a chiave. Il furto da veicoli è coperto sia dall’assicurazione mobilia domestica che dall’assicurazione casco per veicoli a motore. 

Download

Tutti i contenuti media possono essere scaricati qui.

Informazioni su AXA

Circa due milioni di clienti in Svizzera confidano nel know-how di AXA per quanto riguarda le assicurazioni di persone, cose, responsabilità civile, protezione giudica e sulla vita come pure per la prevenzione e promozione della salute e per la previdenza professionale. Grazie a prodotti e servizi innovativi negli ambiti mobilità, salute, previdenza e imprenditoria nonché a semplici processi digitali, AXA è al fianco delle sue clienti e dei suoi clienti come partner e con la sua promessa di marchio «Know You Can» li incoraggia a credere in se stessi anche in situazioni difficili. È questo l’obiettivo a cui lavorano quotidianamente circa 4500 collaboratrici e collaboratori e 3000 colleghe e colleghi della Vendita. Con oltre 340 succursali, AXA dispone della rete di distribuzione più ampia e capillare del settore assicurativo in Svizzera. AXA Svizzera fa parte del Gruppo AXA e nel 2022 ha conseguito un volume d’affari pari a 5,6 miliardi di franchi.

AXA e lei

Contatto Avviso sinistro Offerte di lavoro Media Broker myAXA Login Valutazioni dei clienti Portale officine Abbonarsi alla newsletter myAXA FAQ

AXA nel mondo

AXA nel mondo

Restare in contatto

DE FR IT EN Avvertenze per l'utilizzazione Protezione dei dati / Cookie Policy © {YEAR} AXA Assicurazioni SA

I cookie e tool di analisi che utilizziamo ci permettono di migliorare la vostra fruizione del sito, personalizzare la pubblicità di AXA e dei suoi partner pubblicitari e mettere a disposizione funzioni social media. Purtroppo con Internet Explorer 11 non è possibile modificare le impostazioni cookie dal nostro Centro preferenze cookie. Se desiderate modificare tali impostazioni vi preghiamo di usare un browser aggiornato. Utilizzando il nostro sito Internet con questo browser acconsentite all’utilizzo di cookie. Protezione dei dati / Cookie Policy