Zero emissioni nette

Le prove scientifiche non lasciano dubbi: il riscaldamento climatico è reale e porta con sé rischi e incertezze. Noi vogliamo contribuire a ridurre al minimo questi rischi. Ecco perché AXA ridurrà le sue emissioni di CO2 al minimo, con l’intento di azzerare entro il 2025 le emissioni nette di CO2 riconducibili all’attività aziendale.

La strategia climatica di AXA

La lotta contro il cambiamento climatico è parte integrante della nostra strategia globale, sia a livello di strategia aziendale che d’investimento. Ci siamo posti l’obiettivo di allineare le nostre attività all’Accordo di Parigi. Tra le misure strategiche che abbiamo deciso di adottare per diminuire a lungo termine le emissioni di CO2 rientrano l’obiettivo della neutralità carbonica per quanto riguarda i nostri investimenti e le nostre assicurazioni, investimenti green (ad es. Green Bond e Impact Fund), il sostegno alla transizione verso modelli operativi a bassa intensità di carbonio e l’uscita totale dal carbone.

  • Teaser Image
    La nostra strategia climatica

    Con la sua strategia climatica, AXA persegue due obiettivi principali: l’ulteriore riduzione delle emissioni di CO2 e l’adeguamento al cambiamento climatico.

    Strategia climatica di AXA

Stop agli affari con il carbone

Il carbone è la risorsa energetica a maggiore intensità di carbonio e tuttora una delle principali fonti di emissioni imputabili all’uomo che concorre ad aumentare la concentrazione di CO2 nell’atmosfera. In base alle conoscenze scientifiche, la riduzione della dipendenza dal carbone è quindi assolutamente necessaria per portare al minimo le emissioni di gas serra e contenere così il riscaldamento climatico. AXA è stata la prima grande compagnia assicurativa a comunicare nel 2015 l’inizio del progressivo ritiro dall’industria carbonifera. In concreto, ciò significa che entro il 2030 non avremo più valori patrimoniali investiti in imprese carboniere dei Paesi dell’OCSE e dell’UE né garantiremo loro una copertura assicurativa. La nostra uscita totale dal carbone a livello mondiale verrà completata entro il 2040.  

«Un mondo con temperature di 4 gradi in più non è assicurabile»

Thomas Buberl, CEO del Gruppo AXA

 «Potenziale di riscaldamento globale» di 1,5 °C e zero emissioni nette entro il 2050

In linea con l’Accordo sul clima di Parigi, AXA si è prefissata l’obiettivo di limitare entro il 2050 il «potenziale di riscaldamento globale» dei propri investimenti al di sotto di 1,5 °C rispetto ai livelli preindustriali. Quale indicatore, dal 2022 AXA utilizza l’«aumento implicito della temperatura» (in inglese ITR, Implied Temperature Rise) di MSCI ESG Research. L’aumento implicito della temperatura è un indicatore previsionale (in gradi centigradi) che illustra i percorsi futuri di aziende, portafogli di investimento e fondi relativamente agli obiettivi mondiali in materia di temperatura.

ITR del Gruppo AXA

Tra il 2021 e il 2022, l’ITR del Gruppo AXA si è evoluto come segue:

  • ITR per il capitale di terzi (debito aziendale): +2,4 °C
    Per quanto riguarda il capitale di terzi, l’ITR è diminuito di 0,2 °C, da +2,6 °C a +2,4 °C.
  • ITR per il capitale proprio (patrimonio netto): +2,8 °C
    Per quanto riguarda il capitale proprio, l’ITR è aumentato di 0,2 °C, da +2,6 °C a +2,8 °C.
  • ITR per il capitale proprio e di terzi (debito aziendale e patrimonio netto): +2,5 °C
    L’ITR è passato da +2,6 °C a +2,5 °C, con una riduzione dunque di 0,1 °C.
Aumento implicito della temperatura degli investimenti azionari e obbligazionari di AXA

Secondo il Rapporto sul clima e la biodiversità (in inglese) pubblicato dal Gruppo AXA, l’aumento implicito della temperatura per quanto riguarda il portafoglio del Gruppo AXA è pari a 2,5 °C, lievemente inferiore quindi ai 2,7 °C della media del mercato. Tuttavia questa misurazione evidenzia anche che sono necessari sforzi comuni per la decarbonizzazione dell’intera economia e per limitare il riscaldamento globale a 1,5 °C come invocato dalla scienza e dalla politica per una riduzione dei rischi legati alle conseguenze del cambiamento climatico. 

Net Zero Asset Owner Alliance

Dal 2019 AXA fa parte della «Net Zero Asset Owner Alliance» (in inglese). I membri di questa alleanza – ad oggi più di 40 investitori istituzionali con un patrimonio di circa USD 6600 miliardi – si sono impegnati a ridurre a zero le emissioni nette di CO2 dei loro portafogli di investimenti entro il 2050. Inoltre intendono collaborare per migliorare la metodica di misurazione e favorire il passaggio a un’economia a bassa produzione di carbonio. AXA ha definito un piano di riduzione e posto un obiettivo intermedio ambizioso: ridurre del 20 per cento le emissioni di CO2 dei suoi investimenti tra il 2019 e il 2025. Così facendo già nei prossimi anni AXA apporterà un contributo importante alla realizzazione dell’obiettivo di zero emissioni nette. 

Piano di riduzione dell’impronta di carbonio

La trasparenza relativamente agli effetti dei nostri investimenti e la divulgazione delle emissioni di gas serra nell’atmosfera derivanti dalle nostre attività d’investimento sono per noi importanti. Nell’ambito dell’impegno preso aderendo al «Montreal Carbon Pledge», dal 2014 AXA pubblica ogni anno l’impronta di CO2 dei suoi investimenti (azioni e obbligazioni statali e societarie). I dati vengono consolidati e valutati per tutte le unità organizzative di AXA e comprendono anche i dati riferiti ad AXA Svizzera. L’impronta di CO2 dei nostri investimenti propri continua a diminuire, e tra il 2014 e il 2022 si è ridotta del 47 per cento. Questa riduzione è dovuta principalmente all’abbandono dei combustibili fossili e agli investimenti in imprese che producono energie rinnovabili. 

Sostegno alla transizione verso modelli operativi a basse emissioni di CO2

I transition bond sono stati concepiti da AXA e Crédit Agricole CIB. Mirano a sostenere i progetti delle imprese che ancor oggi sono ad alta intensità di carbonio ma che stanno lavorando al miglioramento dei loro processi e possono giocare un ruolo importante nella decarbonizzazione dell’economia. I transition bond di AXA vanno a colmare la lacuna tra i progetti che già ora sono «verdi», e come tali possono essere presi in considerazione per un finanziamento con green bond, e quelli che, benché non «verdi», potrebbero compiere progressi importanti nella riduzione delle emissioni di CO2. Ad esempio, per quanto riguarda le compagnie di navigazione, è possibile finanziare la loro transizione dal carburante diesel marino pesante alla propulsione a gas naturale liquefatto fino a quando non potranno passare a navi alimentate a vento o a idrogeno. 

  • Teaser Image
    I transition bond di AXA

    Con i suoi transition bond, AXA sostiene le aziende che, sebbene a tutt’oggi causino ancora elevate emissioni di CO2, si impegnano attivamente per migliorare l’impronta di CO2. Per saperne di più leggete il nostro blog.

    Blog

Come investe AXA in pratica per proteggere l’ambiente? 

  • «Potenziale di riscaldamento globale» dei propri investimenti di 1,5 °C entro il 2050
  • Nessun investimento in aziende il cui fatturato provenga per più del 20 per cento dall’ estrazione del carbone o dalla produzione di energia basata sul carbone (ritiro da questi investimenti entro il 2030 per i Paesi dell’OCSE ed entro il 2040 a livello mondiale)
  • EUR 26 miliardi in investimenti verdi (ad es. green bond e impact fund) entro il 2023 
  • EUR 200 milioni in AXA Transition Bond
  • Nessun investimento in aziende del settore petrolifero e del gas, eccezion fatta per quelle che figurano sulla nostra white list (le aziende sulla white list dispongono di una chiara strategia di transizione verso le energie rinnovabili)

Le misure del Gruppo AXA per far fronte al cambiamento climatico (in inglese) 

  • Teaser Image
    Perché la sostenibilità è così importante per gli assicuratori

    La mentalità e l’atteggiamento rivolti al futuro, sostenibili e consapevoli del rischio sono sempre stati un punto nodale del settore assicurativo. Maggiori approfondimenti nel nostro blog.

    Blog

AXA e lei

Contatto Avviso sinistro Offerte di lavoro Media Broker myAXA Login Valutazioni dei clienti Portale officine Abbonarsi alla newsletter myAXA FAQ

AXA nel mondo

AXA nel mondo

Restare in contatto

DE FR IT EN Avvertenze per l'utilizzazione Protezione dei dati / Cookie Policy © {YEAR} AXA Assicurazioni SA

I cookie e tool di analisi che utilizziamo ci permettono di migliorare la vostra fruizione del sito, personalizzare la pubblicità di AXA e dei suoi partner pubblicitari e mettere a disposizione funzioni social media. Purtroppo con Internet Explorer 11 non è possibile modificare le impostazioni cookie dal nostro Centro preferenze cookie. Se desiderate modificare tali impostazioni vi preghiamo di usare un browser aggiornato. Utilizzando il nostro sito Internet con questo browser acconsentite all’utilizzo di cookie. Protezione dei dati / Cookie Policy