Fondazione e innovazione

Sette consigli per costituire con successo un'azienda

Condividere su Facebook Condividere su Twitter ch.axa.i18.share.google Condividere su LinkedIn Condividere su Xing Condividere su Pinterest Convididere per e-mail

La propria ditta rappresenta un sogno per molti. Ma solo con un'approfondita preparazione e una chiara strategia, questo sogno può trasformarsi in una realtà di successo.

La riuscita di una start-up dipende non da ultimo da una seria preparazione. Nessun amministratore racconterà che la fase di costituzione è stata una passeggiata. Questi sette consigli aiutano a pensare a diversi aspetti.

1. L'inizio: idea commerciale e impegno

Una buona idea commerciale è alla base del successo della costituzione di un'azienda. Altrettanto importante è l'impegno dei fondatori. Soprattutto la fase iniziale richiede molto tempo. In particolare per le questioni giuridiche (forma giuridica, protezione del marchio, contratti di lavoro, ecc.) è bene rivolgersi a un professionista. Anche eventuali imprevisti dovrebbero essere presi in considerazione.

2. Ben ponderato: il business plan

Il business plan serve agli investitori, alle banche e ai partner commerciali come base decisionale per valutare opportunità e rischi della nuova azienda. Qui i fondatori della stessa si confrontano in maniera approfondita con la propria idea e con il contesto economico. Una breve check-list sul contenuto di un business plan è disponibile nel riquadro alla fine dell'articolo; in alternativa si può allestire qui gratuitamente il proprio business plan online.

3. Restare liquidi: il finanziamento

I mezzi necessari dovrebbero essere calcolati in modo sufficientemente abbondante – perché spesso il successo non arriva con la velocità sperata. Affinché il controllo di finanze e liquidità possa essere garantito, è preferibile disporre di conoscenze di economia aziendale.

4. Sempre aggiornati: mercato e settore

Un'ampia conoscenza del mercato e del settore è determinante. Il continuo mutamento del mondo commerciale rappresenta una grande sfida, che può essere affrontata solo con un perfezionamento attivo e costante.

5. Farsi conoscere: strategia di marketing

I neoimprenditori dovrebbero sapere come presentare sul mercato i loro prodotti e servizi e con quale strategia di marketing e comunicazione raggiungere i loro clienti.

6. Scelta mirata: collaboratori e struttura aziendale

Solo collaboratori motivati, che abbiano una vera passione per l'idea e la visione possono creare una buona azienda. Per la fase iniziale è perciò decisivo trovare le forze giuste per i compiti centrali. Sono inoltre d'aiuto strutture, compiti e obiettivi chiari.

7. Fianco a fianco: rete di contatti

Lo scambio con altri giovani imprenditori, manager esperti e conoscitori del settore agevola in modo determinante la creazione di know-how e possibili collaborazioni e impedisce di imboccare un vicolo cieco.

Check-list per il business plan

Un business plan completo contiene le seguenti sezioni:

  • Storia e situazione attuale dell’azienda
  • Servizi e prodotti
  • Posizionamento sul mercato
  • Analisi della concorrenza
  • Strategia di marketing
  • Ubicazione/produzione/amministrazione
  • Management e organizzazione
  • Analisi dei rischi (interni ed esterni)
  • Pianificazione finanziaria

Articolo correlato

AXA e lei

Contatto Avviso sinistro Offerte di lavoro Media Broker myAXA Valutazioni dei clienti Portale officine Abbonare la newsletter

AXA nel mondo

AXA nel mondo

Restare in contatto

DE FR IT EN Avvertenze per l'utilizzazione Protezione dei dati © {YEAR} AXA Assicurazioni SA

Utilizziamo cookie e tool di analisi per migliorare la navigazione sulla pagina internet e personalizzare la pubblicità di AXA e dei partner pubblicitari. Maggiori informazioni: Protezione dei dati