Trend

In Alpnach l’individualità è la norma

Immagine: Herbert Zimmermann
Condividere su Facebook Condividere su Twitter ch.axa.i18.share.google Condividere su LinkedIn Condividere su Xing Condividere su Pinterest Convididere per e-mail

Digitalizzazione e automazione sono onnipresenti,  mentre le richieste dei clienti sono sempre più esigenti e individuali. Alpnach Norm-Schrankelemente AG  insegna come un’azienda può coniugare queste due tendenze apparentemente contrastanti.

La sede centrale di Alpnach Norm sorge in una posizione idilliaca – sospesa tra lo Stanserhorn e il Pilatus, tra il Lago dei Quattro Cantoni e il Lago di Sarnen. Si è quasi indotti a pensare che qui il tempo si sia un po’ fermato, che al di là dell’agricoltura e del turismo non vi siano posti di lavoro e che le aziende residenti debbano lottare con le sfide del nostro tempo.

Un’agenda piena

Brigitte Breisacher deve lottare tutt’al più con la sua agenda puntualmente piena. La CEO di Alpnach Norm-Schrankelemente AG e di Alpnach Küchen AG si precipita da un appuntamento all’altro. I responsabili vendite provenienti da tutta la Svizzera si sono appena riuniti nella sede centrale ad Alpnach, intrattenendosi a colloquio con la CEO. Brigitte Breisacher parla velocemente, è nel suo elemento, si percepisce la passione per la sua azienda. Sebbene nutra grande rispetto per il cambiamento, la velocità e lo sviluppo economico, non c’è traccia di timori per il futuro, opportunità mancate o lagnanze sulla digitalizzazione. 

Sicuramente lo stesso ottimismo di suo padre Theo che nel 1954 giunge in Svizzera con 100 marchi in tasca. A Wilen nel Cantone di Obvaldo lavora come falegname e nel mobilificio Georg Läubli si familiarizza con la produzione razionale di parti di mobili. Presto si trasferisce nell’Oberland zurighese, dove nel 1960 ha modo di rilevare una falegnameria. In Svizzera inizia il boom edilizio, Breisacher produce su ampia scala armadi, cornicioni e pannelli per soffitti destinati a palazzi di molti piani a Schwamendingen e scopre di riflesso i vantaggi della produzione standardizzata. Nel 1966 infine Theo Breisacher fa ritorno nella Svizzera centrale, dove fonda ad Alpnach l’odierna azienda. Anche nella nuova sede il giovane imprenditore punta sin dall’inizio sugli standard nella produzione di armadi a incasso, un approccio che è valso all’azienda l’attuale ragione sociale Alpnach Norm.

Dallo standard al pezzo unico

Come rivela il marchio di fabbrica, in origine l’azienda produceva armadi standardizzati. Oggi i prodotti sono personalizzati sulle esigenze dei clienti: «La nostra produzione è progettata per singole unità e per grandi produzioni in serie», rivela Brigitte Breisacher. «I pannelli di truciolato sono forniti perlopiù da Swiss-krono e lavorati da macchinari computerizzati, ma oggi quasi ogni mobile è un pezzo unico». 

«Sebbene il legno venga lavorato in grandi linee di produzione, oggi quasi ogni mobile è un pezzo unico»

Brigitte Breisacher, la CEO di Alpnach Norm

Circa il 40 per cento dei clienti è costituito da proprietari di case che desiderano un armadio personalizzato, un arredo che negli ultimi anni da spazio per riporre gli oggetti è assurto sempre più a pezzo ornamentale o persino a oggetto d’arte, prosegue Breisacher. Innumerevoli decori superficiali testimoniano le varie preferenze dei clienti. «Queste esigenze sono aumentate negli ultimi anni», dichiara la CEO. «I clienti si informano in anticipo e hanno un’idea chiara di come deve essere il loro mobile. Insieme a nostri consulenti progettano poi l’armadio, che si inserisce idealmente nella casa o nell’appartamento e risponde ai requisiti di spazio di contenimento, ottica, materiale e sensazione tattile».

«Negli ultimi anni la richiesta è tornata a privilegiare i criteri di durevolezza, qualità e sostenibilità»

Brigitte Breisacher, la CEO di Alpnach Norm

Anche il rimanente 60 per cento – imprese generali e architetti, che realizzano case plurifamiliari – vuole prodotti sempre più personalizzati. «Mentre mio padre a Schwamendingen poteva ancora arredare innumerevoli abitazioni dello stesso tipo, oggi le planimetrie variano quasi da appartamento ad appartamento», tant’è vero che spesso per ogni abitazione vengono realizzati armadi a incasso personalizzati.

Richiesta di prodotti individuali

Il nome Alpnach Norm è quindi ancora attuale? «Assolutamente», afferma con convinzione Brigitte Breisacher. «L’individualità è il nostro credo. Da noi non è più il prodotto ad essere standardizzato, bensì il processo». Questo processo è una componente importante del successo dell’azienda. I falegnami, tutti specialisti provenienti perlopiù dal Cantone di Obvaldo, tagliano e lavorano i pannelli di legno in linee di produzione e con macchinari di grandi dimensioni. Al riguardo è richiesta una precisione millimetrica, in quanto gli armadi vengono poi incassati su misura negli spazi.  I falegnami lavorano con i più moderni programmi informatici, con i quali possono controllare e manovrare i macchinari. Il lavoro è impegnativo, per cui Alpnach Norm è un datore di lavoro interessante. Circa 35 000 armadi vengono così realizzati anno dopo anno, e ciascuno viene poi montato da propri installatori. Per un armadio Alpnach-Norm occorre quindi calcolare tra i 3000 e i 10 000 franchi, a seconda delle dimensioni, del materiale e del contenuto. «Si tratta di un prodotto di qualità in legno svizzero con una lunga durata di vita», giustifica così il prezzo Brigitte Breisacher. «Spesso i nostri armadi sopravvivono per generazioni e a vari proprietari di casa».

«Possiamo assecondare quasi ogni richiesta dei clienti, senza per questo dover adeguare la nostra produzione»

Brigitte Breisacher, la CEO di Alpnach Norm

Con lo sviluppo da falegnameria con produzione in serie ad azienda produttrice di armadi a incasso personalizzati secondo un processo standardizzato, Alpnach Norm ha trovato il suo segmento di mercato. «Negli ultimi anni la richiesta è tornata a privilegiare i criteri di durevolezza, qualità e sostenibilità», riepiloga Breisacher. «Questo ha sicuramente aiutato noi e il nostro indirizzo aziendale». Ma la titolare intravede la ragione principale del successo nel contatto personale con i clienti, nei prodotti individuali e di alto profilo qualitativo e nella produzione standardizzata. «Possiamo soddisfare quasi ogni richiesta dei clienti, senza per questo dover adeguare la nostra produzione», così Breisacher spiega con fierezza il successo della sua azienda. Un successo evidenziato dal numero dei collaboratori: se al suo ingresso in azienda nel 1987 l’organico di Alpnach Norm contava 50 collaboratori, all’avvicendamento ai vertici nel 2008 erano già diventati 160 (incl. la produzione di cucine) e solo dieci anni dopo sono saliti a 180.

L’azienda di Alpnach è dunque riuscita a cogliere le sfide del nostro tempo come opportunità. L’agenda di Brigitte Breisacher continua ad essere piena e c’è già un altro appuntamento che l’aspetta.

 

Testo originale pubblicato in «La mia ditta», la rivista PMI di AXA.

  • Teaser Image
    Rivista per la clientela «La mia ditta»

    La rivista di AXA al servizio delle aziende vi informa tre volte all'anno su temi che interessano i piccoli imprenditori.

    NUMERO ATTUALE

La ditta

Theo Breisacher arriva in Svizzera praticamente senza mezzi nel 1954 e lavora come falegname a Wilen (OW). Oltre 50 anni fa, alla fine del 1966, fonda il mobilificio Alpnach AG, che diventa poi Alpnach Norm, in quanto produce prevalentemente armadi a incasso standardizzati. Con il tempo l’azienda si specializza sempre più in armadi a incasso di ogni tipo, che oggi vengono realizzati individualmente in base ai desideri dei clienti. Nel 2008 Brigitte Breisacher, entrata nell’azienda del padre nel 1987, rileva l’impresa e fonda una holding, che oltre ad Alpnach Norm-Schrankelemente AG comprende anche Alpnach Küchen AG a Strengelbach e Zurag AG a Ebikon.   

www.alpnachnorm.ch

Articolo correlato

AXA e lei

Contatto Avviso sinistro Offerte di lavoro Media Broker myAXA Valutazioni dei clienti Portale officine Abbonare la newsletter

AXA nel mondo

AXA nel mondo

Restare in contatto

DE FR IT EN Avvertenze per l'utilizzazione Protezione dei dati © {YEAR} AXA Assicurazioni SA

Utilizziamo cookie e tool di analisi per migliorare la navigazione sulla pagina internet e personalizzare la pubblicità di AXA e dei partner pubblicitari. Maggiori informazioni: Protezione dei dati