Previdenza e salute

«Guardiamo al futuro con ottimismo»

Immagine: AXA/Marco Vara
Condividere su Facebook Condividere su Twitter Condividere su LinkedIn Condividere su Xing Convididere per e-mail

Nel 2019 AXA ha migrato il suo segmento LPP dall’assicurazione completa alle soluzioni autonome, il che ha comportato profondi cambiamenti anche per l’Asset Management. In questa intervista Daniel Gussmann, Chief Investment Officer di AXA, racconta cosa è cambiato per lui e il suo team e come affrontano l’attuale situazione dei mercati finanziari. 

Signor Gussmann, cosa ha significato per lei e il suo team la transizione dall’assicurazione completa alle soluzioni semiautonome nell’Asset Management? 

Nell’arco di 12 mesi abbiamo completamente ristrutturato investimenti per un ammontare di 30 miliardi di franchi. È stata un’esperienza intensa, ma anche molto elettrizzante. Le soluzioni semiautonome sono decisamente più libere nella strategia d’investimento, in quanto non sono imbrigliate nel corsetto normativo dell’assicurazione completa. Quanto anticipato ci offre nuove possibilità per mettere a frutto opportunità di rendimento a lungo termine per gli assicurati. Basti pensare che siamo riusciti ad accrescere in misura apprezzabile anche la quota azionaria, ovvero la classe di attivi che nel lungo periodo promette il rendimento più sostenuto. Oltre alla ristrutturazione dei portafogli clienti abbiamo adeguato anche i nostri processi e l’organizzazione: disponiamo ad esempio di un nuovo team, dedicato esclusivamente all’assistenza ai clienti. 

Cosa ha ispirato questa scelta?

In precedenza lavoravamo piuttosto nell’ombra, poiché nell’assicurazione completa era AXA a sostenere di fatto tutti i rischi d’investimento. Nella realtà semiautonoma questi sono assunti dalle fondazioni collettive, per cui è tanto più importante che sappiano a chi accordano la loro fiducia. 

Come è andato il primo anno dopo la trasformazione? 

Il 2019 è stato un anno molto proficuo. Grazie al nuovo indirizzo delle nostre fondazioni collettive, per il 2019 gli assicurati hanno beneficiato di una remunerazione degli averi di vecchiaia di gran lunga più consistente di quella del mercato, ovvero mediamente del 3,5 per cento, ampiamente superiore a quanto sarebbe stato possibile con l’assicurazione completa.  

Il 2019 è stato un anno positivo per le borse. Nel 2020 il mondo appare diverso, i mercati sono volatili. Quali sono le implicazioni per i fondi previdenziali dei suoi assicurati? 

I mercati dei capitali e soprattutto i listini azionari evidenziano periodicamente delle oscillazioni. Perseguiamo una strategia d’investimento consapevole dei rischi con un’ampia diversificazione, il che produce effetti stabilizzanti sulla performance e sul grado di copertura. Nel lungo periodo i conti devono tornare, e i nostri portafogli sono pronti e preparati al meglio per attenuare queste oscillazioni. Per questo guardiamo al futuro con ottimismo. 

«I nostri portafogli sono pronti e preparati al meglio per il futuro»

Come affrontate concretamente le sfide come quella posta dalla situazione attuale?

Insieme ai nostri partner d’investimento esterno aggiustiamo il posizionamento dei nostri portafogli con periodicità settimanale, se occorre anche su base giornaliera. Così facendo abbiamo la certezza che i nostri portafogli clienti siano sempre posizionati al meglio e adeguati alle mutevoli condizioni di mercato. Restiamo fedeli alla nostra filosofia d’investimento attenta ai rischi ed effettuiamo nuove ponderazioni nei portafogli clienti molto selettivamente e con grande accortezza.

La strategia d’investimento a lungo termine delle nostre fondazioni collettive semiautonome è definita dal consiglio di fondazione di ciascuna di esse. Come gestore patrimoniale prestiamo la nostra consulenza alle fondazioni e diamo corso agli investimenti nel rispetto delle linee guida statuite dalla legge, naturalmente sempre guidati dall’obiettivo di realizzare proventi d’investimento duraturi a beneficio degli assicurati. Una strategia d’investimento accuratamente derivata, come quella che abbiamo concordato con i clienti delle nostre fondazioni collettive, si basa sempre sulla valutazione della capacità di rischio di un istituto di previdenza, come pure delle opportunità e dei rischi che si offrono nel lungo periodo sui mercati finanziari. In questo modo la strategia a lungo termine conserva la sua validità anche in periodi di volatilità. 

«Come assicuratori siamo abituati da sempre a investire in modo sicuro i premi e gli averi previdenziali dei nostri assicurati»

Cosa distingue in particolare l’Asset Management di AXA?

Amministriamo i fondi previdenziali di oltre 40 000 aziende in Svizzera. Forti del nostro «radicamento nel settore assicurativo», siamo abituati da sempre a investire i premi e gli averi previdenziali degli assicurati in modo sicuro e remunerativo. Di conseguenza, abbiamo puntato per tempo su classi di attivi interessanti come immobili svizzeri ed esteri, ipoteche elvetiche, titoli societari e di private equity e abbiamo costruito il relativo know-how per effettuare investimenti di grande interesse e sostenibili per i nostri clienti. Al riguardo puntiamo sistematicamente su un approccio «best in class» in linea con i tempi. 

Cosa significa esattamente?

Cerchiamo e selezioniamo sistematicamente lo stile d’investimento migliore per la rispettiva classe di attivi, come pure gli asset manager più capaci. Grazie a questo approccio «best in class» indipendente identifichiamo per i fondi delle casse pensioni dei nostri clienti le possibilità d’investimento e le opportunità di rendimento di volta in volta migliori. Peraltro adottiamo lo stesso modus operandi anche per la nostra stessa cassa pensione. Investiamo il denaro dei nostri clienti nel rispetto degli stessi principi che applichiamo per i fondi previdenziali dei nostri collaboratori.

Quali sono i vostri piani per il futuro?

Oltre alla consulenza e all’assistenza ai clienti già in portafoglio, in avvenire proporremo maggiormente il nostro know-how e i nostri servizi anche ad altre casse pensioni e istituti di previdenza, poiché il contesto in cui operano le casse pensioni si è ulteriormente inasprito. 

Nell’obbligazionario, che in percentuale rappresenta la maggiore classe di attivi in cui le casse pensioni svizzere investono abitualmente con circa un terzo del loro patrimonio, non è più possibile conseguire un rendimento nel lungo periodo a causa dei tassi negativi. L’aliquota di conversione stabilita dalla LPP e l’età di pensionamento in vigore rendono però necessario realizzare un determinato rendimento per poter onorare gli impegni presi sul fronte delle rendite. Ne consegue che le casse pensioni avranno difficoltà anche in futuro a generare i rendimenti necessari.

   

Daniel Gussmann lavora per AXA dal 2009 e attualmente ricopre le funzioni di Chief Investment Officer (CIO) di AXA Svizzera e responsabile Asset Management. Nel giugno 2012 si è unito al team elvetico di Investment Management e in agosto 2014 ha assunto la direzione di Allocation & Strategy. Presso AXA Germania ha lavorato per tre anni nell’Asset Management e nella strategia aziendale. Daniel Gussmann ha un master in Business Administration dell'Università di Mannheim e vanta il titolo di Chartered Financial Analyst (CFA). Vive con la famiglia a Frauenfeld e si reca ogni giorno al lavoro con la bicicletta elettrica.

  

  • Teaser Image
    Fino al 20% in più di rendita di vecchiaia

    Nel 2° pilastro si cercano soprattutto formule sostenibili ed efficaci. Grazie alle soluzioni semiautonome, le PMI e i loro dipendenti ricevono a lungo termine una remunerazione migliore con prospettive di rendite più elevate in vecchiaia. Inoltre una strategia d’investimento accorta consente un alto grado di sicurezza.

    Maggiori informazioni

Articolo correlato

AXA e lei

Contatto Avviso sinistro Offerte di lavoro Media Broker myAXA Valutazioni dei clienti Portale officine Abbonare la newsletter

AXA nel mondo

AXA nel mondo

Restare in contatto

DE FR IT EN Avvertenze per l'utilizzazione Protezione dei dati © {YEAR} AXA Assicurazioni SA

Utilizziamo cookie e tool di analisi per migliorare la navigazione sulla pagina internet e personalizzare la pubblicità di AXA e dei partner pubblicitari. Maggiori informazioni: Protezione dei dati