Mobilità

Una nuova idea di mobilità

Bild: Getty Images
Condividere su Facebook Condividere su Twitter ch.axa.i18.share.google Condividere su LinkedIn Condividere su Xing Condividere su Pinterest Convididere per e-mail

Il CEO di AXA Svizzera Fabrizio Petrillo parla degli sviluppi nel campo della mobilità e del ruolo futuro della sua azienda. 

Recentemente CB Insights ha elencato i 33 principali settori che potrebbero subire radicali cambiamenti con l’avvento di auto a guida autonoma e di nuove soluzioni di mobilità. L’assicurazione è una di queste. 

Probabilmente le nuove tecnologie faranno sì che, in caso di sinistro o di guasto, non avremo pressoché alcuna interazione diretta con il cliente. Tutte le principali informazioni saranno trasferite automaticamente e immediatamente dal veicolo ai produttori. In tutto questo il ruolo dell’assicuratore è quello di un fornitore nell’ambito della soluzione complessiva. Per la prima volta dopo tempo immemorabile, inoltre, il volume delle assicurazioni auto fa registrare una stagnazione. I tempi in cui l’attività procedeva pressoché da sola sono definitivamente passati.

Modelli di mobilità alternativa quali ad esempio l’offerta GreenClass delle FFS acquisiranno con ogni probabilità sempre più importanza. Qui la parola chiave è Mobility-as-a-Service – il cliente «consuma» mobilità, vengono riunite diverse offerte di questo genere. 

In tempi di multiopzionalità le partnership saranno determinanti per il successo economico di modelli commerciali. Lo hanno compreso tutti i grandi player: la BMW coopera con le FFS, la AMAG con la Swisscom, la Nissan con Android, per citare solo alcuni esempi.

Il fatto è che tutti gli operatori sul mercato della mobilità sono interessati dal cambiamento e devono ridefinire il proprio ruolo. Ma cosa significa questo per noi?

La nostra visione è chiara: in futuro vogliamo essere qualcosa di più del classico assicuratore di oggi – e trasformarci da semplice «payer» a vero e proprio «partner», per agevolare la vita ai nostri clienti. 

Adesso ci si può chiedere se questa visione non sia troppo azzardata. Un assicuratore auto ha contatto con un cliente in media solo ogni 7 anni, ossia ogni qualvolta si verifica un incidente. E nella mobilità si incontrano numerosi offerenti - gruppi globali, ad es. produttori di auto, che con i loro clienti ostentano design, tecnologia ed emozioni, ma anche forti offerenti locali quali le FFS o l’AutoPostale. Quale ruolo possiamo dunque giocare realisticamente nel nuovo mondo della mobilità? 

Una cosa è certa: dobbiamo diventare più creativi nelle nostre soluzioni, se vogliamo realizzare la nostra visione. Ma non guardiamo con pessimismo al futuro, al contrario. AXA è il maggior assicuratore di veicoli a motore della Svizzera con oltre 1 milione di veicoli, abbiamo una relazione commerciale con il 40 per cento di tutte le aziende elvetiche e contiamo complessivamente 2 milioni di clienti privati. In qualità di leader di mercato e con il Gruppo AXA alle spalle possiamo muovere molti ingranaggi sul mercato e fissare degli standard.

Possiamo contare su forti partnership con numerose officine, su un’ottima gestione dei sinistri e, con l’ACC, addirittura su una propria officina di riparazione.

Disponiamo di un pool di dati ben sviluppato e gestiamo già oggi una piattaforma di servizi di prim’ordine, per offrire ai clienti un aiuto in diverse situazioni di vita. 24 ore su 24, 7 giorni su 7, 365 giorni all’anno siamo al fianco dei nostri clienti quando hanno bisogno di aiuto.

Tutto ciò ci contraddistingue come partner appetibile, ben oltre l’ambito assicurativo. 

Per andare incontro a opportunità e sfide nel campo della mobilità, abbiamo definito una chiara strategia con due orientamenti. 

Da un lato ottimizziamo il core business e lo adeguiamo ai requisiti di mercato e alle nuove esigenze della clientela. Grazie alle sue dimensioni, AXA può contare su vantaggi di scala decisivi per migliorare l’efficienza in materia di costi. La digitalizzazione è un fondamento centrale, per questo abbiamo incrementato il volume dei relativi investimenti. Al tempo stesso potenziamo le nostre capacità nella valutazione del rischio e nel pricing e ampliamo il prodotto principale con nuovi servizi. 

Dall’altro lato ci prepariamo al futuro. Investiamo in nuovi modelli operativi e ci perfezioniamo nell’approccio «Test and Learn». In questo modo anche in futuro resteremo aperti a eventuali partnership.

Abbiamo ad esempio fondato una joint venture con Tamedia e lanceremo sul mercato approcci innovativi relativi al commercio di veicoli nuovi e usati. 

Stiamo testando al momento un’offerta di servizi di gestione per parchi veicoli, in cui ci occupiamo per i nostri clienti aziendali della gestione completa del loro parco veicoli – dall’acquisto alla vendita passando per le soluzioni di finanziamento, incl. l’assicurazione.

Dallo scorso autunno siamo sul mercato con la nostra offerta «Upto» e offriamo abbonamenti a veicoli per clienti finali - utilitarie, station wagon, SUV fino ad arrivare ai moderni veicoli elettrici -, assicurazione, imposte, manutenzione, cambio gomme e molto altro sono inclusi nel prezzo. 

Insieme alla start-up tecnologica tedesca ThinxNet abbiamo fondato «ryd suisse», una nuova azienda nel settore delle connected car, che grazie a soluzioni innovative può trasformare ogni auto in un batter d’occhio in una smart & connected car. 

Insieme ad AdNovum, AMAG e Mobility lavoriamo inoltre a un Car Dossier, basato sulla tecnologia Blockchain. 

Questi sono alcuni esempi che dimostrano che operiamo in modo ampiamente diversificato e che plasmiamo attivamente il futuro dei servizi di mobilità in Svizzera.

Per il successo futuro sarà determinante soprattutto una cosa: l’atteggiamento giusto e la cultura del lavoro. Perché in questa trasformazione servono tutti: i giovani selvaggi così come specialisti assicurativi di comprovata esperienza. Ed è questa la nobile arte per una grande azienda quale AXA. Fare insieme la differenza e provvedere affinché le idee di oggi si trasformino nei nostri comuni successi di domani.

Articolo correlato

Utilizziamo cookie e tool di analisi per migliorare la navigazione sulla pagina internet e personalizzare la pubblicità di AXA e dei partner pubblicitari. Maggiori informazioni: Protezione dei dati