Mobilità

Sentirsi più sicuri grazie alla app di accompagnamento «WayGuard»

Immagine: Keystone-SDA
Condividere su Facebook Condividere su Twitter Condividere su LinkedIn Condividere su Xing Convididere per e-mail

Sono in molti a conoscere quella sgradevole sensazione che si prova quando si è da soli per strada a tarda sera. L’app di AXA «WayGuard» rende più sicuro il rientro a casa di chi ama fare le ore piccole. In Svizzera, dove l’app è disponibile dal 2019, a utilizzare il servizio di accompagnamento digitale sono allo stato attuale oltre 28 000 persone. 

Circa il 90 per cento delle donne avverte talvolta una sgradevole sensazione di insicurezza rientrando da sola a casa a tarda sera, dovendosi avventurare in un sottopassaggio o facendo jogging attraverso un bosco, come evidenziato da un sondaggio rappresentativo di AXA condotto nel 2019. Anche fra gli uomini intervistati, più di tre quarti ha ammesso di non sentirsi al sicuro quando, dopo un’uscita serale, rincasano da soli. Le persone intervistate si sentono particolarmente a disagio quando si accorgono che qualcuno cammina dietro di loro e le strade sono scarsamente illuminate.

Un accompagnatore virtuale fino alla porta di casa

Per dare alle donne una sensazione di maggiore sicurezza quando circolano da sole per strada, il team Innovazione di AXA Svizzera ha lanciato nell’autunno del 2019 una nuova app da cui ci si può far accompagnare fino alla porta di casa. L’app di accompagnamento «WayGuard» offre un’assistenza 24 ore su 24, che può essere utilizzata in funzione delle situazioni. Una volta attivata, la app resta operativa in background per l’intero percorso, dando sicurezza e consentendo di chiamare aiuto in caso di emergenza. Ci si può far accompagnare virtualmente o telefonicamente da amici, familiari o da professionisti WayGuard appositamente formati. La app condivide la posizione attuale con gli accompagnatori e li avvisa quando si arriva sani e salvi a destinazione.  

Vivo interesse da parte di donne e uomini

L’app, sviluppata nel 2016 da AXA Germania con il sostegno della polizia di Colonia, viene nel frattempo utilizzata da oltre 420 000 utenti. Anche da noi sta riscuotendo un vivo interesse: in Svizzera oltre 28 000 persone utilizzano attualmente il servizio di accompagnamento digitale. L’applicazione è stata utilizzata finora circa 52 000 volte e in altri 10 000 casi si è optato per l’accompagnamento personale, ossia tramite un contatto nella rubrica telefonica o la centrale operativa di «WayGuard». In media si registrano circa 300 accompagnamenti virtuali e 50 personali a settimana, anche se in questi ultimi casi ci si rivolge più spesso a un proprio conoscente che non alla centrale operativa.

La percentuale delle donne che in Svizzera utilizza l’app è pari a circa il 56 per cento, mentre il 17 per cento delle persone registrate è costituito da uomini (il 27 per cento non ha dato indicazioni in merito al sesso). Quasi 23 000 persone, ossia quasi la metà delle persone registrate in tutto il territorio nazionale, ha un’età compresa fra il 19 e i 36 anni.

«Lo scopo dell’app di accompagnamento «WayGuard» è di infondere sicurezza in tutti coloro che si sentono a disagio rientrando a casa. Da uno studio realizzato da AXA è risultato che quando non si sentono al sicuro, molte persone telefonano a qualcuno o simulano una telefonata. «WayGuard» è collegata a una centrale operativa professionale e sempre raggiungibile per offrire il necessario supporto in casi critici», spiega Claudia Bienentreu, responsabile Open Innovation presso AXA Svizzera.

Esatta localizzazione in caso di emergenza

In caso di effettiva emergenza «WayGuard» risolve un problema decisivo: in situazioni critiche molti non riescono a descrivere dove si trovano esattamente. Con i dati GPS, che vengono trasmessi in caso di chiamata di emergenza, la centrale operativa può invece coordinare un intervento rapido. In casi critici la chiamata di emergenza viene inoltrata alla centrale di polizia locale che, grazie alla localizzazione esatta, è in grado di agire immediatamente.

Sinora per fortuna, le vere emergenze sono state poche: in tutta la Svizzera le telefonate di emergenza sono state 124, molte delle quali tuttavia si sono rivelate dei test di prova o delle chiamate partite per errore.

L’app di accompagnamento «WayGuard» per iPhone e Android è disponibile gratuitamente in App Store e Play Store e può essere utilizzata da tutte le persone interessate. Contiene inoltre alcuni consigli concreti su come ad esempio poter pianificare correttamente il proprio rientro a casa di sera o scoraggiare le persone troppo insistenti. L’app è disponibile in lingua tedesca e inglese. 

Studio:

sondaggio rappresentativo online su come viene percepita la sicurezza nei luoghi pubblici, condotto da AXA Svizzera tra il 9 e il 14 ottobre 2019 su un campione di 500 persone della Svizzera tedesca di età compresa tra 15 e 40 anni.

Articolo correlato

AXA e lei

Contatto Avviso sinistro Offerte di lavoro Media Broker myAXA Login Valutazioni dei clienti Portale officine Abbonare la newsletter myAXA FAQ

AXA nel mondo

AXA nel mondo

Restare in contatto

DE FR IT EN Avvertenze per l'utilizzazione Protezione dei dati / Cookie Policy © {YEAR} AXA Assicurazioni SA

I cookie e tool di analisi che utilizziamo ci permettono di migliorare la vostra fruizione del sito, personalizzare la pubblicità di AXA e dei suoi partner pubblicitari e mettere a disposizione funzioni social media. Purtroppo con Internet Explorer 11 non è possibile modificare le impostazioni cookie dal nostro Centro preferenze cookie. Se desiderate modificare tali impostazioni vi preghiamo di usare un browser aggiornato. Utilizzando il nostro sito Internet con questo browser acconsentite all’utilizzo di cookie. Protezione dei dati / Cookie Policy