crash test

Infortunistica e prevenzione

Da piccoli danni alla verniciatura agli infortuni stradali mortali: ogni anno AXA riceve numerose notifiche di sinistri da parte dei propri assicurati. Per poter analizzare come e per quali motivi avvengono gli incidenti più comuni, nel 1981 AXA ha dato vita al reparto d'infortunistica: una storia di successo internazionale unica nel mercato assicurativo svizzero.

Crash test 2016 a Dübendorf

È oramai risaputo che dalla diffusione a tappeto di cellulari si verificano più incidenti con gli utenti della strada che telefonano o scrivono messaggi. Con le ulteriori possibilità degli smartphone cresce anche la tentazione di servirsi delle app nel traffico stradale – sia come conducente sia come pedone.

Tamponamento fra tre autovetture

Mentre percorre l'autostrada,  il conducente di un'autovettura si accorge di avere davanti a sé una coda. Frena perciò con il dovuto anticipo   e si ferma. Distratto dal suo smartphone, il conducente dell'autovettura in arrivo da dietro frena troppo tardi e si schianta contro la colonna di mezzi fermi a una velocità di 60 km/h. 

Travolgimento, da parte di un'autovettura, di un pedone

Mentre controlla il suo smartphone e  ascolta della musica con le cuffie. In uno stato di quasi cecità e sordità  attraversa la strada e viene travolto  da un'autovettura in arrivo a una velocità di 50 km/h.

Scontro frontale tra un autocarro e un'autovettura

Mentre percorre una strada di campagna,  un automobilista compone un messaggio  con lo smartphone. Improvvisamente  finisce sull'altra corsia,  lungo la quale viaggia un autocarro.  Il conducente di quest'ultimo frena immediatamente, tuttavia al momento  dello scontro con l'autovettura – che va a 60 km/h – il suo mezzo procede ancora a 30 km/h. 

Crash test 2015 – Wildhaus

I furgoni sono parecchio più pericolosi delle automobili. A rivelarlo sono i dati in possesso del servizio Infortunistica e prevenzione di AXA, dai quali si evince che i furgoni assicurati presso AXA provocano circa il 40% d'incidenti in più rispetto alle automobili.

Un furgone investe un bambino che sta giocando

Un bambino sta giocando a palla. Quando questa rotola in strada, la insegue. Da dietro un'auto parcheggiata il piccolo si precipita sulla carreggiata proprio mentre sopraggiunge, a una velocità di ca. 50 km/h, un furgone. Il bambino viene investito da quest'ultimo.

Un furgone si scontra con un ostacolo fisso

Un conducente noleggia un furgone per traslocare. Sottovalutandone però l'altezza, si scontra con un ostacolo fisso a una velocità di ca. 50 km/h.

Un furgone tampona una colonna di auto.

Un furgone in viaggio in autostrada si accorge troppo tardi della colonna di mezzi ferma davanti a lui e vi si schianta contro a una velocità di ca. 70 km/h.

Crash test 2014 – Wildhaus

Quest'anno, durante i crash test , si è voluto operare un raffronto tra auto di qualche anno fa e i corrispondenti modelli odierni. Dal risultato è emerso che vi è stata un’evoluzione positiva dei sistemi di sicurezza passivi.

Collisione laterale ieri e oggi

Tramite due collisioni tra un'utilitaria e la fiancata di un'auto di media cilindrata viene dimostrato come si è evoluta la sicurezza dei passeggeri. Gli impatti hanno luogo a una velocità di ca. 50 km/h.

Investimento di un pedone da parte di un'auto con cofano attivo

Partendo dall'investimento di un pedone s'intende illustrare la funzione di un cofano attivo. Il veicolo investe il pedone a una velocità di ca. 40 km/h.

Incidente motociclistico a un incrocio

Un'autovettura si mette in marcia per attraversare una strada con diritto di precedenza. Il conducente non si accorge della moto in arrivo a una velocità di ca. 70 km/h. Si verifica così una collisione.

La vostra contatto

Team Infortunistica e prevenzione
Tel.: +41 58 215 44 58
E-mail: accident.research@axa.ch