In viaggio

Profilo di Lars Kyprian: Lo skipper che torna alla ribalta

Condividere su Facebook Condividere su Twitter Condividere su LinkedIn Condividere su Xing Convididere per e-mail

Lars Kyprian non è un marinaio della domenica. A livello nazionale ha trionfato in regate importanti ed è riuscito a ottenere risultati prestigiosi anche in competizioni veliche internazionali. Poi 20 anni fa ha perso la voglia di stringere il vento… fino all’incontro con Rüdiger Böhm e la sua folle idea.

Lars Kyprian è quasi nato in barca. Prima ancora di saper camminare i suoi genitori lo portano con loro a veleggiare sul lago di Thun. Inizialmente la vela non è altro che un hobby per il giovane, ma all’età di 14 anni le cose si fanno serie: insieme a un amico entra nel club velico di Oberhofen. Il Regattaclub è famoso in tutta la Svizzera – numerosi partecipanti a olimpiadi e campionati mondiali vi hanno infatti appreso i rudimenti del mestiere. I primi successi non tardano ad arrivare: riesce a conquistare vittorie in competizioni veliche internazionali e partecipa a campionati mondiali junior. 

Una grande esperienza velica

Kyprian celebra grandi successi, ma la pratica della vela non è una reale fonte di guadagno: il dispendio di tempo è smisurato, il rendimento finanziario rimane trascurabile, per cui il compagno di navigazione di Lars decide di lasciare e di concentrarsi sulla sua carriera professionale. E all’età di 22 anni anche Lars comincia a interrogarsi: devo seguire un perfezionamento professionale? Oppure imboccare una via del tutto diversa? Il caso vuole che il montatore elettricista diplomato entri poco dopo nel servizio esterno di un’assicurazione. «All’inizio non riuscivo a immaginarmi di lavorare nel servizio esterno – meno ancora per anni», spiega il suo inizio di carriera. Nei primi tempi continua ancora a navigare a vela in concomitanza con il lavoro, ma il piacere viene sempre meno. «A un certo punto tutte le regate internazionali erano diventate semplicemente troppo per me e cominciavo ad avvertire una certa saturazione», confessa apertamente. 

Sfera professionale e privata balzano in primo piano

Lars Kyprian si concentra sulla sua carriera professionale e appende di fatto la pratica della vela al chiodo. Lo scetticismo iniziale cede il passo a uno stretto legame con il servizio esterno: dal 2013 tramanda presso AXA la sua esperienza di vendita sul fronte delle casse pensione ai collaboratori del Servizio esterno. Ama circondarsi di persone – nella realtà professionale e sportiva. Anche dopo la nascita di suo figlio Nico si tiene lontano dalla navigazione a vela. «Di tanto in tanto nelle vacanze con la famiglia sentivo l’impulso di tornare a veleggiare e quindi noleggiavo un catamarano per un paio d’ore – ma non più di così» puntualizza. Per i Kyprian lo sport è quasi vitale, ma la navigazione a vela è stata sostituita dal golf. Lars si cimenta spesso sul green, ma i colpi migliori sul campo da golf li mette a segno suo figlio Nico. Il 22enne vive e studia negli Stati Uniti e aspira a una carriera da golfista professionista.

 

«Con il GP Challenge 2020 voglio mostrare loro che possono ottenere qualsiasi cosa se si pongono un obiettivo chiaramente definito e lo perseguono con perseveranza – non importa quanto irrealistico possa sembrare agli occhi di un osservatore esterno»

Lars Kyprian a proposito del suo team presso AXA

L’amicizia con Rüdiger

Attraverso Nico nasce anche il legame con Rüdiger Böhm. «Rüdi» stava allora svolgendo un perfezionamento professionale in coaching mentale. Nell’ambito del perfezionamento Rüdiger comincia a seguire e allenare il 14enne. Il coaching mentale è importante nel golf perché è uno sport che si gioca soprattutto con la mente e che richiede la massima concentrazione. A questo periodo risale l’amicizia di lunga data tra Rüdiger Böhm e Lars Kyprian.

L’«idea nata al bar» diventa realtà

L’idea del GP Challenge 2020 sovviene ai due amici alla fine del 2017 davanti a un bicchiere di Prosecco. «Ho sperato che durante le nostre prove veliche si infradiciasse per bene e bevesse abbastanza acqua da fargli passare subito la voglia di andare a vela. Ma nel mio intimo sapevo che a Rüdi non sarebbe certamente bastata una settimana di uscite sul lago», dichiara. E così è stato. Nella settimana di prova sul lago di Garda Kyprian ha rapidamente compreso che la sfida nautica con il suo amico sarebbe potuta riuscire.

Lars Kyprian: Grazie al GP Challenge 2020 ha riscoperto la sua passione per la navigazione a vela.

Più comodità che disagi

Per oltre 20 anni nessuno è riuscito a convincerlo a tornare seriamente a veleggiare. Perché allora lo specialista di casse pensione AXA si lascia trascinare proprio adesso in una simile avventura? Kyprian non è il tipico sportivo alla ricerca del brivido, che vuole toccare ad ogni costo i propri limiti fisici. «Non sono un lottatore solitario, ma amo il gioco di squadra. Non potrei mai disputare una maratona – è una gara che perderei contro me stesso», commenta lapidario.

Non esiste un motivo per la sua adesione, prosegue Kyprian: «Presso AXA affianco il mio team con professionalità e competenza. Con il GP Challenge 2020 voglio mostrare loro che possono ottenere qualsiasi cosa se si pongono un obiettivo chiaramente definito e lo perseguono con perseveranza – non importa quanto irrealistico possa sembrare agli occhi di un osservatore esterno», aggiunge, motivando la sua partecipazione. Peraltro anche la sfida mentale è qualcosa che lo intriga e lo stuzzica: «Ogni giorno sarà diverso e il mattino non sapremo mai esattamente cosa ci aspetta – non abbiamo modo di influire sulle condizioni meteorologiche e sul vento» precisa. Ma anche Rüdiger Böhm ha avuto un ruolo tutt’altro che trascurabile nella decisione: «Sebbene Rüdiger sia privo di entrambe le gambe e questo richieda un’estrema attenzione nel navigare a vela, non mi cimenterei mai nel GP Challenge con qualcun altro», afferma con decisione Kyprian. È infatti fermamente convinto che si possano superare i propri limiti solo in una squadra che funziona. E il talento polivalente Böhm è proprio la persona giusta.

Articolo correlato

AXA e lei

Contatto Avviso sinistro Offerte di lavoro Media Broker myAXA Valutazioni dei clienti Portale officine Abbonare la newsletter

AXA nel mondo

AXA nel mondo

Restare in contatto

DE FR IT EN Avvertenze per l'utilizzazione Protezione dei dati © {YEAR} AXA Assicurazioni SA

Utilizziamo cookie e tool di analisi per migliorare la navigazione sulla pagina internet e personalizzare la pubblicità di AXA e dei partner pubblicitari. Maggiori informazioni: Protezione dei dati