Tutto sul GP Challenge 2020

Due uomini, un solo paio di gambe e una sfida straordinaria. Lars Kyprian e Rüdiger Böhm intendono veleggiare da Gibilterra a Palermo in catamarano, percorrendo 2020 miglia nautiche. Cos’ha di straordinario questa sfida? Che Rüdiger tempo fa ha perso le gambe in un incidente. Qui trovate tutte le informazioni aggiornate sul GP Challenge 2020.

Conclusione anticipata per il GP Challenge 2020

Tre Paesi, 29 giornate di navigazione, 2070 chilometri percorsi e un traguardo straordinario, sempre più vicino. Ma giunti al 29° giorno della sfida, lo scorso giovedì 24 settembre 2020 il GP Challenge 2020 è stato interrotto prima del previsto.

Purtroppo la situazione attuale legata al COVID-19 ha mandato all’aria anche i piani dei nostri velisti e dell’intera crew. Dopo che i nostri avventurieri avevano già oltrepassato i confini marittimi italiani, a causa delle nuove disposizioni relative alla pandemia non è stato loro possibile attraccare su suolo italiano per predisporre l’accampamento per la notte. Poco prima infatti era stato annunciato il divieto di ingresso in Italia per chi proviene dalla Francia. La sera stessa i due sono stati dunque costretti a rientrare in acque francesi, proprio durante un forte temporale. Una bella impresa anche questa!

Siamo molto dispiaciuti che Lars e Rüdiger non siano potuti approdare a Palermo, la loro meta finale, ma siamo incredibilmente fieri dei traguardi raggiunti nel mese trascorso. Nonostante i numerosi ostacoli incontrati, abbiamo potuto seguire da vicino le loro vicende e constatare che non hanno mai perso la voglia di scherzare né la passione per il raggiungimento del traguardo prefissato. Nella loro giornata migliore sono riusciti a percorrere ben 123 km, navigando per 10 ore di fila sul piccolo catamarano sportivo di 2x2 m. Tempeste, temporali, bonacce complete, mare mosso ed enormi onde, pioggia, danni al catamarano e molte altre ancora sono state le difficoltà che i due hanno dovuto affrontare in questo mese insieme al loro equipaggio, rimanendo sempre focalizzati sull’obiettivo. E con una convinzione costante: «Ce la faremo!». Perché è proprio credendo in sé stessi che si progredisce e si raggiungono risultati inimmaginabili.

Attendiamo ora il ritorno dei due velisti, che non vediamo l’ora di intervistare sull’intero GP Challenge, sulla prospettiva di un documentario dedicato a questo straordinario viaggio e su tutto quello che vorranno condividere con noi in esclusiva. In ogni caso i due protagonisti ci hanno dimostrato che non c’è nulla che non si possa realizzare con coraggio e tenacia; inoltre lungo il loro percorso hanno spronato molti a superare i propri limiti. A Lars e Rüdiger auguriamo dunque buon rientro a casa e un po’ di meritato riposo.

Know You Can.

GP Challenge 2020: diario di bordo

La partenza è avvenuta il 28 agosto 2020: Lars Kyprian e Rüdiger Böhm hanno iniziato la loro spettacolare avventura velistica che li avrebbe dovuti portare da Gibilterra a Palermo. Con le loro annotazioni quotidiane sul diario di bordo ci hanno tenuto al corrente della situazione, fino al momento in cui, a causa del coronavirus, il GP Challenge 2020 è stato interrotto poco prima di raggiungere la meta finale.

L’intero team che ha affiancato nell’impresa Lars Kyprian e Rüdiger Böhm ringrazia per il vostro sostegno! 

© Michele Di Fede

Aggiornamento: Giorno 28 – Mercoledì 23 settembre 2020

Siamo giunti al giorno 28 del GP Challenge: dopo la battuta d’arresto subita ieri, oggi la giornata di navigazione è stata ottima! A causa della mancanza di vento stamattina abbiamo avuto bisogno di aiuto, ma poi le condizioni sono finalmente migliorate alla grande. Siamo riusciti a raggiungere Saint Tropez, la nostra meta, già verso l’ora di pranzo, per cui abbiamo deciso di sfruttare il vento in poppa e abbiamo proseguito direttamente fino a Cannes. Oggi abbiamo percorso quasi 130 km: che risultato! Domani speriamo davvero di poter superare il confine italiano. Stay tuned. 

© Michele Di Fede

Aggiornamento: Giorno 27 – Martedì 22 settembre 2020

Che giornatina! Stamattina, poco dopo la partenza dal porto di Le Brusc si sono addensati vari temporali e improvvisamente ci siamo trovati circondati da fulmini e da un forte vento. Siamo riusciti a ripararci velocemente nell’insenatura più vicina, quindi abbiamo proseguito per altre 10 miglia fino al porto più prossimo. Il temporale ha continuato a infuriare e la pioggia era così forte che le strade di Les Sablettes si sono riempite d’acqua. Guardate un po’ qua! Per oggi la navigazione si conclude qui e ora, in via eccezionale a causa del maltempo, asciughiamo le nostre cose in albergo.

© Michele Di Fede

Aggiornamento: Giorno 26 – Lunedì 21 settembre 2020

Dopo essere riusciti a sostituire la deriva del catamarano nella giornata di ieri, oggi è stato un giorno decisamente migliore. La direzione del vento era a nostro favore e ci è stato possibile percorrere una buona tratta. Speriamo di continuare così! Domani proseguiremo in direzione nord, dopodiché ci auguriamo di raggiungere a breve il confine italiano.

© Michele Di Fede

Aggiornamento: Giorno 25 – Domenica 20 settembre 2020

Finalmente siamo riusciti a issare le vele e salpare – salvo poi urtare sott’acqua un grosso pesce o qualcosa di simile. Nell’impatto una delle derive si è spezzata. Per fortuna siamo ben attrezzati e abbiamo con noi un numero di pezzi di ricambio tale da permetterci di rimettere presto in mare il catamarano. Domani dovremmo poter ripartire alla volta di Tolone.

© Michele Di Fede

Aggiornamento: Giorno 24 – Sabato 19 settembre 2020

La pausa forzata a Sète continua. Il vento è troppo forte, le onde imprevedibili. Qui potete vedere come si presentava il mare questa mattina. Per lo meno abbiamo avuto il tempo di fare il bucato come si deve! 

© Michele Di Fede

Aggiornamento: Giorno 23 – Venerdì 18 settembre 2020

Ieri sera ci siamo acquartierati a Sète. Oggi però il vento è cresciuto notevolmente e sarebbe troppo pericoloso navigare. Visto che avremmo a disposizione non più di due o tre ore prima che il vento diventi eccessivo, abbiamo deciso di piegarci alla natura e rimanere a terra. A quanto pare, nei prossimi quattro o cinque giorni la situazione dovrebbe migliorare, dopo di che il mistral imperverserà per circa tre giorni toccando punte di forza 9 Bft. Se le previsioni sono corrette, saremo costretti a fare di nuovo una pausa e persino ad assicurare il catamarano a terra.

© Michele Di Fede

Aggiornamento: Giorno 22 – Giovedì 17 settembre 2020

Arrivati in Francia, oggi procediamo lungo il golfo del Leone, in direzione Marsiglia. Non riusciremo a raggiungere la città francese in giornata, ma siamo sulla buona strada e non molliamo! 

Aggiornamento: Giorno 21 – Mercoledì 16 settembre 2020

Che impresa sensazionale! Oggi, poco prima del termine della tappa giornaliera, abbiamo raggiunto il confine francese! «Attraversare la frontiera» è stato molto impegnativo, visto che inizialmente c’era una nebbia incredibile che ci ha reso pressoché impossibile navigare. Se siamo riusciti ad avanzare lo dobbiamo solo all’imbarcazione a motore che ci ha scortati. Quando però, trascorse tre ore, la nebbia si è dissolta, con il sole è arrivato anche il vento. E alla fine siamo così riusciti a oltrepassare il confine francese. 

© Michele Di Fede

Aggiornamento: Giorno 20 – Martedì 15 settembre 2020

Giorno 20: oggi la traversata è continuata in direzione della Francia. Abbiamo navigato bene per tutta la giornata percorrendo una tratta di tutto rispetto. Sfiniti, siamo ora arrivati a Palamós, da dove vi diamo la buona notte! 

© Michele Di Fede

Aggiornamento: Giorno 19 – Lunedì 14 settembre 2020

Le giornate di ieri e di oggi sono iniziate con qualche difficoltà. Essendoci calma piatta, abbiamo dapprima dovuto farci trainare per riuscire a trovare una finestra di vento. Più tardi si è alzato un bel vento laterale e la giornata odierna ci ha ricompensati con uno splendido passaggio lungo lo skyline di Barcellona. Poco dopo esserci lasciati alle spalle la città abbiamo raggiunto il nostro porto di destinazione: El Masnou.

© Michele Di Fede

Aggiornamento: Giorno 18 – Domenica 13 settembre 2020

Vediamo un po’ cosa ha in serbo per noi oggi la meteo. Per il mattino non è previsto vento, ma nel corso della giornata dovrebbe alzarsi. Che decida di soffiare o meno, cercheremo comunque di trarre il massimo da questo nuovo giorno tenendo gli occhi puntati sul nostro obiettivo! Con il giusto approccio tutto è possibile. Una buona domenica a tutti!

© Michele Di Fede

Aggiornamento: Giorno 17 – Sabato 12 settembre 2020

Per il 17° giorno di navigazione le previsioni erano poco incoraggianti: bonaccia al mattino, poi un po’ di vento verso mezzogiorno. Abbiamo però deciso di tentare la fortuna e di spiegare comunque le vele per conquistare la costa su cui si trova Barcellona. E abbiamo fatto bene! Finalmente il vento ha soffiato a una velocità costante, né troppo forte né troppo debole, e addirittura nella giusta direzione. Siamo così riusciti a percorrere 100 km buoni e a raggiungere Amettla de Mar, la meta della giornata. Un altro paio di giorni così sarebbero il massimo!

© Michele Di Fede

Aggiornamento: Giorno 16 – Venerdì 11 settembre 2020

Purtroppo le previsioni di ieri riguardo al vento non si sono rivelate veritiere: stamattina c’è stata bonaccia completa, poi ha iniziato a soffiare un po’ di vento e siamo riusciti a procedere fin dove ci è stato possibile. Ma poco prima di raggiungere la meta della giornata il vento ci ha abbandonato di nuovo e siamo stati costretti a farci trainare in porto. In più ieri a Lars si è manifestata una leggera allergia al sole, che speriamo si allevi in fretta.

Aggiornamento: Giorno 15 – Giovedì 10 settembre 2020

La scorsa notte per la prima volta il nostro accampamento è stato davvero sommerso dalla pioggia. Perfino i nostri cameramen, che normalmente pernottano all’aperto, sono stati costretti a piantare le proprie tende nell’oscurità. In queste mattine inoltre le temperature non sono più così elevate: prima di iniziare la nuova tappa abbiamo così dovuto infilarci nelle nostre mute di neoprene ancora bagnate. Ma nemmeno questo è riuscito a buttarci giù e a rovinarci l’umore. Se oggi il vento rispetterà le previsioni riusciremo a procedere e a macinare un bel po’ di chilometri. Staremo a vedere!

© Michele Di Fede

Aggiornamento: Giorno 14 – Mercoledì 9 settembre 2020

Per la giornata odierna avevamo grandi progetti, dato che le condizioni del vento si preannunciavano eccezionali. Purtroppo però le cose sono andate in modo completamente diverso e le previsioni si sono rivelate del tutto errate. All’inizio soffiava una brezza di poppa e siamo riusciti in qualche modo a procedere, ma poco dopo il vento è girato e abbiamo dovuto navigare tre-quattro ore controvento. Nella baia di Valencia la situazione sembrava essere leggermente migliorata, ma poi all’altezza della città si è avvicinato a noi un fronte temporalesco. Abbiamo dunque deciso di cercare riparo nel porto più vicino. Fortunatamente il temporale ci ha concesso un po’ di tempo, permettendoci di percorrere ancora qualche miglio. Stavamo per raggiungere Pobla Marina, nostro porto di destinazione, quando ancora una volta le nubi si sono addensate sopra di noi. 

© Michele Di Fede

Aggiornamento: Giorno 13 – Martedì 8 settembre 2020

Che giornata turbolenta! Oggi le condizioni del vento sono state incredibilmente difficili. Siamo infatti partiti con un vento di prua assai rafficato; poi è girato leggermente, pur mantenendosi sempre impegnativo: con un vento di forza 2 Beaufort (Bft) sopraggiungevano improvvise raffiche a un’intensità di forza 7 Bft. Poco prima di Javea ci siamo trovati davanti a un fronte nero di pioggia, che ci ha costretti a ripararci in un’insenatura lungo la costa rocciosa. Qui abbiamo resistito per circa un’ora sotto un forte acquazzone. Le condizioni ci hanno consentito a malapena di essere trainati fino al porto di Javea, mentre il freddo ci teneva saldamente in scacco. Dopo esserci un po’ riscaldati in porto e aver superato ancora una volta le nostre paure, siamo nuovamente salpati. Percorsi alcuni chilometri di forte moto ondoso finalmente è sopraggiunto un piacevole vento al traverso, che ci ha consentito di raggiungere Oliva a tutta velocità. 

© Michele Di Fede

Aggiornamento: Giorno 12 – Lunedì 7 settembre 2020

Oggi purtroppo c’è stata bonaccia completa e siamo stati costretti a farci trainare dalla nostra crew a bordo del tender, giusto prima che si alzasse un forte vento. Poco prima che arrivassero le prime raffiche intense siamo riusciti a ripararci nel porto di Altea, dove il club velico ci ha accolti calorosamente. Nel complesso, finora in ogni porto abbiamo incontrato del personale davvero cortese e il nostro progetto ha riscosso grandissimo favore.

© Michele Di Fede

Aggiornamento: Giorno 11 – Domenica 6 settembre 2020

Stamattina abbiamo dovuto attendere a lungo che il vento si levasse, quindi l'undicesimo giorno del Challenge siamo salpati solo verso le 10. Nonostante il continuo vento di prua, abbiamo fatto buoni progressi con sole tre virate. Nella baia di Alicante il vento ha finalmente girato e ci ha portato fortuna, perché abbiamo potuto coprire una distanza molto lunga senza dover fare troppe manovre di virata. Tuttavia questo ha significato anche stare seduti sulla stessa natica per ben 7 ore. Il campo per la notte è stato allestito poco dopo Alicante e l'umore della squadra continua a essere buono: tutti hanno trovato il loro posto, sanno cosa fare e nonostante giornate molto faticose, il divertimento e la gioia non mancano, come dimostrano gli aggiornamenti video giornalieri su Instagram

© Michele Di Fede

Aggiornamento: Giorno 10 – Sabato 5 settembre 2020

La mattinata è iniziata molto intensamente, visto che abbiamo dovuto circumnavigare un’estremità particolarmente insidiosa vicino a Cartagena e lottare contro i forti venti contrari e il mare estremamente mosso. Ma non appena lasciato quel punto alle nostre spalle, siamo riusciti a percorrere 25 km in un colpo solo e a concludere la giornata con la distanza più lunga mai percorsa. Tutto sommato una giornata di grande successo, di cui possiamo essere molto soddisfatti. 

© Michele Di Fede

Aggiornamento: Giorno 9 – Venerdì 4 settembre 2020

Il nono giorno abbiamo dovuto prenderci un gradita giornata di riposo perché il vento di prua era troppo forte. Da un lato è un peccato, dall'altro è un bene che oggi abbiamo avuto modo di riposarci e di rigenerarci. Le condizioni del mare ci avrebbero permesso di percorrere al massimo 30 km e in ogni caso sarebbero state troppo pericolose. La nostra speranza è ora di arrivare a superare la prossima punta domani, in modo da poter navigare verso nord e con un po' di fortuna non avere più vento contrario.

© Michele Di Fede

Aggiornamento: Giorno 8 – Giovedì 3 settembre 2020

Nonostante il persistente vento contrario, il nostro team del GP Challenge 2020 oggi ha compiuto buoni progressi. Tuttavia, nell'ultima parte della tappa il vento è diventato così forte che abbiamo dovuto ormeggiare in un porto prima di quello previsto.

© Michele Di Fede

Aggiornamento: Giorno 7 – Mercoledì 2 settembre 2020

Nel giorno 7 del GP Challenge vento e meteo sembrano propizi. Nonostante nuove difficoltà dovute al vento contrario, la nostra crew è riuscita a procedere come da programma e a raggiungere la meta della giornata. Se non altro, lungo la tratta odierna i nostri sono stati ripagati da una vista mozzafiato sulla scogliera rocciosa. Giunti a Garrucha, l’equipaggio di terra si è preso come sempre grande cura dei nostri lupi di mare: l’umore e la motivazione sono alti in tutto il team. In linea con il motto «Know You Can», Rüdiger oggi ha voluto che la sua affermazione fosse messa agli atti: «Avanti tutta!». AXA incrocia le dita per voi! 

© Michele Di Fede

Aggiornamento: Giorno 6 – Martedì 1° settembre 2020

Sembra che in questo momento il vento non sia dalla parte dei nostri. Dopo un avvio spedito e incoraggiante direttamente dalla spiaggia dove hanno trascorso la notte, il vento ha ricominciato a soffiare con forza e il catamarano non è quasi riuscito ad avanzare. E proprio nel mezzo della baia di Almería ecco che ricompare la bonaccia completa e il vento si fa attendere di nuovo. Poco prima del crepuscolo i due sono stati costretti a farsi trascinare verso riva dal tender, in modo da non rischiare di dover navigare a notte inoltrata. Speriamo che facendo rotta verso nord-est il vento aumenti di nuovo.

© Michele Di Fede

Aggiornamento: Giorno 5 – Lunedì 31 agosto 2020

All’inizio di questa nuova settimana il nostro equipaggio è riuscito a salpare da Calahonda nel migliore dei modi; nel corso della mattinata però la navigazione è stata interrotta da circa tre ore di bonaccia. Nel pomeriggio il vento ha ripreso a soffiare fino a raggiungere livelli di tempesta, obbligando Lars e Rüdi a rinunciare agli ultimi 4 km e a raggiungere la spiaggia per un attracco di emergenza. Se non altro è stato possibile spingere il catamarano fino all’accampamento, dove l’equipaggio di terra ha rifocillato i nostri eroi con chili di gambas appena pescati e insalata di patate.

© Michele Di Fede

Aggiornamento: Giorno 4 – Domenica 30 agosto 2020

Nella quarta giornata Rüdi e Lars hanno dovuto affrontare quasi l’intero tragitto controvento e hanno navigato dal trapezio per circa 70 chilometri.  Percorsi oltre 100 chilometri, hanno montato le tende presso Calahonda. 

© Michele Di Fede

Aggiornamento: Giorno 3 – Sabato 29 agosto 2020

Un’ottima giornata! Oggi i nostri sono riusciti a navigare come da manuale e a oltrepassare la baia di Torre del Mar. Nonostante l’allerta vento, hanno attraversato l’insenatura in sole 2 ore e 50 minuti. In serata hanno così potuto concedersi finalmente anche un tuffo rinfrescante in piscina.

© Michele Di Fede

Aggiornamento: Giorno 2 – Venerdì 28 agosto 2020

Anche in questa seconda giornata la crew si è dovuta confrontare con brusche fluttuazioni del vento, che ha raggiunto forza 7. In quei momenti il piccolo catamarano è stato investito da onde alte fino a 3 metri! Purtroppo il cellulare del fotografo non ce l’ha fatta e i due cameraman hanno sofferto il mare al punto da ritrovarsi con lo stomaco letteralmente sottosopra.
E poi, del tutto inaspettatamente, sono seguite altre due ore di bonaccia completa. L’equipaggio esausto ha allestito il campo per la notte di nuovo solo in tarda serata. 

© Michele Di Fede

Aggiornamento: Giorno 1 – Giovedì 27 agosto 2020

Per i nostri velisti Lars Kyprian e Rüdiger Böhm il GP Challenge 2020 è cominciato con una splendida giornata, tuttavia i due hanno dovuto ben presto affrontare una serie di problemi. Avevano iniziato da poco a navigare quando il verricello di scotta della randa, che serve a manovrare la vela principale, si è danneggiato a causa delle condizioni estreme del vento (forza 6-7 della scala di Beaufort, che corrisponde a 61 km/h) ed è stato necessario ripararlo.
In seguito il vento è calato sempre più, fino a una bonaccia completa nel pomeriggio. Solo in tarda serata, intorno alle 22.00, l’equipaggio è riuscito a montare le tende poco prima di Estepona.

© Michele Di Fede

Quale percorso effettueranno a bordo del catamarano?

Il tratto da Gibilterra a Palermo è lungo 2020 miglia nautiche.

La storia dietro le quinte

Scoprite come Lars Kyprian e Rüdiger Böhm sono arrivati all’idea del GP Challenge.

  • Teaser Image
    Sito ufficiale: GP Challenge 2020 | 2 uomini, 1 paio di gambe

    Altre interessanti notizie e curiosità sul sito del GP Challenge 2020, curato da Kyprian e Böhm.

    Al sito ufficiale del GP Challenge

Perché AXA sostiene il GP Challenge 2020?

Con il GP Challenge 2020 Lars Kyprian e Rüdiger Böhm vogliono «uscire dal guscio» e dimostrare che nulla è veramente impossibile. AXA condivide appieno questa mentalità e sostiene pertanto l'ambiziosa impresa nautica nell'ambito della campagna istituzionale «Know You Can». L’iniziativa vuole incoraggiare coloro che sono certi di poter ottenere qualunque risultato: fiducia in se stessi, volontà e perseveranza sono alla base di ogni successo. 

AXA e lei

Contatto Avviso sinistro Offerte di lavoro Media Broker myAXA Valutazioni dei clienti Portale officine Abbonare la newsletter myAXA Contatto & FAQ

AXA nel mondo

AXA nel mondo

Restare in contatto

DE FR IT EN Avvertenze per l'utilizzazione Protezione dei dati / Cookie Policy © {YEAR} AXA Assicurazioni SA

I cookie e tool di analisi che utilizziamo ci permettono di migliorare la vostra fruizione del sito, personalizzare la pubblicità di AXA e dei suoi partner pubblicitari e mettere a disposizione funzioni social media. Purtroppo con Internet Explorer 11 non è possibile modificare le impostazioni cookie dal nostro Centro preferenze cookie. Se desiderate modificare tali impostazioni vi preghiamo di usare un browser aggiornato. Utilizzando il nostro sito Internet con questo browser acconsentite all’utilizzo di cookie. Protezione dei dati / Cookie Policy