myAXA Login
Sicurezza e diritto

Conducenti di parchi veicoli – Con i nostri consigli viaggiate sicuri

Condividere su Facebook Condividere su Twitter ch.axa.i18.share.google Condividere su LinkedIn Condividere su Xing Condividere su Pinterest Convididere per e-mail

I conducenti dei parchi veicoli circolano sulle strade tutto il giorno, correndo pericoli più frequenti di quanto si creda. Questo rischio per la sicurezza rappresenta un problema anche per i responsabili dei parchi veicoli e può essere ridotto con i seguenti consigli.

Attenzione

Secondo l’Ufficio federale delle strade (USTRA), la distrazione è la causa principale di un incidente stradale su cinque. Si distinguono quattro forme di distrazione che mettono a repentaglio la sicurezza del conducente e degli altri utenti della strada.

La distrazione motoria, quando cioè le mani non sono sul volante, sottrae attenzione alla guida. Guidano non dovreste dunque telefonare o consumare cibi e bevande. Un’altra fonte di distrazione sono gli stimoli visivi interni ed esterni. A porre un rischio per la sicurezza è anche la distrazione acustica, causata da fattori esterni come il rumore del traffico o interni come la suoneria del cellulare o la radio. La quarta forma di distrazione è quella mentale: quando il conducente è immerso nei propri pensieri, ad esempio nel corso di una telefonata, non riesce più a concentrarsi appieno sulla strada.

Con questi sistemi di assistenza alla guida mitigate il rischio per la sicurezza in qualità di responsabili dei parchi veicoli:

  • Head-up display
  • Sistema di mantenimento della corsia
  • Light Assist
  • Avvisatore di collisione
  • Dispositivo di assistenza alla frenata
  • Assistente alla frenata di emergenza con scansione dell’area davanti al veicolo

Stanchezza

La regola d’oro per i conducenti dei parchi veicoli è: chi guida deve essere riposato. Le ricerche rivelano infatti che la stanchezza è causa di incidenti stradali nel 10-20% dei casi.

Ecco come prevenire il pericolo di stanchezza in qualità di conducente:

  • Sonno sufficiente e, soprattutto, di buona qualità
  • Tempi di sonno e di veglia costanti, dunque un ritmo giorno-notte equilibrato
  • Pause regolari durante i viaggi lunghi
  • Valutazione periodica dell’acutezza visiva
  • Al manifestarsi di sintomi di stanchezza eccessiva come palpebre pesanti, concentrazione ridotta o sensazione di pesantezza alla testa: parcheggiare in un luogo adeguato e fare una turbosiesta di 15-30 minuti (al massimo)
  • Per restare svegli a breve termine: bere un caffè

Con questi sistemi di assistenza alla guida riducete il rischio per la sicurezza in qualità di responsabili dei parchi veicoli:

  • Avvisatore di stanchezza
  • Assistente alla frenata di emergenza con scansione dell’area davanti al veicolo
  • Sistema di mantenimento della corsia

Velocità

Una velocità non adeguata non significa solo il superamento del limite prescritto dalla legge, bensì anche la non opportuna riduzione della velocità stessa in presenza di condizioni avverse. In caso di velocità eccessiva si verificano perlopiù incidenti dovuti a sbandamento e perdita di controllo, un tipo di sinistro particolarmente pericoloso.

I responsabili dei parchi veicoli dovrebbero adottare le misure preventive e i sistemi di assistenza alla guida seguenti:

  • Registrazione e valutazione dei superamenti dei limiti di velocità
  • Installazione di un limitatore di velocità sul veicolo
  • Introduzione di un sistema di riconoscimento per chi guida in modo sicuro e consuma poco carburante
  • Utilizzo dei sistemi di comunicazione e di informazione
  • Programma elettronico di stabilità (ESP)
  • Sistemi di navigazione e di gestione del parco veicoli

Manovre

I danni in fase di manovra o di parcheggio si verificano in un attimo: il conducente non è prudente o non riesce a vedere bene il punto dove vuole arrivare ed è già troppo tardi.

In fase di manovra è dunque bene rispettare le seguenti regole:

  • Prima di iniziare la manovra o il parcheggio, il conducente deve assicurarsi che nessuna persona sia in pericolo e che non ci siano ostacoli. Un’attenta gestione del veicolo è assolutamente prioritaria.
  • Ogni danno, per quanto piccolo sia, va preso seriamente e discusso internamente.
  • È necessario chiarire la causa di ogni incidente in modo da poterne evitare un altro simile.
  • Più è grande il veicolo, più è importante avere una buona visuale in fase di manovra.
  • Rammentare sempre: chi fa manovra non ha la precedenza.

Con questi sistemi di assistenza alla guida riducete il rischio per la sicurezza in qualità di responsabili dei parchi veicoli:

  • Dispositivo passivo di assistenza al parcheggio (avvisatore)
  • Dispositivo attivo di assistenza al parcheggio
  • Avvisatori acustici e videocamere di retromarcia
  • Moderni sistemi di specchietti retrovisori

Distanza

Quasi il 20% degli incidenti in Svizzera sono tamponamenti dovuti soprattutto al mancato rispetto della distanza di sicurezza e alla disattenzione del conducente.

In qualità di conducenti, tenete dunque presenti i seguenti punti:

  • Per vedere, riconoscere, decidere, inoltrare e agire è necessario un «tempo di reazione» di un secondo.
  • Solamente dopo questo primo secondo di tempo di reazione inizia la frenata. Poiché le persone riescono a valutare meglio il tempo che le distanze, quando siete alla guida osservate la regola dei due secondi: 21… 22…. In questo modo è possibile mantenere una distanza sufficiente in ogni situazione e a ogni velocità.

Con questi sistemi di assistenza alla guida riducete il rischio per la sicurezza in qualità di responsabili dei parchi veicoli:

  • Head-up display
  • Tempomat con regolazione della distanza
  • Dispositivo di assistenza alla frenata
  • Assistente alla frenata di emergenza con scansione dell’area davanti al veicolo

Messa in sicurezza del carico

Chi guida deve assicurare il carico. Nella fase di partenza, durante una frenata o in curva intervengono infatti forze che agiscono sul carico. Se non è assicurato, può scivolare e spostare il baricentro del veicolo, che può uscire dalla carreggiata e provocare un incidente.

Quando caricate il vostro veicolo tenete presenti i seguenti aspetti:

  • Carichi diversi richiedono misure di messa in sicurezza diverse.
  • Caricare correttamente un veicolo e assicurare il carico richiede il suo tempo.
  • Se non si carica il veicolo di persona è necessario un controllo.
  • Il carico deve essere assicurato in modo tale da restare stabile anche in caso di lievi incidenti.

Vi sono due modi diversi per assicurare il carico: il fissaggio verticale e il bloccaggio. In entrambi i casi, la scocca del veicolo deve essere stabile. In qualità di responsabili dei parchi veicoli, potete inoltre far installare sul veicolo un programma elettronico di stabilità (ESP).

Utilizziamo cookie e tool di analisi per migliorare la navigazione sulla pagina internet e personalizzare la pubblicità di AXA e dei partner pubblicitari. Maggiori informazioni: Protezione dei dati