myAXA Login
Management e finanze

Mercati d’esportazione: «Il rapporto personale è decisivo»

Condividere su Facebook Condividere su Twitter ch.axa.i18.share.google Condividere su LinkedIn Condividere su Xing Condividere su Pinterest Convididere per e-mail

I mercati d’esportazione asiatici stanno vivendo un boom. Nel corso dell’intervista Alberto Silini, responsabile Consulenza presso Switzerland Global Enterprise (S-GE), svela dove si celano opportunità e sfide per le PMI svizzere nel quadro dell’internazionalizzazione.

Switzerland Global Enterprise (S-GE) affianca i clienti che si affacciano su nuovi mercati e dall’inizio del 2016 è partner strategico di AXA. In qualità di gestore di una rete di esperti di portata globale e solido partner di clienti, cantoni e del governo svizzero, S-GE è l’interlocutore elvetico d’elezione per tutte le questioni concernenti l’internazionalizzazione. Nella veste di responsabile Consulenza presso Switzerland Global Enterprise (S-GE), Alberto Silini consiglia e segue le aziende svizzere e conosce esattamente gli aspetti a cui prestare attenzione quando si muovono i primi passi sui mercati internazionali.

Perché sono proprio i mercati asiatici a vivere un boom?

Silini: In molti mercati emergenti asiatici la grande opportunità è offerta dalla crescita del ceto medio, che nei prossimi 15 anni raddoppierà passando da 2,5 a 5 miliardi di consumatori a livello mondiale. Tale dinamica sarà particolarmente evidente in Asia: se oggi quasi due terzi dei consumi sono ancora ascrivibili all’Europa e all’America del Nord, nel 2030 questo dato raggiungerà a stento il 33% e l’Asia vi contribuirà per circa due terzi.

A quali settori si presentano le opportunità migliori sui mercati asiatici?

L’espansione del ceto medio non va solamente a vantaggio delle aziende B2C. L’aumento del benessere va di pari passo con il miglioramento dell’infrastruttura locale: industria, trasporti, sistema sanitario e altri settori sono dunque in grado di acquistare beni svizzeri.

Che cosa contraddistingue una relazione commerciale proficua in Asia?

In molti paesi asiatici è decisivo il rapporto personale con il partner commerciale. Un incontro faccia a faccia consente di instaurare fiducia e scambiare esperienze personali prima di passare in ultima analisi agli affari. In quest’ottica sono estremamente importanti anche frequenti visite in loco da parte dei dirigenti piuttosto che del project management operativo per allacciare i rapporti. Consigliamo agli esportatori svizzeri di familiarizzarsi in anticipo con i costumi locali.

Nel 2017 il mercato delle esportazioni guadagnerà terreno soprattutto in India e in Cina. Quali sono le principali sfide poste da questi due mercati?

In una prospettiva svizzera, entrambi i paesi sono sconfinati. Quelli che da noi sono mercati di nicchia possono essere là veri e propri mercati di massa. Si tratta di un’eccellente premessa in termini di possibilità di sbocco, che però determina un aumento della complessità e, in molti casi, della concorrenza. Considerati motori della crescita ormai da anni, entrambi i mercati vantano già da tempo la presenza attiva di aziende occidentali e asiatiche, ad esempio nipponiche. Il quesito centrale è sempre se una PMI è dotata di sufficiente respiro, il che dipende non da ultimo anche dalle risorse personali e finanziarie.

«Consigliamo agli esportatori svizzeri di familiarizzarsi in anticipo con i costumi locali».

Alberto Silini, Switzerland Global Enterprise

Che cosa consiglierebbe a una PMI svizzera che quest’anno intende penetrare il mercato asiatico?

Una preparazione meticolosa! Data la vasta portata di queste piazze, gli interventi in chiave opportunistica sono destinati a fallire. Le aspettative di guadagno sono elevate, ma per affermarsi serve parecchio tempo. Soprattutto nella fase iniziale, è bene procedere con cautela e tenere sotto controllo le risorse.

Il 18 maggio si terrà il Forum del commercio estero. Quali obiettivi persegue l’evento, quali sono i punti salienti del programma e chi dovrebbe iscriversi?

Il Forum del commercio estero è il punto d’incontro dell’export svizzero. L’evento mira in particolare a ispirare e fornire consigli pratici alle piccole e medie imprese nel contesto degli affari internazionali. Il tema di quest’anno è «Ripensare i modelli commerciali: il vantaggio competitivo internazionale di domani». I collaboratori dei nostri 21 Swiss Business Hub saranno lieti di rispondere alle domande sul posto e le pause offriranno un’ottima opportunità di networking alle circa 600 PMI partecipanti. L’iscrizione è dunque consigliata a tutte le PMI svizzere attive su scala internazionale e a quelle che intendono intraprendere questo percorso.

Com’è strutturata la partnership con AXA e qual è il suo scopo?

In qualità di interlocutore d’elezione per tutti gli esportatori svizzeri, il nostro obiettivo consiste nel fornire una risposta a qualsiasi domanda in materia di internazionalizzazione. La collaborazione con AXA, il principale assicuratore di PMI in Svizzera, prende le mosse da questo proposito. Offrendo soluzioni assicurative in un contesto internazionale, AXA aiuta le PMI a far fronte ai rischi insiti nella penetrazione del mercato estero. Allo scambio di know-how si accompagna l’informazione reciproca dei nostri clienti in merito alle opportunità e ai rischi degli affari internazionali.

Image Caption

Alberto Silini

Nella veste di responsabile Consulenza presso Switzerland Global Enterprise (S-GE), Alberto Silini consiglia e segue le aziende svizzere e conosce esattamente gli aspetti a cui prestare attenzione quando si muovono i primi passi sui mercati internazionali.

Utilizziamo cookie e tool di analisi per migliorare la navigazione sulla pagina internet e personalizzare la pubblicità di AXA e dei partner pubblicitari. Maggiori informazioni: Protezione dei dati