myAXA Login
Management e finanze

Pianificare la successione aziendale passo dopo passo

Condividere su Facebook Condividere su Twitter ch.axa.i18.share.google Condividere su LinkedIn Condividere su Xing Condividere su Pinterest Convididere per e-mail

Ogni regolamentazione della successione comincia con la domanda in assoluto più importante: le stanno a cuore le sorti della sua azienda e si sente responsabile nei confronti dei suoi collaboratori? In quattro tappe sveliamo i segreti di un corretto passaggio di consegne.

Il processo di pianificazione della successione può essere articolato in quattro tappe, che vengono seguite a partire dall'analisi del fabbisogno e dalla ricerca di soluzioni nei settori assicurativo e previdenziale.

Tappa 1: la decisione

Posto che sin dall'inizio in primo piano vi saranno i suoi obiettivi personali, le seguenti domande possono aiutarla a prendere una decisione favorevole o contraria a una regolamentazione della successione:

  • L'azienda deve continuare a esistere?
  • In caso affermativo, è tutto predisposto per la successione e lei è pronto a trasferire la responsabilità a una nuova generazione?
  • In quale arco temporale dovrà avvenire il passaggio e come dovrà svolgersi – con un taglio netto o in maniera graduale?
  • I posti di lavoro dei suoi collaboratori dovranno essere mantenuti e garantiti?
  • Come far sì che l'azienda continui ad avere successo nel lungo termine?
  • È auspicabile che le idee e i prodotti vengano portati avanti e servano come base di futuri sviluppi?
  • Le relazioni con clienti e fornitori saranno mantenute anche in futuro?
  • A quanto viene stimato il valore dell'azienda? Ci sono dei potenziali candidati alla successione (interni o esterni alla famiglia)?
  • Dopo il suo ritiro quale dovrebbe essere l'evoluzione ideale dell'azienda?
  • È consapevole del fatto che i suoi collaboratori e i dirigenti a lei più vicini si pongono delle domande circa la regolamentazione della successione?

Tappa 2: riepilogo della situazione e valutazione

Dopo la decisione e la definizione dei suoi principali obiettivi è possibile pianificare e avviare i passi successivi – tra questi rientra il punto della situazione strategica e l'approfondita valutazione della sua impresa secondo i seguenti parametri:

  • Risorse
  • Attività e gamma di prodotti
  • Flussi di valore
  • Portafoglio clienti
  • Organizzazione
  • Valori immobiliari
  • Verifica della situazione previdenziale e pianificazione completa del pensionamento per tutte le persone coinvolte: spesso la previdenza per la vecchiaia è compresa nel capitale finanziario dell'azienda. È pertanto utile un punto di vista combinato, che tenga soprattutto conto di tutti gli aspetti fiscali.

Per determinare il valore dell’azienda è importante il livello dei tassi, poiché questo ha un duplice effetto: quanto più alto è il tasso d'interesse, tanto più basso è il valore aziendale e tanto più costoso il finanziamento di terzi per l’acquirente. Se, ad esempio, l’utile netto conseguibile in futuro ammontasse a CHF 500 000 e il tasso di rischio al 10%, oggi l’azienda avrebbe un valore calcolatorio di CHF 5 milioni, dato che attualmente il rendimento delle obbligazioni a 10 anni della Confederazione è pari a zero. Qualora il rendimento aumentasse al 2%, il valore aziendale scenderebbe a circa CHF 4,2 milioni. Inoltre il finanziamento di terzi diventerebbe più costoso. Di conseguenza la pianificazione della successione deve assolutamente essere considerata in relazione all’evoluzione del livello dei tassi d’interesse, poiché sia la valutazione che il finanziamento dipendono da questo.

Tappa 3: scelta del successore

Nel quadro della valutazione, la definizione dei criteri che i potenziali successori dovranno soddisfare porta in modo mirato al successo. In questa fase la rete dei partner coinvolti nella regolamentazione della successione torna decisamente utile. Possibili criteri sono:

  • Visione per l'azienda
  • Potenziale imprenditoriale
  • Esperienza
  • Caratteristiche di conduzione
  • Competenza sociale
  • Conoscenza del settore
  • Rete di contatti
  • Legame con il contesto dell'azienda

Tappa 4: cessione dell'azienda

Durante la cessione è essenziale procedere in modo mirato. Solo così il nuovo titolare può assumere fin dall'inizio la funzione di conduzione. Ciò richiede un'accurata pianificazione di tutti i contenuti del cambiamento:

  • Determinazione di modo di procedere e sequenza temporale
  • Regolamentazione dei ruoli e ripartizione delle mansioni
  • Allestimento del contratto
  • Pianificazione della comunicazione

Nella pianificazione della successione il tempismo assume un ruolo importante. Adesso ci troviamo in una fase di tassi bassi, con un interesse di -0,2% per le obbligazioni a 10 anni della Confederazione. Ma quanto ancora durerà questa situazione? Per le aziende il momento attuale è senza dubbio propizio per iniziare a pianificare la successione.

Utilizziamo cookie e tool di analisi per migliorare la navigazione sulla pagina internet e personalizzare la pubblicità di AXA e dei partner pubblicitari. Maggiori informazioni: Protezione dei dati