myAXA Login
Management e finanze

Ecco i principali «mangiasoldi» delle PMI

Condividere su Facebook Condividere su Twitter ch.axa.i18.share.google Condividere su LinkedIn Condividere su Xing Condividere su Pinterest Convididere per e-mail

Un rigoroso controllo dei costi è imprescindibile per un successo duraturo. Questa regola vale soprattutto per le piccole e medie imprese. Nel nostro blog scoprite come individuare e ridurre le spese superflue nella vostra azienda.

Le PMI dispongono spesso di un potenziale di risparmio non sfruttato. I seguenti consigli vogliono contribuire a individuare gli ambiti problematici e liberare nuove risorse finanziarie.

Contratti di prestazione di servizi

Che si tratti del leasing di auto aziendali o di pacchetti di servizi presso la società di telecomunicazioni: riconsiderate l’entità dei servizi necessari. Per i tragitti brevi non vi serve una Bentley e non utilizzerete mai 10 terabyte. Stipulate i contratti con cautela e, all’occorrenza, modificateli o rescindeteli del tutto. Per effettuare frequenti chiamate all’estero conviene ad esempio ricorrere alle soluzioni Internet anziché alle società di telecomunicazioni.

Consulenza esterna

Perché non frequentare semplicemente corsi di perfezionamento invece di rivolgersi regolarmente a costosi consulenti? Prima di sbarazzarvene, effettuate però un calcolo del rapporto costi/benefici. Quando si tratta di brevi testi di PR, può ad esempio essere molto più conveniente frequentare un workshop. Per i testi più lunghi e complessi potete sempre ricorrere a redattori esterni.

Spese per stampa e carta

Ogni due secondi la produzione globale di carta causa la scomparsa di superfici boschive delle dimensioni di un campo di calcio. E i consumatori sborsano miliardi. Eppure, gran parte dei documenti stampati finisce immediatamente nei rifiuti cartacei. Grazie agli archivi digitali, sarebbe un gioco da ragazzi ridurre al minimo le spese destinate alla carta e agli accessori per le stampanti. Incoraggiate dunque i vostri collaboratori a stampare solo lo stretto necessario, ad esempio documenti giuridici. Il resto può essere archiviato sul disco rigido. Il denaro risparmiato lo potete investire nel vostro campo di calcio aziendale.

Canoni di locazione

È da tempo che non utilizzate più l’enorme sala riunioni? Avete nuovamente compiuto in piedi il tragitto per raggiungere gli eleganti uffici in centro? Verificate la necessità di spazio e l’ubicazione della vostra impresa. Le agglomerazioni offrono spesso locali più convenienti e ora, per giunta, con vista sul lago. In determinate circostanze, i vostri impiegati possono lavorare da casa o condividere spazi di coworking. Inoltre, potete prendere in affitto postazioni di lavoro supplementari. Avete anche la possibilità di incontrare i clienti al bar in riva al lago. La fresca brezza stimolerà il dialogo.

Spese per i fornitori

Un colloquio in toni amichevoli con i vostri fornitori può fare miracoli. Comunicate loro la vostra necessità di tenere sotto stretto controllo i costi fissi. Sottolineate il vostro apprezzamento per la relazione d’affari e il vostro desiderio di restare clienti. Forse si possono però ritrattare le condizioni? È soltanto una questione di tono. Restate cortesi, ma non fatevi liquidare. Chi vi stima come clienti può anche parlare di denaro. In caso contrario, evidentemente non è il fornitore che fa per voi.

Come individuare ulteriore potenziale di risparmio

Le misure di risparmio non devono necessariamente comportare una riduzione del personale. Esistono alternative meno drastiche. Verificate ad esempio se è possibile sostituire il costoso programma di contabilità con software gratuiti. Inoltre, non nuoce ricorrere a tool di project management, che esaminano se i vostri processi sono predisposti in modo ottimale. Infine, vale la pena di verificare sporadicamente il fabbisogno assicurativo. Grazie all’analisi del portafoglio di AXA scoprite di quale assicurazione avete realmente bisogno.

Utilizziamo cookie e tool di analisi per migliorare la navigazione sulla pagina internet e personalizzare la pubblicità di AXA e dei partner pubblicitari. Maggiori informazioni: Protezione dei dati