myAXA Login
Fondazione e innovazione

In parapendio con Pascal Mathis: «Alle start-up serve coraggio per decollare!»

Condividere su Facebook Condividere su Twitter ch.axa.i18.share.google Condividere su LinkedIn Condividere su Xing Condividere su Pinterest Convididere per e-mail

Pascal Mathis si occupa del coaching delle start-up e le aiuta a spiccare il volo. Nell'ambito della nostra trasmissione televisiva «Battaglia delle idee» accompagna Sunnie Groeneveld come conoscitore del settore. Chi è Pascal Mathis, e quali consigli dà ai neo-imprenditori?

Un volo in parapendio dallo Zugerberg significa per Pascal Mathis «back to the roots»: «Questo è stato il nostro primo pendio di prova, è qui che nel 2005 ho fatto i miei primi voli», ricorda Mathis. Mathis, padre di due figli, ancora oggi si dedica con grande passione al suo hobby nell'aria. Anche per quanto riguarda la carriera, Mathis ha spiccato il volo molto presto. Dopo aver studiato elettrotecnica al Politecnico di Zurigo e aver ricoperto diverse posizioni professionali, a luglio 2009 è stato co-fondatore dell'azienda GetYourGuide AG. Con oltre 30 000 offerte per il tempo libero, GetYourGuide è oggi la maggiore piattaforma online per prenotare tour e attività in tutto il mondo. La ditta conta oggi oltre 300 dipendenti e si è aggiudicata diversi premi riservati alle start-up. Ma questo considerevole successo non ha avuto un andamento costante. «Proprio all'inizio abbiamo commesso naturalmente anche molti errori. In poco tempo abbiamo assunto moltissimo personale, spesso senza valutare nei dettagli se queste persone fossero davvero adatte all'azienda», racconta Pascal Mathis. Dopo cinque intensi anni come COO di GetYourGuide, per due anni e mezzo Mathis ha operato come Industry Manager presso Google. Nell'estate 2016 ha fondato, insieme a un partner commerciale, la Wingman AG.

Coaching di start-up elvetiche

I due «Wingmen» offrono workshop e consulenze per neo-imprenditori. Un importante segreto di successo per i giovani imprenditori è riuscire a esporre le proprie idee in poche frasi e a esprimere la propria visione. Si sente che Mathis prova enorme piacere a svolgere questi coaching ed effettuare le diverse visite alle PMI nell'ambito della nostra trasmissione televisiva «Battaglia delle idee»: «È una grande gioia percepire l'energia e la ricchezza di idee dei fondatori. Trovo eccezionale che AXA realizzi questo concorso». Mathis percepisce AXA come player attivo nell'ecosistema delle start-up elvetiche e trova estremamente preziosa la variegata offerta di sostegno per neo-imprenditori.

Concentrarsi sull'obiettivo

Il nome dell'azienda «Wingman» rispecchia la missione dei due coach di start-up: «Se si considera una start-up come un aereo, noi ci immaginiamo appunto come "wingmen", ovvero piloti di aerei laterali che volano in una formazione. Non siamo i co-piloti, che siedono nello stesso velivolo, bensì voliamo a fianco dei fondatori e copriamo loro le spalle». Nella sua attività di consulenza confluiscono anche le sue numerose e variegate esperienze. Un errore frequente che Mathis constata presso le start-up è l'eccessiva motivazione: «Spesso i neo-imprenditori vogliono fare troppe cose in una sola volta». In questo caso Mathis e il suo partner commerciale li aiutano a concentrarsi nuovamente sul loro obiettivo e a definire ciò a cui, in futuro, dovrà essere attribuito particolare valore. Avviene così un trasferimento di conoscenze, che per i fondatori è enormemente prezioso. Anche per lo stesso Mathis: «Con questo costante scambio con i neo-imprenditori, anche noi impariamo sempre qualcosa in più e possiamo così ampliare continuamente il nostro sapere».

Mantenere l'equilibrio

Quando gli viene posta una domanda in tema di work-life-balance, Mathis dice sorridendo: «Con la «Wingman» avevamo in realtà l'idea di lavorare entrambi all'80%. Ma mettere in pratica questa intenzione è spesso difficile. Lavoriamo entrambi volentieri e tanto». Tuttavia capita spesso di incontrare Mathis in montagna, soprattutto con la sua famiglia. Le sue attività sportive come l'arrampicata, la mountain bike e il parapendio lo aiutano a liberare la mente dopo una faticosa giornata di lavoro. «Si ha bisogno di questa compensazione per poter fare nuovamente il pieno di energie. Proprio con il parapendio mi riesce molto bene», racconta, prima di alzarsi in volo verso il lago di Zugo.

Utilizziamo cookie e tool di analisi per migliorare la navigazione sulla pagina internet e personalizzare la pubblicità di AXA e dei partner pubblicitari. Maggiori informazioni: Protezione dei dati