myAXA Login
Fondazione e innovazione

Risposte alle domande più frequenti dei neoimprenditori

Condividere su Facebook Condividere su Twitter ch.axa.i18.share.google Condividere su LinkedIn Condividere su Xing Condividere su Pinterest Convididere per e-mail

Una volta conquistata l’indipendenza professionale, per molti giovani imprenditori si pongono numerose questioni sulle assicurazioni da stipulare. Qual è la situazione della vostra previdenza professionale e privata? E quella dell’assicurazione di persone per i vostri dipendenti?  Avete bisogno di un’assicurazione di cose o di responsabilità civile?

Come faccio per notificare la mia azienda all’AVS?

Dopo aver disposto l’iscrizione della vostra azienda nel registro di commercio, riceverete automaticamente la notifica AVS. Non dovete quindi effettuare alcuna operazione specifica a tale riguardo. Se avete una ditta individuale esente dall’obbligo di iscrizione nel Registro di commercio, dovete annunciarvi presso la cassa di compensazione (AVS/AI/IPG) qualora conseguiate un utile annuo superiore a CHF 2300.–* (art. 19 Ordinanza AVS). Tale cassa accerta poi la classificazione come attività professionale indipendente ai sensi del diritto delle assicurazioni sociali. I criteri a tale riguardo sono stati fissati dall’AVS in un apposito promemoria per lavoratori autonomi.

Per fondare la mia impresa vorrei prelevare gli averi della mia cassa pensione e del pilastro 3a. In che modo devo procedere?

Soltanto chi è registrato presso la cassa di compensazione come lavoratore indipendente può prelevare il capitale della previdenza professionale. Lo stesso vale per gli averi nel pilastro 3a. Sono considerati come autonomi i titolari di una ditta individuale o in nome collettivo. I titolari di una società anonima o di una Sagl rivestono invece la condizione di lavoratori dipendenti e non possono quindi prelevare i capitali dei pilastri 2 e 3a. Per questo motivo, nella prassi viene sempre più spesso fondata prima una ditta individuale, convertendola poi in una seconda fase in una società di capitali (SA, Sagl). La richiesta di prelievo deve essere presentata entro un anno dall’avvio dell’attività lavorativa indipendente.

Come viene tassato il prelievo dell’avere della cassa pensione e del capitale del pilastro 3a?

La Confederazione e i cantoni tassano il prelievo come reddito applicando un’aliquota ridotta. Non sussiste alcun obbligo di rimborsare gli averi prelevati dalla cassa pensione, neanche in caso di modifica della forma societaria o cessazione dell’attività. Potete versare nuovamente tale somma su base volontaria se disponete di una previdenza professionale attiva con potenziale di riscatto.

Chi è consapevole e sicuro delle proprie qualifiche e vuole prendere in mano il proprio futuro professionale sceglie sempre più spesso di avviare un’attività indipendente.

Quali possibilità di previdenza con agevolazioni fiscali ho come lavoratore indipendente, ovvero titolare di una ditta individuale o collettiva?

Se date occupazione a dipendenti assicurati ai sensi della LPP, potete assicurarvi nella loro stessa cassa pensione, ad esempio presso una fondazione collettiva di AXA. Se invece non avete collaboratori, potete eventualmente affiliarvi alla cassa pensione della vostra associazione di categoria, oppure alla Fondazione statale dell’istituto collettore. Avete inoltre la possibilità di investire nel pilastro 3a come un lavoratore dipendente, beneficiando delle relative agevolazioni fiscali.

In luogo di una cassa pensione, per la vostra previdenza potete optare anche per il cosiddetto «grande pilastro» 3a, nell’ambito del quale avete la possibilità di versare fino al 20% del vostro reddito lavorativo (max CHF 33840.–*).

Il vostro consulente sarà lieto di valutare assieme a voi quale forma di previdenza e quale entità delle prestazioni sono per voi più opportune.

Un lavoratore indipendente può assicurarsi su base volontaria contro il rischio di disoccupazione?

I lavoratori autonomi non possono assicurarsi contro la disoccupazione nemmeno volontariamente. D’altra parte non devono pagare alcun premio per questa eventualità.

All’inizio si pone sempre una domanda fondamentale: chi è effettivamente tenuto al pagamento delle assicurazioni sociali?

In che modo posso tutelarmi contro il rischio finanziario nel caso in cui un mio dipendente si ammali?

L’obbligo di protrazione del pagamento dello stipendio in caso di malattia (descritto nell’art. 324 CO) può essere assolto dal datore di lavoro attraverso la stipulazione di un’assicurazione di indennità giornaliera in caso di malattia.

Assicurazione del coniuge nella cassa pensione?

Potete assicurare il vostro coniuge collaboratore nella previdenza professionale, e addirittura dovete se il suo salario risulta superiore a CHF 21150.–*. Come titolari di una società di capitali, anche voi siete soggetti a obbligo assicurativo a partire da questa soglia salariale. Quali lavoratori indipendenti, potete affiliarvi su base volontaria alla cassa pensione del vostro coniuge (ovvero collaboratore).

Intendo rilevare l’intero inventario di un’azienda già operativa. Quali sono le modalità di assicurazione?

Per quanto riguarda le assicurazioni di cose, gli impianti vengono di solito assicurati al valore a nuovo. Vi consigliamo quindi di verificare qual è il prezzo attuale dei beni in questione. È infatti del tutto probabile che il valore effettivo delle merci e degli impianti acquistati sia nettamente maggiore rispetto a quanto iscritto a bilancio se fosse necessario riacquistarli ad esempio a seguito di un incendio.

Posso assicurare i miei redditi nell’eventualità che le attività produttive debbano interrompersi a causa di danni causati da incendio o acqua?

Potete tutelarvi contro le perdite di guadagno e le spese supplementari attraverso un’assicurazione contro l’interruzione di esercizio.

Utilizziamo cookie e tool di analisi per migliorare la navigazione sulla pagina internet e personalizzare la pubblicità di AXA e dei partner pubblicitari. Maggiori informazioni: Protezione dei dati