Previdenza

Il vostro bambino è assicurato in modo adeguato? Cinque cose che dovete sapere

Condividere su Facebook Condividere su Twitter ch.axa.i18.share.google Condividere su LinkedIn Condividere su Xing Condividere su Pinterest Convididere per e-mail

Un apparecchio ortodontico o un'emergenza all'estero – la salute del vostro bambino può comportare costi inaspettatamente alti. Ecco cosa dovete sapere per assicurare vostro figlio in modo intelligente.

Assicurazione cure dentarie: meglio stipularla quando il bambino è piccolo

Sono pochissimi i fortunati cui tocca in sorte una dentatura perfetta. Quasi un bambino svizzero su due porta un apparecchio ortodontico. E questo può costare davvero caro: la correzione della posizione dei denti può richiedere in pochi mesi fino a 15'000 franchi e non è coperta dall'assicurazione di base. Per questo conviene stipulare per tempo la giusta assicurazione cure dentarie. Solitamente gli assicuratori accettano i bambini piccoli senza alcuna riserva. Presso AXA, ad esempio, l'annuncio deve avvenire entro il 5° anno d'età.

Vaccinazioni: una buona protezione risparmia stress ai genitori

Le vaccinazioni tutelano vostro figlio e chi lo circonda da pericolose malattie. Per questo il piano vaccinale elvetico, raccomanda ad esempio di vaccinare i bambini contro tetano, morbillo, parotite e rosolia. Molti asili nido richiedono le vaccinazioni di base per l'iscrizione. A seconda della situazione personale ci possono essere altre vaccinazioni utili. Ad esempio contro l'epatite. In Svizzera la probabilità di ammalarsi è scarsa, ragion per cui l'assicurazione di base non si assume i relativi costi. Ma chi programma un viaggio in un paese a rischio con condizioni igieniche precarie dovrebbe valutare l'eventualità di vaccinarsi. Le relative spese sono coperte da un'assicurazione complementare.

Sport per bambini: un investimento che paga

Nuoto, ginnastica, unihockey o corsa d'orientamento: se i bambini si abituano presto a fare regolarmente movimento, è molto probabile che anche da adulti ameranno praticare sport. E in questo modo tenderanno a mantenersi in salute. Vi sono molte possibilità per praticare sport da bambini: aderire a un'associazione sportiva, fare un abbonamento in piscina o seguire un corso di attività motoria. Certe assicurazioni complementari – tra cui AXA – partecipano ai costi.

Medicina complementare: la dolce integrazione

Le terapie di medicina complementare possono essere impiegate anche per i bambini. La medicina antroposofica - ad esempio impacchi o pomate - e l'omeopatia sono piacevoli per i bambini piccoli, perché non vengono utilizzati siringhe e aghi. I relativi costi nonché quelli per terapia neurale, medicina tradizionale cinese e fitoterapia vengono assunti dall'assicurazione di base solo se il bambino viene curato da un medico con titolo specialistico. Altre terapie di medicina complementare o trattamenti presso naturopati richiedono un'assicurazione complementare.

Emergenza all’estero: può costare cara

Se un bambino deve essere portato d'urgenza in ospedale mentre si trova all'estero, i genitori possono trovarsi a sostenere costi molto elevati. Soprattutto oltre i confini europei. Negli Stati Uniti, ad esempio, un ricovero di una settimana può rapidamente arrivare a costare tra i 50'000 e i 100'000 dollari. Somme di questo genere non vengono assunte dall'assicurazione di base. I membri della Rega usufruiscono di una consulenza e del rimpatrio gratuito in Svizzera, ma solo in caso di emergenza. Si raccomanda perciò di tutelarsi con un'assicurazione complementare per l'eventualità di emergenze mediche, salvataggi e trasporti all'estero.

AXA e lei

Contatto Avviso sinistro Offerte di lavoro Media Broker myAXA Valutazioni dei clienti Portale officine Abbonare la newsletter

AXA nel mondo

AXA nel mondo

Restare in contatto

DE FR IT EN Avvertenze per l'utilizzazione Protezione dei dati © {YEAR} AXA Assicurazioni SA

Utilizziamo cookie e tool di analisi per migliorare la navigazione sulla pagina internet e personalizzare la pubblicità di AXA e dei partner pubblicitari. Maggiori informazioni: Protezione dei dati