myAXA Login
Salute

Medicina complementare: chi paga le spese?

Condividere su Facebook Condividere su Twitter ch.axa.i18.share.google Condividere su LinkedIn Condividere su Xing Condividere su Pinterest Convididere per e-mail

Serie del blog «Le vostre domande – le nostre risposte»
Quando la medicina ufficiale non dà i risultati sperati, molti pazienti si rivolgono alla medicina complementare. Ma quali trattamenti e pratiche terapeutiche vengono rimborsati dalla cassa malati? Il nostro esperto AXA vi spiega quali spese sono coperte dalle assicurazioni e in che percentuale.

Per «medicina complementare» e «medicina alternativa» s’intende una serie di terapie, rimedi e metodi diagnostici non inclusi nella classica medicina ufficiale. Mentre la medicina convenzionale tratta i singoli sintomi, l’approccio della medicina alternativa si basa su una visione globale della persona e va ad indagare le cause recondite della malattia. Questi metodi terapeutici riscuotono sempre più consenso tra la popolazione – soprattutto quando la medicina tradizionale non viene in aiuto.

L'assicurazione di base rimborsa parte delle spese

I trattamenti della medicina complementare sono coperti solo in misura limitata dall’assicurazione obbligatoria di base. Dal 2012 l'assicurazione di base accetta cinque metodi di medicina alternativa:

  • Medicina antroposofica: scienza medica che si concentra sui bisogni psico-spirituali del singolo individuo
  • Omeopatia: terapie con speciali medicamenti omeopatici
  • Terapia neurale: metodo di terapia del dolore tramite iniezione di anestetici
  • Fitoterapia: forma terapeutica che prevede l’utilizzo di piante e dei loro principi attivi
  • Medicina tradizionale cinese (MTC): antica medicina e tecnica di diagnosi sviluppatasi in Cina

L'assunzione dei costi è prevista solo per medici riconosciuti con una formazione adeguata. Inoltre le prestazioni vengono pagate al netto della franchigia scelta.

  • Teaser Image
    Le vostre domande – le nostre risposte

    Ci interessava capire cosa avete sempre voluto sapere in materia di salute, cassa malati e assicurazione malattie. Perciò la scorsa primavera abbiamo svolto un sondaggio tra la clientela. Adesso gli esperti AXA rispondono alle dieci domande più frequenti nella nostra serie del blog «Le vostre domande – le nostre risposte».

    Per saperne di più

L’assicurazione complementare consente prestazioni più complete

Chi desidera provare altri metodi deve pagare di tasca propria o stipulare un’assicurazione complementare. L'assicurazione malattie complementare di AXA partecipa alle spese delle terapie di medicina complementare non rimborsate dall’assicurazione di base. La nostra assicurazione complementare si assume il 75% delle spese, con «Salute ACTIF» viene rimborsato un importo complessivo massimo di CHF 1000.- all'anno e addirittura fino a max CHF 3000.- all'anno con «Salute COMPLET». Trovate tutti i metodi e terapeuti da noi riconosciuti nella nostra ricerca specifica.

Articolo correlato

Utilizziamo cookie e tool di analisi per migliorare la navigazione sulla pagina internet e personalizzare la pubblicità di AXA e dei partner pubblicitari. Maggiori informazioni: Protezione dei dati